Archivio | maggio, 2019

Made in Sud a sorpresa (scalettone never give up)

11 Mag

Trotta De Martino (da ilRoma.net)

Lo Scalettone (come viene definito il varietà comico di prima serata che dura fino a mezzanotte e oltre) non si arrende mai (never give up, come dice il titolo) nonostante le evidenze contrarie. In questa primavera 2019, l’edizione di Made in Sud, con l’innesto a sorpresa di Stefano De Martino, ha registrato risultati di ascolto ben oltre le previsioni, tanto da far optare la dirigenza di Rai Due per un prolungamento di 3 puntate (una di “il meglio di” + 2 in diretta, con conclusione lunedì 13 maggio (leggi articolo di Davide Maggio).

“Appuntamenti che suonano come un premio per la squadra di Made in Sud, che quest’anno ha portato ascolti di tutto rispetto alla rete di Carlo Freccero. Partita con uno share del 9.3%, la tredicesima edizione del programma (la nona se si contano solo quelle andate in onda su Rai 2) ha ottenuto una media dell’8.7%, toccando punte del 9.9% contro le fiction di Rai1 e i reality di Canale 5.”

A questo si può aggiungere una sostanziale tenuta di Colorado, sempre in edizione primaverile, con ascolti inferiori però alla corazzata Neomormonica (da Nando Mormone produttore del programma) e con l’eterna ambiguità dello spacchettamento tra “anteprima” e trasmissione vera e propria.

Le differenze sostanziali tra i due format stanno tutte nel tipo di energia. Quelli di Made in Sud hanno ancora “fame” (come si dice in gergo per sottolineare la forte motivazione) e probabilmente anche un po’ di orgoglio partenopeo; quelli di Colorado non ci credono più da tempo e timbrano un po’ malinconicamente il cartellino rassegnati a un prodotto finale così, così, come dimostrano certi clamorosi “omaggi non dichiarati” a pezzi di altri.  

Bisogna specificare che si tratta pur sempre di programmazioni ridotte, relative a 8/10 puntate l’anno, nulla rispetto all’inflazione di tempi passati da neanche troppo tempo, in cui la comicità pur agonizzante, era giunta alla punta massima dello sfruttamento commerciale.

Tutto ciò in un settore in cui la crisi del palco sembra sempre più stringente. Ecco, sarebbe interessante verificare l’impatto di un Colorado o di Made in Sud, nei confronti di chi ha partecipato. Ne vale la pena oppure stare a casa è la stessa cosa, anzi ne guadagna il fegato? C’è un impatto anche minimo su cachet e numero di serate?

Ah, saperlo!

Ananas Blog

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: