Archivio | gennaio, 2020

Enjoy la nuova trasmissione comica di Italia 1?

19 Gen
Francesca Manzini Instagram

Francesca Manzini Instagram (link al post)

Enjoy – Ridere fa bene, è una trasmissione in preparazione su Italia 1 e che sarà condotta  da Diego Abatantuono e Diana Del Bufalo (forse più da quest’ultima), in onda a febbraio 2020. Probabilmente si tratta del talent comico che era stato annunciato in modo assai generico alcuni mesi fa.

Notizie interessanti a riguardo sono arrivate da un post su Instagram (vedi qui) da parte di Francesca Manzini attrice comica in forte ascesa, nota anche per le imitazioni di Mara Venier, Simona Ventura, Asia Argento. Francesca farà parte del cast in tutte le puntate e nella foto posa sorridente di fronte alla scenografia della trasmissione.

Nel post sono citati come protagonisti anche Scintilla e Dino Abbrescia (Già Camera Cafè). Gli autori riportati sono Lucio Wilson e Fabrizio Testini (tutti e due della old school zelighiana), Fabio Alisei, Adriano Roncari.

Che si possa trattare di un talent è un’ipotesi valida. Wilson, Testini e la stessa Francesca Manzini, infatti, hanno fatto parte del progetto Amici Celebrities, una specie di talent alla Amici di Maria De Filippi in versione VIP. Per il resto si sa poco.

Intanto sono in dirittura d’arrivo i provini per la prossima stagione di Colorado, a Milano presso il Teatro PIME via Mosè Bianchi 94, il 21, 22, 28 e 29 gennaio. 

Ananas Blog 

Ricordando e riscoprendo Neil Innes

10 Gen
Neil Innes - Protest Song

Neil Innes – Protest Song

Ci ha lasciati da non molto Neil Innes cantante, musicista, comico, autore noto, tra l’altro, per le sue collaborazioni coi leggendari Monty Python. Tanto da essere riconosciuto dal gruppo stesso come “settimo Pyton”. I suoi inizi risalgono alla Bonzo Dog Band, un gruppo di rock psichedelico demenziale che partecipò anche a Do Not Adjust Your Set un programma per bambini che vedeva tra i protagonisti Michael Palin, Terry Jones ed Eric Idle che sarebbero diventati, appunto, nucleo dei Monty Python.

Innes era un talento eclettico la cui genialità si appoggiava su una forte preparazione musicale in grado di parodiare ogni genere e stile. Come nella formidabile Protest Song, scandita da orridi giri d’armonica e introdotta dalla fulminante dichiarazione d’intenti:

“I’ve suffered for my music and now it’s your turn.” 

Cambiando totalmente genere, non si può non ricordare l’unione tra Elvis Presley e Franz Schubert nella delirante Blue Suede Schubert (con echi di Roll Over Beethoven dei Beatles).

 

Invece prendendo di mira Elton John, Innes riesce a “rubargli l’anima” scrivendo una ballad  struggente anni ’70 che non avrebbe sfigurato in album come Goodbye Yellow Brick Road o simili, dove la parodia è spostata tutta sul look assurdo e gli occhiali a bicchiere.

Neil Innes fu anche l’artefice del singolarissimo progetto The Rutles, incredibile band parodia dei Beatles creata assieme al Python Eric Idle. Nacque all’interno della trasmissione Rutland Weekend Television e sfociò nel finto documentario All You Need is Cash, (PS con guest del calibro di George Harrison, John Belushi, Dan Aykroyd, Gilda Radner, Bill Murray, Ron Wood, Paul Simon, Mick Jagger…)

In questo caso da segnalare Cheese and Onions (formaggio e cipolle) cantata da un “John Lennon” ispirato e in preda a qualche trip psichedelico.

Insomma, Neil Innes se n’è andato ma il ricordo del suo genio è ancora vivissimo e, specialmente per noi italiani che l’abbiamo conosciuto poco, resta tutto da riscoprire.

Ananas Blog 

una Fantastica Michela Giraud per Amazon Prime

3 Gen
Un frame de La Fantastica Signora Giraud

Un frame de La Fantastica Signora Giraud

La Fantastica Signora Giraud è una web serie prodotta da Amazon Prime (il servizio di video on demand di Amazon) che vede come protagonista Michela Giraud, una delle più interessanti stand up comedian dell’ultima generazione.

L’operazione è di tutto rispetto poiché ha lo scopo di promuovere la terza stagione della serie tv La fantastica signora Maisel, storia ambientata alla fine degli anni ’50 in cui Miriam Midge Maisel  (una casalinga newyorchese di origine ebraica) ottiene un grande successo come stand up comedian.

“In occasione del lancio della terza stagione di #MrsMaisel, ci siamo chiesti cosa voglia dire per una donna fare stand-up comedy in Italia, oggi. Per trovare una risposta, abbiamo trapiantato a Milano il famigerato Gas Light di Manhattan in cui Midge si esibisce. E invitato Michela Giraud.” 

Il primo episodio “La dura vita del comico” (vedi qui) parla della durezza degli inizi con un parallelismo tra USA e Italia.

Il secondo episodio “Essere una comica donna” (vedi qui) ha una divertente digressione su tutti gli insulti ricevuti sui social (embedded qui sotto):

Il terzo episodio è “La famiglia” (vedi qui) in cui la Giraud racconta anche cosa significhi abitare a Roma Nord, con le reazioni dei genitori a una figlia comica.

Il quarto episodio è “i Ragazzi” (vedi qui) e compie una divertente panoramica sulla situazione sentimentale e i rapporti con l’altro sesso.

L’ultimo episodio uscito il 18 dicembre 2019  (vedi qui) s’intitola “L’amicizia” e, sempre partendo come spunto dalla “vita” di Mrs Maisel, giunge al ritratto delle terribili Psicofregne.

Bisogna dire che la performance di Michela Giraud è di ottimo livello come tempi comici (con uno stile personalissimo) e come presenza scenica e i testi sono molto belli, segnali questi di un’artista che è in crescita costante.

Interessante anche il fatto che una “major” come Amazon investa nella stand up comedy dopo che Netflix ha prodotto gli spettacoli di Saverio Raimondo, Francesco De Carlo ed Edoardo Ferrario.

Fantastica Giraud!

Ananas Blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: