Gigi D’Alessio a Made in Sud, come andrà? Le previsioni di Nostrad’Ananas

3 Feb
Gigi D'Alessio "ospite" a Made in Sud

Gigi D’Alessio “ospite” a Made in Sud (da exite.it)

Gigi D’Alessio è ormai certo sarà il nuovo conduttore di Made in Sud in sostituzione di Gigi e Ross approdati ad altre trasmissioni televisive (vedi Sbandati). Ananas Blog, col suo background di 1.400 e passa post è l’unica entità in grado di fare previsioni su come andrà l’intera operazione. Darà nuova linfa e porterà Made in Sud a essere apprezzato in tutta Italia? Oppure sarà un passo verso un ulteriore calo, un po’ com’è successo con Luca e Paolo a Colorado?

Da un lato potrebbe funzionare. Fare il cantante significa avere esperienza di palco e presenza scenica, vedi per esempio il percorso artistico e i vari salti di qualità compiuti da Nino D’Angelo o, andando indietro, quando una delle migliori cantanti al mondo (Mina) fu conduttrice di livello assoluto facendo anche da spalla a Totò, Gassman, Sordi. Certo, altri tempi. Il fatto che Gigi possa attrarre pubblico è più arduo, difficile che un fan si guardi 3 ore di trasmissione per ascoltarsi un paio di momenti musicali di Gigi D’Alessio che potrebbe ascoltare altrove.

Abracadabra, anzi abracadananas, la previsione è questa: si verificherà un effetto Paola Cortellesi a Zelig, cioè “persona di talento ma fuori luogo in un contesto non spontaneo di suo”.  

Uno scalettone comico come Made in Sud è fatto di luoghi comuni comici (il tormentone, il gioco di parole, il personaggio, il travestimento) impilati l’uno sull’altro senza soluzione di continuità, senza un progetto artistico, ripetendo lo stesso schema di puntata in puntata. Quest’anno ci sarà un cast rinnovato, complice anche la “diaspora” verso Alessandro Siani di alcuni del gruppo storico, ma lo scalettone difficile (impossibile) che cambi filosofia e stile.

In contesti simili, il ruolo del conduttore sarebbe quello di assecondare ogni cosa fingendo di crederci. Insomma bisogna essere bravi “mentitori” con l’aggravante che la finzione scenica è verso materiale assai stereotipato. Non importa quali siano le caratteristiche del conduttore, egli deve adattarsi, la trasmissione non si adatterà mai a lui. Insomma Gigi D’Alessio risulterà poco spontaneo ma non sarà assolutamente colpa sua. E a mano a mano ci sarà una perdita di pubblico.

Questa è la previsione.

Ananas Blog

Annunci

17 Risposte to “Gigi D’Alessio a Made in Sud, come andrà? Le previsioni di Nostrad’Ananas”

  1. Sincero febbraio 12, 2017 a 12:28 pm #

    Bisogna dire che Gigi D’Alessio ha dimostrato a Sanremo di essere uguale uguale uguale alla comicità di Made in Sud dove i “comici” impongono all’Italia personaggi tamarri, cafoni, camorristi, volgari, vasciaioli con tormentoni ripetitivi per anni, e nonostante ciò si credono di essere dei “geni” della comicità solo perché hanno fatto i soldi facili facili. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHA
    Infatti, Gigi D’Alessio reagisce all’eliminazione dal Festival di Sanremo, visto che si ritiene un “genio” della musica come se il conservatorio l’avesse fatto solo lui, con un video dove vi sono alcuni amici e sua moglie usando un linguaggio decisamente poco OXFORDIANO! AHAHAHAHAHAHAHAHAH
    Su Facebook I Fans del programma rimpiangono GIGI e ROSS che ci mettevano la loro “classe” e professionalità al programma, tra tanta volgarità e raccomandati miliardari e non.
    Però quando un giornalista ha consigliato a Gigi D’Alessio di non presentarsi più a Sanremo lui e la moglie, visto che accusa la RAI e Conti di averlo “usato” per vendere il programma all’estero (?!?) come se senza di lui il festival di Sanremo non poteva esserci (AHAHAHAH) ha risposto “..No. E’ una grande occasione andare a Sanremo(?!?)…”.
    Ma ringrazia che ti hanno incluso nei Big e ti hanno dato la visibilità in TV, oltre a pagarlo addirittura per un programma in RAI!
    Un poco di UMILTA’!
    A tvblog gli hanno domandato della conduzione di Made in Sud e lui conferma che non condurrà il programma ma gli hanno chiesto di occuparsi solo della parte musicale?!?
    Ma quale parte musicale? Già ci sono 50 “comici” uno dopo l’altro alla velocità della luce e ci dobbiamo subire anche il “genio” con gli ospiti famosi ed a caro prezzo per un programma che è arrivato alla frutta! Tutto ha un suo ciclo con un inizio ed una fine ed adesso sono arrivati veramente alla conclusione, con un carrozzone di gente pagata a peso d’oro per un programma che non si capisce più cos’è.
    Che la RAI facesse un programma tutto nuovo con un bravo ENRICO MONTESANO che farebbe davvero un VERO VARIETA’ divertente e di classe ed a costo ridotto, rispetto a tutte le persone che stanno coinvolgendo in questo programma pur di andare ancora in onda come disperati.

  2. Sincero febbraio 10, 2017 a 10:22 am #

    Caro Amministratore, ma ti sembra normale che Gigi D’Alessio, un concorrente del 67° Festival di Sanremo, durante la pubblicità (il cui spazio pubblicitario viene venduto a caro prezzo dalla RAI) viene visto seduto ad un grande pianoforte per dire che vuole portare Made in Sud (Sembra sponsorizzare i prodotti locali e non un programma che dovrebbe essere di “Cabaret” e che va in onda su RAI2 in TUTTA ITALIA da oltre 5 anni all’8° edizione!) in tutta Italia (?!?) e canta una canzone del Nord per poi interrompersi e cantare una canzone classica napoletana? E’ possibile che non abbiano pensato alla gara canora e che ciò avrebbe potuto anche influenzare il pubblico che deve votare? Ma chi ha deciso di mandarlo in onda? Che centra la Canzone napoletana classica con un programma di Cabaret terra terra?
    Vedere un concorrente del Festival di Sanremo sponsorizzare un programma ormai indefinibile, perchè è diventato un misto di roba che non si capisce più niente (anche se poi ci vogliono far credere che è un programma solo di Cabaret terra terra con tormentoni e parrucconi), che andrà in onda addirittura tra un mese, pare l’8 marzo 2017 su un’altra rete RAI, facendo capire che presenterà e canterà con il grande pianoforte, è una cosa normale?
    Sono tanto DISPERATI che hanno dovuto prendere, immagino con i nostri soldi visto che potevano venderlo a caro prezzo ad uno sponsor, lo spazio pubblicitario su RAI 1 durante il Festival di Sanremo con il 50% di share circa.
    Allucinante! POVERACCI!

    • Grande febbraio 10, 2017 a 2:59 pm #

      Sincero Hai rotto il cazzo! Te lo pago io il canone! Basta che la smetti di rompere il cazzo!

      • ananasblog febbraio 10, 2017 a 3:41 pm #

        Mi offro per fare da intermediario, per quanti anni lo pagheresti? L’A

        • Grande febbraio 10, 2017 a 4:22 pm #

          500€ subito! Deve sparire almeno 5 anni! Attendo tue.

          • ananasblog febbraio 11, 2017 a 9:29 am #

            Così è volgare, mica siamo a un’asta per l’acquisto di una partita di calamari. L’A

      • in hoc signo febbraio 24, 2017 a 6:06 pm #

        saemel in anno…

    • ananasblog febbraio 10, 2017 a 3:46 pm #

      Non ci vedo nulla di male (e intanto c’è gente che si offre per pagarti il canone). L’A

      • Sincero febbraio 10, 2017 a 5:29 pm #

        Ma chi è questa gente che mi vuole azzittire pagando?!? AHAHAHA
        Nessuno può azzittire nessuno, viviamo in ITALIA che è ancora una Repubblica DEMOCRATICA e tutti i cittadini possono esprimere liberamente le proprie idee.
        Mi spiace ma continuerò a dire la verità, tanto è sotto gli occhi di tutti, anche se fanno finta di niente e stanno tutti zitti zitti.
        Gigi D’Alessio dice che vuole trasformare Made in Sud in un Varietà e che lui si occuperà solo della parte musicale, visto che deve promuovere il suo nuovo disco ed inviterà tanti amici cantanti e dice “…il mio palco è aperto a chiunque…”?!? Di tutto e di più … venite gente venite tanto pagano i cittadini ITALIANI con il CANONE RAI!
        Ma lo sa che dovrebbe essere un programma di Cabaret?!? Qualcuno lo avverta che ancora non lo ha capito!
        Se vuole fare un altro programma, come ha fatto a Capodanno su Canale5 (lui stesso ha fatto questo paragone alla conferenza stampa) ed il suo obiettivo è far conoscere il Sud al Nord, per par condicio facesse conoscere anche il Nord al Sud e cambiasse il Titolo con “MADE IN ITALY”, tanto il centro di produzione RAI di Napoli si trova in ITALIA e non in Africa.

  3. Anonimo febbraio 6, 2017 a 12:00 am #

    Mondanini te brego metti npoco de date che fai a Teatro che volemo da veni’n si lu numero unu ! Su ticketone ce stanno du date all’anno! Ma Ndo cazzo li vendi sti bijietti?!?
    Numero uno! Stend ap commedy!
    Altro che quei quattro sfigati che riembono solo i grandi teatri dell’Italia e all’estero! Il numero uno si tu! Mondanini analfabeta funzionale!

  4. rael febbraio 3, 2017 a 9:24 pm #

    Ricordiamo i 2 milioni euro di debiti del signor d’Alessio; va a Sanremo, fa lo show di Capodanno a Canale5, la moglie fa un film di Natale e va ospite in una marea di trasmissioni. In pratica, stanno facendo “cassa”.

    • ananasblog febbraio 4, 2017 a 8:42 am #

      non vedo cosa ci sia di male. L’A

      • rael febbraio 4, 2017 a 9:28 am #

        E chi ha detto niente 🙂 Mi fa ridere il fatto di esternare i propri problemi di debiti e poi ripararli così platealmente.

  5. Sincero febbraio 3, 2017 a 5:46 pm #

    Caro Amministratore, dici che quest’anno ci sarà un cast rinnovato??
    Magari fosse vero, così almeno si vedrebbero tutte persone nuove con cose non ancora viste e riviste!
    Ed invece ci sono quasi tutti già visti e rivisti con l’aggiunta e aggiunta e aggiunta di ospiti famosi e di comici di Colorado (tanto paghiamo noi Italiani con il Canone).
    Infatti, purtroppo, imporranno sempre:
    1) La miliardaria Gregoraci/Briatore, soprattutto dopo il flop dell’unico film da protagonista, che avrà visto giusto lei e Briatore.
    E c’è chi scrive ad esempio su facebook de Il Mattino
    — Il mio sfogo…. se quest’anno vi tenete ancora la Elisabetta, alla luce dei nuovi accadimenti e delle cavolate che dice il coniuge, molti nn vi seguiranno…. io sarò una di quelli che a malincuore nn vi potrà guardare….. ecco a cosa mi servirebbe oggi il mio incazzatore personale a sfogarmi ngopp a sta cosa….
    2) La Trotta con la maggior parte dei soliti “comici” della Tunnel che rappresentano soprattutto i tamarri, camorristi e vasciaioli con i loro tormentoni e comicità volgare terra terra, oltre ai soliti 3 cantanti della tunnel e musica registrata.
    Su facebook:
    — Made in sud è uno spettacolo? Comicità pacchiana e soubrettine di terz’ordine! Chiudete baracca!
    In realtà sono andati via dal Cast solo alcuni perché servivano a Siani a Teatro per fare la serata con Maradona, ed in altri spettacoli a teatro, e naturalmente tra questi ci sono quelli che si salvavano a Made in Sud come ad esempio GIGI e ROSS e CICCHELLA!
    Per Gigi D’Alessio scrivono: GIGI D’ALESSIO A MADE IN SUD ” LA REALTA’ SUPERA LA PARODIA”.
    Gigi D’Alessio dice “…sarò una sorta di Caronte che traghetta il programma da una dimensione regionale a quella nazionale, per fare in modo che sia amato in tutta Italia”…”.
    Ma lo sa che il programma va in onda in ITALIA da 5 ANNI su RAI2, ed ancora prima per anni sulle reti locali in prima serata ??!? Qualcuno lo avvisi!
    Sono d’accordo con D’Alessio che traghetterà, invece, noi Telespettatori all’INFERNO. AHAHAHAHA
    Su facebook del Il Mattino i commenti su Gigi D’Alessio sono molto pesanti e sono abbastanza buono a non trascriverne nemmeno uno. Vi lascio immaginare…. chi vuole può andare a leggerli.
    Vedremo…..

    • Anonimo febbraio 3, 2017 a 11:38 pm #

      “Ecco! Tu invece puoi andare a fare in culo! ”
      E’ satira amico mio! Ridi! Satira!
      Evviva Giorgio Mondaniniiii

      • Unanimo febbraio 4, 2017 a 12:50 pm #

        Dì la verità Sincero, vivi attaccato a una macchina

        • Sincero febbraio 19, 2017 a 1:00 pm #

          Voi, che evidentemente fate parte del grosso carrozzone di gente dei 3 minuti, dovete avvisare SUBITO Gigi D’Alessio che Napoli si trova in ITALIA, visto che sostiene che esiste Napoli e poi l’ITALIA, e che questo programma va già in onda su rete NAZIONALE da oltre 5 ANNI ed è all’8° edizione!!!
          Avvisatelo che continua a dire che vuole portare il programma al livello Nazionale!
          E’ evidente che la TV non la vede da anni, ma la vuole fare a tutti i costi per guadagnare facile facile centinaia di migliaia di euro a spese di TUTTI gli ITALIANI. Ormai il re dei neomelodici non è più seguito come 20 anni fa, ma fa finta di niente finchè gli permetteranno di andare ancora in TV…
          Noi telespettatori non ci teniamo a rivederli in TV ancora una volta a nostre spese ed a caro prezzo con la sua conduzione (la RAI dovrà spendere più dei soliti 3 milioni di euro degli anni precedenti, e da disperati chiameranno quelli di Zelig e Colorado sfiorando i 60/70 comici alla velocità della luce, oltre a tanti ospiti famosissimi e costosissimi).
          Comunque, Gigi D’Alessio invece di traghettarli a livello nazionale in TV per il 6° anno consecutivo, può sempre portare materialmente in giro con un autobus il grosso carrozzone di gente di 3 minuti ciascuno al “livello Nazionale”, così forse si renderà conto che Napoli si trova in Italia e non c’è bisogno di varcare alcuna Frontiera. AVVISATELO !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: