Archivio | gennaio, 2018

Inevitabile il ritorno di Gigi e Ross a Made in Sud?

24 Gen

rivedremo scene come queste?

E’ stata ufficializzata una prossima edizione di Made in Sud, in primavera 2018 ovviamente su Rai 2 (qui articolo su Napoli Today) per la durata di 6/8 puntate. La cosa non era scontata dopo il declino del format soprattutto nella passata conduzione di Gigi D’Alessio (non per colpa sua). L’unica soluzione per la conduzione sembra essere il ritorno a casa di Gigi e Ross, così come Paolo Ruffini è tornato a condurre Colorado dopo la parentesi Luca e Paolo. Per fare un esempio sono come dei piloti che conoscono tutti i segreti di un’auto che ha già 150.000 chilometri. L’auto viene guidata al meglio, però è inevitabilmente usurata.

MONDI CHE CAMBIANO: stiamo parlando di Made in Sud, Colorado e Zelig (ora sul canale 243 del digitale terrestre), ma in realtà non si tratta più di Made in Sud, Colorado e Zelig così come li abbiamo conosciuti, non hanno più quella simbologia (vera o falsa che sia) di successo misto a stronzaggine che tanta desolazione mentale ha provocato a un’ampia fascia del mondo comico italiano. Sono diventati altro, sono appunto macchine usurate a cui pensi senza troppo entusiasmo quando decidi di salirci su. Poi nessun capo meccanico ha il coraggio di cambiare il motore, troppa spesa, troppo rischio.

IL “CASO SINCERO”: l’autonominatosi Sincero è un ipercritico (chiamiamolo così) di Made in Sud su questo blog. Ripete più o meno gli stessi concetti auspicando che la Rai non produca più la suddetta trasmissione. Abbiamo capito. Riempirà il blog di lamentazioni, quindi proviamo ad ammansirlo in anticipo facendogli capire che “quel” Made in Sud di cui parla non è più “questo” Made in Sud. E’ un’altra cosa.

Ananas Blog

Annunci

Romina Puma e lo spettacolo It’s All My Mother’s Fault!

18 Gen

Romina Puma nella locandina di It’s All My Mother Fault

Romina Puma è un’attrice, comica e blogger che Ananas Blog aveva seguito per la sua iniziativa de il Puma Londinese, un laboratorio di comicità bilingue – italiana e inglese – che si teneva nella capitale del Regno Unito (leggi qui). Gli articoli di Ananas avevano suscitato la curiosità della community comica italiana, tanto da spingere alcuni a tentare l’avventura anche solo per l’ebbrezza di una esibizione in una delle patrie della stand up comedy. L’esperienza è terminata a ottobre 2017 ma non è detto che non riprenda.

Cos’ha combinato nel frattempo Romina Puma? Sta preparando il suo terzo spettacolo dal titolo “It’s All My Mother’s Fault!” (E’ tutta colpa di mia madre!).

I precedenti spettacoli di un’ora e rigorosamente in lingua inglese sono stati: “Not disabled… Enough!” (Non abbastanza disabile)  che è passato nel 2015 anche dal prestigioso Fringe di Edimburgo e “Cook it how you like, it’s still a potato!” (Cucinala come ti pare, è ancora una patata) del 2016 sempre approdato a Edimburgo.

“Not disabled… Enough!” trattava della disabilità in merito alla storia personale di Romina. “Cook it how you like, it’s still a potato!” era basato sull’essere politicamente corretti. Ovviamente il tutto in chiave comica.

“It’s All My Mother’s Fault!” parla della madre di Romina e di come la sua educazione l’abbia influenzata e fatta diventare la donna che è oggi. Sono previste una serie di Preview a Londra e in giro per i festival minori d’Inghilterra per arrivare rodati ad Edimburgo. La prossima tappa è (vedi qui) il Double Edinburgh Comedy Preview che si terrà lunedì 22 gennaio presso The Ship – 3 Hart Street – London –  EC3R 7NB – United Kingdom.

Spettacolo doppio poiché si esibirà anche la comedian Mel Byron con lo show “Old Movies Save My Life”.

Per seguire le date e per qualsiasi info il sito di Romina Puma. Qui il gruppo Facebook. Qui la pagina Facebook.

Ananas Blog

il Saturday Night Live con Claudio Bisio!

11 Gen

Bisio si accinge a un’altra fantastica avventura umoristica

La notizia è che si sta preparando una versione italiana del leggendario Saturday Night Live, col volto di Claudio Bisio, ovviamente per i canali Sky cui il popolare attore è legato contrattualmente. Le premesse sarebbero di fare sul serio rispetto ai tentativi del passato, un po’ sottotono (leggi per esempio qui) risalenti a 5/6 anni fa.

La coproduzione sarebbe affidata alla FTM Entertainment di Fatma Ruffini, e una delegazione autorale produttiva è alla sede del SNL a New York per farsi spiegare bene come fare.

A tal proposito giunge a fagiolo un post di Andrea Boin, già capo progetto di Colorado, con la foto qui a fianco (click sull’icona per l’immagine originale) pubblicato su Instagram (qui) con un testo significativo:

“Rockfeller Center. 54esimo piano. Alla NBC. Da quelli che fanno il Saturday Night Live. Quello vero. Quelli bravi. Sogno.”

Detto questo sembra che Bisio voglia lavorare con energie fresche e che a tale scopo si stiano facendo provini a manetta presso gli studenti della Paolo Grassi di Milano. Nessun autore Zelig risulterebbe convocato. Aggiornamento: del progetto potrebbero far parte anche Alessandro Betti ed Ale di Ale e Franz (come si legge qui) a meno che non siano a New York per turismo…

UN PROBLEMA SERIO (si consiglia il ricovero in…)

L’adattamento del SNL giungerebbe a ruota di un altro adattamento Sky che è andato maluccio: The Comedians sempre con Claudio Bisio e Frank Matano. Uno dei motivi della scarsa riuscita è stato sicuramente il problema che affligge Bisio da sempre: l’overacting (cioè la recitazione forzata, esagerata, sopra le righe).

Bisio, ovunque lo metti (talent, cinema, fiction, conduzione) esagera sempre. Eppure non è sempre stato così. Quando era sconosciuto e più povero sapeva recitare coi controcazzi, come nel grande Morte Accidentale di un Anarchico di Dario Fo. 

Allora, dato che è un uomo finanziariamente ricco, prima di buttarsi nell’ennesima operazione così così, perché non ricoverarsi per qualche settimana in una clinica in cui si curi l’overacting? Come quella immaginata dai Monty Python?

L’alternativa sarebbero una valanga di smorfie…

Ananas Blog

Zelig cambia pelle (sul digitale terrestre)

5 Gen
Zelig location ristrutturata

La nuova location Zelig (da Instagram, click sull’icona per andare all’immagine originale)

La notizia è confermata anche se i dettagli restano ovviamente vaghi e in divenire. Zelig sta operando un cambio di pelle abbastanza semplice da spiegare: il locale storico di viale Monza 140 è stato ristrutturato (vedi immagine sopra) diventando anche uno studio televisivo, cioè un luogo con telecamere in cui è possibile registrare ogni cosa succeda sul palco o dietro le quinte.

Ciò servirà al tentativo di avviare un canale tematico comico sul digitale terrestre. L’impresa consentirebbe di autoprodursi e non dipendere più dalle bizze (per esempio di Mediaset sulla quale in fondo si ignorano i motivi della rottura definitiva) tentare un rimbalzo verso l’alto anche creativo a dispetto della crisi.

Ovviamente  la cosa è risaputa dalla presenza dei nuovi locali e, soprattutto, dal fatto che diversi comici, autori, conduttori sono stati contattati, chiedendo loro se avessero idee o progetti da proporre.

Non è un’impresa facile riempire di contenuti un canale che probabilmente all’inizio avrà più valenza periferica e coprire i costi tramite (si immagina) sponsorizzazioni varie. Soldi non ce ne saranno molti e questo lo si deduce anche dal fatto che Gino e Michele se ne staranno abbastanza fuori.

Detto ciò quello che viene sottolineato è il carattere di esperimento. Di lodevole c’è l’utilizzo di una struttura che fa capo all’agenzia Bananas e che fuori dal giro tv rischierebbe di essere smantellata. Bananas per lunghi periodi ha potuto contare su un numero annuale di prime/seconde serate su Canale 5 e Italia 1. Se tutto andrà bene le risorse interne verranno impiegate e si salveranno dei posti di lavoro.

Poi occorrerebbe una creatività e una innovazione di linguaggio non facilissime da azzeccare in epoche in cui la comicità si trasforma rapidamente e in cui i vecchi schemi non funzionano più. Questa è la sfida più ardua.

Ananas Blog

il Festival Nazionale di cabaret Facce Da Bronzi v° edizione

2 Gen

il logo del festival Facce Da Bronzi

Segnaliamo la quinta edizione del Festival Nazionale di Cabaret “Facce Da Bronzi”, concorso per comici, cabarettisti, attori, maghi, imitatori, che mette in palio un primo premio di ben 1.000 euro.

Ci saranno 3 selezioni: la prima il 13 gennaio a Milano presso il Bistrot del Teatro (Teatro Out Off); la seconda il 19 gennaio a Napoli presso il Lucky pub, la terza il 28 gennaio a ROMA all’Accento Teatro. La Finale sarà l’11 febbraio al Teatro Grandinetti di Lamezia Terme.

Ogni concorrente per accedere in finale dovrà partecipare ad una delle selezioni. E’ possibile iscriversi entro il 7 gennaio per la prima selezione ed entro il 12 gennaio per le selezioni successive. Qui il sito del concorso. Qui invece si possono trovare il modulo d’iscrizione e il regolamento. Per info la mail è la seguente: info@festivalfaccedabronzi.it.

A tal proposito sta scaldando i motori un altro importante concorso: Faenza Cabaret, con le serate di selezione che si svolgeranno al martedì il 9, 16 e 23 gennaio 2017. La finale il 19 febbraio 2018 presso il teatro Masini di Faenza.

Ananas Blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: