Archivio | dicembre, 2017

Buona Natale e felice 2018!

18 Dic

 

Ananas Blog

Annunci

Una commovente lettera per il ritorno di Banderas al Mulino Bianco

11 Dic

Banderas e Rosita al Mulino Bianco (da Marida Caterini)

Questa è la lettera che l’Associazione Cabarettisti Italiani (se esistesse) avrebbe scritto alla Barilla, detentrice del marchio Mulino Bianco, dopo lo choc dell’abbandono di Antonio Banderas dagli spot della nota marca di merendine:

——————

Spettabile Barilla/Mulino Bianco, le inviamo questa lettera dopo aver ricevuto la tragica notizia della sostituzione dell’attore Antonio Banderas coi più carini ma anche più scialbi Nicole Grimaudo e Giorgio Pasotti. Questa decisione, che auspichiamo revocabile, ha provocato la scomparsa di ore e ore di repertorio da parte dei comici – cabarettisti – televisivi, italiani.

Antonio Banderas in quanto spagnolo e in quanto macho era facilissimo da imitare: bastava fare il vocione profondo, la postura da torero e mettere qualche esse finale a casaccio (passamis il burros). Data la popolarità degli spot si creava un immediato riconoscimento tra il pubblico e il comico, scattavano la risata facile e l’applauso fragoroso. Ciò serviva spesso a rompere il ghiaccio anche con pubblici difficili.

Molto produttivo era anche il rapporto ambiguo del suddetto protagonista con una gallina denominata Rosita. Per il comico era facile costruirci sopra dei doppi sensi, sul fatto, per esempio che Banderas andasse a letto con le galline, che ci fosse un rapporto erotico avicolo tra i due. Rosita è un nome da donna e, grazie al maschilismo tipico del cabaret, si poteva andare avanti per minuti sul paragone tra donna e gallina, femminilizzando la gallina o gallinizzando la donna.

Che dire poi di un attore famoso che si mette a fare il fornaio e che produce merendine industriali vendendole come artigianali? Era una contraddizione su cui si potevano costruire delle  mezzore buone di repertorio, magari aggiungendo che in questo mondo strano George Clooney va pazzo per il caffè delle macchinette e Andy Garcia per l’Amaro Averna.

Ore e ore e ore di repertorio dal vivo e di sketch televisivi di facile realizzazione bruciati da una decisione irresponsabile. Certo, Banderas viene ancora buono: “vi ricordate com’erano gli spot del Mulino Bianco?” Ma non è la stessa cosa e diventerà presto una parodia vintage.

Per questo chiediamo l’immediato ripristino di Antonio Banderas negli spot del Mulino Bianco, con la parlata macho spagnola, i rapporti con animali da cortile, magari con l’aggiunta di un’oca e di un maiale. Oppure di sostituirlo con un personaggio altrettanto popolare e facile da imitare. Per esempio: Jovanotti e la sua “zeppola” (mangia anfe fu gli abbrazzi).

Sono in gioco posti di lavoro e una fetta rilevante di PIL!

Associazione Cabarettisti Italiani

Ananas Blog

Carletto Bianchessi Inno alla Vita: lezione ancora attuale

1 Dic
Carletto Bianchessi Inno Alla Vita

Carletto Bianchessi Inno Alla Vita

Carletto Bianchessi è uno dei comici più rappresentativi della vecchia guardia. Il progetto Carletto Bianchessi Inno alla Vita, invece, è un set composto da 10 video e messo online 4 anni fa (prodotto da Ananas Blog e Mannes Chiarini).

Lo scopo era quello di evidenziare lo stile di vita e la filosofia folle ed energica che Bianchessi mette non solo sul palco, ma anche nella vita di tutti i giorni.

Beh, sorpresa delle sorprese, i video sono ancora attualissimi. A partire da questo messaggio ai giovani comici (imperdibile):

Oppure andando dal serio al surreale, gli incredibili consigli su come iniziare la giornata:

E come non dimenticare il piano sequenza di presentazione del canale Youtube, 5 minuti e 49 di assoluta follia. Un video che rivaleggia coi grandi piani sequenza cinematografici, con la dualità (non banale) morte/vita  giocata sul continuo spiazzamento:

Ogni video comunque è un mondo a sé. Da scoprire e su cui meditare a fondo. Sulla vita e sull’energia che muove la comicità…

Ananas Blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: