Guagliò un bonifico, una pastiera e abbiamo risolto

29 Mar

Gigi D’Alessio nel monologo sulla fortuna di essere napoletano

Ha fatto un certo scalpore il monologo sulla fortuna di essere napoletano, pronunciato da Gigi D’Alessio durante la puntata di esordio di Made in Sud il 14 marzo 2017 vedi qui su Rai Play. Per il motivo che, successivamente, è trapelato che intere parti erano state “copiate” o “ispirate” chiaramente da “Io sono napoletano” di Raffaele Moccia, poesia che aveva goduto di una notevole diffusione sui social network.  Su Vesuvio Live la comparazione dei testi. Per esempio:

– Originale: “Io sono napoletano e vivo in una città che ha inventato “il sospeso” , il caffè pagato all’estraneo che mai conoscerai, perché nessuno si senta mai così povero da non potersi permettere un caffè”.
– D’Alessio: “Napoli ha inventato il sospeso, il caffè pagato per chi non se lo può permettere. Nessuno può sentirsi così povero da non poter bere un caffè”.

A quanto pare Raffaele Moccia non ha escluso un’azione legale nei confronti della Rai. Di primo acchito, verrebbe da dire: benvenuto! Il diritto d’autore nelle trasmissioni comiche è come l’omosessualità nelle regioni controllate dall’Isis. Recentemente (in un format concorrente) è andato in onda un evidente plagio preso a metà da George Carlin e da Sergio Viglianese e non è successo nulla. Però Ananas Blog, in quanto più alta autorità in materia, può suggerire una soluzione.

una pastiera (da giallo zafferano)

Antefatto: durante Zelig One (in prima serata su Italia 1) fu detta una battuta che fu riscontrata uguale a una pubblicata su Le Formiche. Colui che aveva scritto il pezzo, dispiaciuto e invocando la buonafede, si sdebitò inviando all’autore dell’originale un bonifico e una bottiglia di vino. Una soluzione di alta civiltà che potrebbe essere applicata anche per risolvere la questione: chi ha fatto il lavoro di copia e incolla potrebbe inviare a Raffaele Moccia, per esempio, una somma di denaro e una pastiera.

Sono stati i milanesi a inventare il diritto d’autore fottuto al proprietario tramite falsa liberatoria, i napoletani, che hanno inventato il sospeso affinché nessuno si sentisse troppo povero, potrebbero risolvere la questione col cuore e la generosità che li contraddistingue.

Ananas Blog

Annunci

9 Risposte to “Guagliò un bonifico, una pastiera e abbiamo risolto”

  1. Sincero aprile 2, 2017 a 11:00 am #

    Come il sottoscritto ha preannunciato qualche giorno fa ridendo, perché sarebbe stato veramente r i d i c o l o, MADE IN SUD andrà in onda nuovamente al martedì.
    Dalla conferenza Stampa del programma “Furore” di Gigi e Ross, che per colpa di Made in Sud è stato spostato al Venerdì (giorno molto difficile ma il programma è piaciuto ed è stato il 3 più visto) la primadonna di Rai2, Dallatana, ha anche voluto chiarire quale sia il suo progetto su Gigi e Ross, che hanno lasciato Made in Sud non senza qualche polemica con Tunnel Produzioni. “… Le scelte che abbiamo fatto sono squisitamente di rete. Quella su Gigi e Ross è una nostra scommessa prioritaria. Loro hanno intrapreso UNA STRADA CHE LI STA PORTANDO MOLTO AVANTI RISPETTO A MADE IN SUD, programma su cui abbiamo voluto fare un lavoro di contaminazione con uno show musicale e comico allo stesso tempo“.
    E’ risaputo che la Dallatana NON AMA i programmi di varietà e/o d’intrattenimento troppo lunghi, infatti, fino ad ora sono stati al massimo di 4 puntate, mentre a Made in Sud sono previste 12 puntate per colpa del contratto stipulato fino al 2017 con il vecchio Direttore di rete (se li prendesse lui se ci tiene tanto).
    A Made in Sud fanno finta di niente, tutto è meraviglioso e pare che vivano su un altro Pianeta, visto che dai comici a Mormone dicono che sono contenti di come sta andando meglio della puntata precendente (????!!!?) AHAHAHAHAHAHAHAH
    Sulla pagina facebook di RAI2 si è vista una cosa strana prima della messa in onda dell’ultima puntata… Infatti, prima ancora che cominciasse il programma sono arrivati tutti insieme in sincronia circa 4000 messaggi delle mogli, parenti, mariti, conoscenti, amici ect dell’immenso carrozzone di gente che non fa più ridere, e naturalmente fan di Gigi d’Alessio, messaggi positivi naturalmente per i loro “cari” che lavorano nel programma tipo “…Amo Made in Sud…” “…Sei il numero 1..”…Meno male che conduce Gigi ,perché Gigi e Ross erano sempre le stesse cose , Gigi gli ha dato una rinfrescata a questo programma , era un po’ pesante , ma con Gigi è tutta un’altra cosa , tiamogigiiloveyoufireverteamodemasiadoeres espectacular….” “…Anche mio figlio di 8 mesi ride alla televisione quando vi vede…”ect ect
    POVERACCI! Pensano di mettere a tacere sui social l’opinione di tutti gli Italiani, a cui non piace il programma e con gli ascolti flop si vede, con i “loro” commenti positivi ed anche alcuni strani facendo finta di niente e sostenendo che tutto va bene?!??
    Cosa s’inventeranno prossimamente? Di certo non è più il programma di Cabaret “genuino” come lo ricordiamo nelle prime edizioni, ma è diventato talmente logorato che adesso con i soliti raccomandati (es: Gregoraci/Briatore, comici prettamente della Tunnel oppure qualcuno di Colorado e/o Zelig) i monologhi seri, canzoni di Gigi D’Alessio e comici che dicono la stessa cosa, oppure nuovi comici che parlano male delle donne (come molti sui social si sono lamentati), Ospiti famosissimi ect ect lo hanno trasformato in un brutto programma che non si capisce cosa sia e non piace agli Italiani ma soprattutto alla maggioranza dei Napoletani (per loro basta fare un minimo di ascolti con cose di bassa qualità per guadagnare facile facile soldi …soldi… soldi).
    Vedremo le loro prossime mosse da d i s p e r a t i. AHAHAHAHAHAHAHAH

  2. Sincero marzo 30, 2017 a 10:06 am #

    Ma quale pastiera e bonifico! Parlano della generosità dei Napoletani, come ad esempio il caffè sospeso, e poi loro a MADE IN SUD stanno danno solo una brutta immagine di Napoli dai comici scadenti al non aver nemmeno citato il poeta che con la sua famosa poesia rappresenterà il Meridione ad aprile a Capodimonte!
    Made in Sud ieri ha registrato 1.459.000 telespettatori, share 6,83%, quindi gli ascolti sono diminuiti ulteriormente, nonostante il cambio dal martedì al mercoledì (la prossima settimana lo risposteranno di nuovo al martedì per la partita del Napoli?? AHAHAHAHA).
    Ascolti FLOP per Made in Sud e la media del 6,82 è la più bassa dal 2013 quanto il programma andava in seconda serata. Inutili anche i tentativi della Tunnel distribuzioni di accusare Gigi e Ross di aver deciso per conto loro di andarsene, e la cosa ridicola è che, poi, dopo hanno anche ringraziano tutti quelli che sono andati via!?!
    Soprattutto quelli del Cast che sono rimasti, e che fanno sempre le stesse cose da anni, devono ringraziare Gigi e Ross che li hanno fatti arricchire e qualcuno avvisi Gigi D’Alessio, che ha detto che “i comici” del programma potranno fare le serate, perché grazie alla TV sono ANNI che le serate le stanno facendo a caro prezzo dicendo stupidaggini e tormentoni perché… direttamente da Made in Sud RAI.
    Tra le tante cose inguardabili è insistere nel mandare la brutta imitazione del Boss delle Cerimonie DEFUNTO (deceduto lo scorso dicembre 2016). Ma nelle serate il “comico” si metterà un lenzuolo bianco per fare il fantasma? Ma davvero pensano che faccia ridere imitando una persona che è morta? Su facebook di RAi2 il “comico” dice alla bionda che lo intervista (loro amica della radio KISS KISS Napoli, che hanno piazzato in RAI per intervistarli come fossero delle star… ahahahaha) che lui non voleva assolutamente farlo ma lo ha voluto la famiglia, ed oggi uno che lo conosce lo smentisce e risponde su facebook, a chi dice che “…Non è per niente giusto prendere in giro una persona che non c’è più…”: — “…Ciro prima di fare queste gag ha chiesto il permesso alla famiglia di don Antonio permesso che è stato concesso….”.
    Quindi, pensano TUTTI solo ai Soldoni facili facili e sono diventati ancor più venali degli anni precedenti. Allucinante!
    POVERACCI…, pensate, hanno fatto tanto da evitare al martedì l’Isola dei Famosi e poi RAI2 con il film trasmesso al posto della trasmissione “comica” ha fatto registrare quasi il 10% di share!!! AHAHAHAHAHAHAH
    Che il problema non sia solo la concorrenza del reality show condotto da Alessia Marcuzzi? Pare che l’ultima puntata dell’isola dei famosi andrà in onda al Mercoledì, quindi, risposteranno nuovamente il programma??!?? AHAHAHAHAHAH

  3. rael marzo 30, 2017 a 9:09 am #

    Come Grillo che rubò battute a Luttazzi…nessuna penale e nessuna citazione in tribunale da parte di Daniele nei confronti di Beppe.

    • ananasblog marzo 30, 2017 a 12:12 pm #

      Che fai i paradossi? L’A

      • sangiorgio aprile 16, 2017 a 5:44 pm #

        Il fatto è vero. Nessun paradosso. Andrebbe anche chiarito un punto su cui anche Ananas vedo fa confusione: “un conto è Paolo Rossi che copia Lenny Bruce (“Quando si fa sesso, tutti dicono:’Vengo, vengo, vengo’. Ma da dove vengono?“), un altro conto è Paolo Rossi che copia Luttazzi in tv da Fazio (la battuta sulla pillola del giorno dopo). Nel primo caso è transcreazione, una pratica legittima, nel secondo è bruciare il repertorio di un collega sulla stessa “piazza”. QUESTO non si fa.” Mi sembra una spiegazione ottima. Approfondimento: http://newkoh.blogspot.it/

  4. Stympfl marzo 29, 2017 a 11:20 am #

    Purtroppo per Moccia, eventuali bonifico e pastiera verranno immediatamente pignorati da Valeria Marini. Oltre alle liberatorie farlocche, a Milano si sono visti tanti comici o autori che quando subivano il furto di battute, lo prendevano come un prezzo da pagare per entrare nel jet set della risata e stigmatizzavano chi invece se ne lamentava. “Le battute sono nell’aria” dicevano. Poveri leccaculo. Si lasciavano persino dire: “Ti rubano le battute? E’ la conferma che sei bravo!”.

    • ananasblog marzo 29, 2017 a 4:03 pm #

      Bisognerebbe raccogliere in un manuale tutte le giustificazioni ai furti di battute pronunciate nel corso degli anni. L’A

      • Stympfl marzo 29, 2017 a 5:16 pm #

        Una delle migliori: “Ma tanto non sono le battute a fare il repertorio di un comico, ma è ciò che racconta, come lo racconta…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: