Marco Capretti: Ma come si riproducono i puffi?

9 Apr

 

la copertina del libro di Marco Capretti

la copertina del libro di Marco Capretti

Il libri dei comici che riportano il loro repertorio televisivo è stata una costante degli anni d’oro del cabaret. Si trattava di un fenomeno positivo che giustificava e gratificava l’essere stati in tv. Questa tendenza resiste ancora in alcune aree in cui la tv ha ancora un traino importante, come per esempio l’indotto di Made in Sud. A tal proposito, è uscito Ma Come si Riproducono i Puffi? Di Marco Capretti, romano ma monologhista di costume fisso, appunto, nel cast di Made in Sud:

Una volta ci portavamo le nostre domande più stupide e imbarazzanti nella tomba (tranne qualcuno che le tirava fuori al pranzo di Natale diventando lo zimbello di generazioni di familiari). Ora le condividiamo con milioni di altre persone, su Internet, anche grazie a forum come «Yahoo! Answers». Così scopriamo che tutti, ma proprio tutti, hanno curiosità assurde. E che le risposte possono essere ancora più assurde – e divertenti. In questo esilarante zibaldone Marco Capretti, con la collaborazione di Gianluca Irti, attinge alla sua vasta esperienza costruita con la trasmissione «Made in Sud» e partendo da un quesito di portata storica – l’umanità si sarebbe mai evoluta se avesse dovuto fidarsi delle risposte di Internet? – seleziona, riscrive, reinventa e «sperimenta » domande e risposte bizzarre, audaci, feroci. Il libro che ne nasce è una collezione di battute, ossessioni quotidiane e umane debolezze che fa sorgere un nuovo e pregnante interrogativo: perché non riusciamo a smettere di ridere?

Il libro è edito dalla Eri Edizione Rai, gode della prefazione di Gabriele Cirilli ed è acquistabile in tutte le librerie.

Ananas Blog

Annunci

Una Risposta to “Marco Capretti: Ma come si riproducono i puffi?”

  1. Sincero aprile 9, 2016 a 4:10 pm #

    Ormai grazie alla RAI chi ha partecipato a Made in Sud è diventato un grande scrittore con RAI eri, grande attore con RAI Cinema, “grande” comico (comicità da villaggio turistico) con RAI2, ma la RAI, pagata da tutti noi Italiani, non dovrebbe pensare a spendere i nostri soldi per la cultura e la qualità in ciò che noi produciamo?!?
    Oggi pomeriggio, addirittura a TV TALK su RAI3, tornano Gigi e Ross solo per parlare del loro Film (dopo essersi presentati, o si presenteranno, come hanno fatto gli Arteteca, a tutti i programmi possibili su rai1, rai2, ed adesso rai3), invece di parlare del crollo di ascolti di Made in Sud con il 7,64% di share, visto che a TV TALK si dovrebbe parlare solo degli ascolti dei programmi in tv. Il presentatore nemmeno si ricorda il loro nome (segno che manco li vede) ed ha parlato di successo di Made in Sud?!? Allucinante!
    I telespettatori su facebook Tvtalk scrivono: ——Ancora Made in sud? Forse è un’impressione mia, ma mi sembra la decima volta che ne parlate. E TVTALK risponde:Molte meno, ma comunque lo facciamo sempre in modo diverso.
    Altri telespettatori scrivono: —-Nun me piace per niente!!!!! Scusatemi ma è cosi. —– Mai visti. —-Trasmissione e ‘comici’ sopravvalutati. —- Da meridionale, fanno veramente schifo e made in sud non rappresenta la comicità meridionale…——Made in sud è un programma scadente e da persona del sud mi vergogno di essere associata a qualcosa di così ridicolo e ignorante.——non fanno ridere nemmeno le pulci,… —-Programma osceno. —-Gigi e Ross sì, Made in Sud no! —– Oggi in Italia per ridere un po’ bisogna rifugiarsi nel passato…l’ultimo programma dove si rideva era parla con me. Dieci anni fa.
    Ed ho detto tutto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: