Dado Tedeschi si fa in 36 (una no stop da record)

23 Giu
Dado Tedeschi

Dado Tedeschi, immagine di copertina dell’evento

Dado Tedeschi, comico, attore e insegnante da cui tanti hanno imparato, ha messo in piedi una kermesse comica della durata incredibile di 36 ore no stop (Mi faccio in 36 vedi qui l’evento), il tutto avverrà nel prossimo week-end da sabato 25 giugno alle ore 12.00 fino a domenica 26 alle 23.59. Il luogo è il  circolo Arci Martiri di Turro, in via Rovetta 14, Milano. I nome iscritti a esibirsi sono davvero tanti (sulla pagina FB di Dado l’elenco completo) si va da Max Pisu a Claudio Zucca, da Francesco Rizzuto a Ruben Spezzati, da Claudio Fois a Clara Campi l’elenco è lunghissimo.

Ma, preme sottolineare, ci sarà anche Stefania Carcupino (sabato verso le 22) con un pezzo tratto da Paranoie Comiche, il primo monologo teatrale sull’agonia del cabaret televisivo (sarà quello in cui si parla di Tony e Parker e dei loro costumoni da mucca e pollo). L’ingresso è gratuito a offerta libera.

“La 36 ore avrà ovviamente anche uno scopo benefico. Verrà aiutata la Tashi Boarding School, un orfanotrofio in Nepal gestito da Lama Tashi (un Rinpoche, ovvero un lama tibetano) che aiuta i bambini in fuga dal Tibet per non sottostare alle vessazioni e al dominio cinese. L’orfanotrofio oltre a ospitare, far crescere ed educare i bambini, ha svolto nel post terremoto, vista la posizione strategica (Katmandu), un ruolo accentratore di raccolta fondi e investimento per riparazioni di case, ospedali, strutture pubbliche”.

Ananas Blog

18 Risposte to “Dado Tedeschi si fa in 36 (una no stop da record)”

  1. Serghigno luglio 4, 2016 a 8:08 pm #

    Informazione solo a scopo pubblicitario? Il resoconto a questo evento non si ha da sapere?

    • dado tedeschi luglio 9, 2016 a 3:15 pm #

      526 euro di incasso (era a offerta libera) già consegnati con documentazione sul profilo Dado Tedeschi. chiedo scusa per non aver informato Ananas Blog….

  2. Cico Gonzalex luglio 1, 2016 a 8:56 pm #

    Il risultato della evento¿ pubblico e quanto ie andado in beneficenzia¿ Es entrando nel guinnes el primate¿

    • dado tedeschi luglio 9, 2016 a 3:16 pm #

      non sono entrato nel guinness perchè il guinness era 41 ore. E perchè per iscriversi al guinness c’erano condizioni che non riuscivo a garantire. E’ stata solo una “sfida umana a scopo benefico”

  3. Lazo Remoti giugno 24, 2016 a 9:54 am #

    Domanda: ma perché Sincero non apre un blogtuttosuo?

  4. Cosa giugno 23, 2016 a 3:07 pm #

    Che barba che noia, che barba che noia.

    • dado tedeschi giugno 23, 2016 a 5:10 pm #

      anche i commenti del cazzo (peraltro vigliaccamente anonimi…)

      • ananasblog giugno 24, 2016 a 12:35 am #

        Chiedo scusa per la pirlaggine altrui. L’A

        • Cosa giugno 25, 2016 a 3:17 pm #

          Sincero cos’è, una firma creata a garantire l’anonimato, quindi per cui, se il messaggio è atto a supportare o rafforzare allora ok. Altrimenti lo si guarda subito come cosa contro. Dovreste ringraziare Cosa, che sporcando il foglio dei commenti bianco ha creato l’appoggio ad altri commenti. Se non avesse o nessuno avesse scritto? Ma la cosa sinceramente non mi interessa, Quor vostro!

          • Lazo Remoti giugno 27, 2016 a 6:40 am #

            E in italiano?

            • Cosa giugno 29, 2016 a 10:24 am #

              Avevo la media del 5, si vede credo.

  5. Sincero giugno 23, 2016 a 12:12 pm #

    Ottimo! Questo significa fare beneficenza!
    Senza conferenze stampa tutti impomatati con giornalisti e fotografi di parte insieme a cardinali e centri sociali ect, per far pagare i biglietti obbligatori in programmi tv in un posto pubblico come la RAI, oppure chiamare i giornali e farsi fotografare proprio mentre si entra in un ospedale per dire che si è fatto un minimo di beneficenza per i bambini…
    Non si deve “usare” la beneficenza per farsi la PUBBLICITA’ sui giornali, e, poi, per un caso, i giornalisti scompaiono senza dare informazioni sull’importo racconto e quello realmente dato al beneficiario.
    Il Grandissimo ALBERTO SORDI ha aperto numerose scuole in Africa, aiutato ospedali, ed ha fatto tantissima beneficenza in Italia senza farlo sapere a nessuno, tanto che i giornalisti dicevano che lui era un tirchio!
    36 ore per una kermesse comica di beneficenza con offerta libera è una cosa che non si era mai vista prima d’ora.
    Si spera che, così, gli addetti ai lavori della tv capiscano l’importanza di tornare ad una vera comicità genuina da proporre al pubblico, anche grazie alla partecipazione di Stefania Carcupino con un pezzo tratto da “Paranoie Comiche” sull’agonia del cabaret televisivo …

  6. Cosa giugno 23, 2016 a 9:55 am #

    Cosa non si fa per dimagrire.

    • dado tedeschi giugno 23, 2016 a 5:10 pm #

      cosa non si dice per lasciare un commento…

      • Cosa giugno 24, 2016 a 10:09 pm #

        Cosa non si scrive per non lasciar un foglio bianco.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Dado Tedeschi, un resoconto della sua 36 ore di comicità | - luglio 9, 2016

    […] due settimane fa ha portato a termine una formidabile no stop di comicità a scopo benefico (leggi qui) presso il circolo Martiri di Turro a Milano. A bocce ferme lo stesso Dado ci racconta il suo punto […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: