Archivio | 001 Video RSS feed for this section

Fai ridere Max Giusti? in 1.30 secondi?

8 Mar
Max Giusti, Castaldo, Assante, Marzocchi

Max Giusti, Castaldo, Assante, Marzocchi

Teoricamente un talent comico è una delle cose di cui si sente meno la necessità, ma, per uno strano caso di “specchio riflesso”, a mano a mano che la cosa si evidenzia, i talent si moltiplicano. Forse qualcuno sbaglia, non si sa chi oppure è la frenesia da “ultimi giorni di Pompei”. Succede così che da Repubblica.it, i leggendari critici musicali Gino Castaldo e Armando Assante, lancino il talent “1.30: Fai ridere Max Giusti”, con la presenza della soubrette Gioia Marzocchi (vedi il video). In cosa consta?

“Ernesto Assante e Gino Castaldo presentano il nuovo webshow a caccia di comici, YouTuber, esordienti che in un minuto e trenta dovranno offrire il loro meglio per far ridere il conduttore, Max Giusti. A giudicare le loro performance sarà il popolo della Rete, che voterà attraverso Facebook. In studio anche Gioia Marzocchi, nei panni della “showgirl 2.0″. Inviate i vostri video girati con una webcam o con uno smartphone, con una videocamera o una cinepresa, purché della durata di un minuto e trenta secondi (non più lunghi né più corti) all’indirizzo 1.30@repubblica.it”

Notare tra i partecipanti Daniele Fabbri (che non ha bisogno di essere scoperto), il quale contattato in via privata ha precisato di non essere concorrente ma di essere stato chiamato come guest.

Ananas Blog

Annunci

Progetto Winter: il primo video della serie

11 Mag
L'immaginedi copertina della pagina Ufo presenta Winter

L’immagine di copertina della pagina Ufo presenta Winter

E’ uscito il primo video della serie Winter, un progetto voluto da Luca Tiraboschi, top manager tv (già direttore di Italia 1) e ora in forza a Video News. Tiraboschi è anche un raffinato creativo e sceneggiatore. La sua serie a fumetti Winter, composta di 6 albi, è una distopia in cui una parte del mondo conosciuto è dominato dai lupi. Winter, il protagonista, è il classico eroe diviso a metà, nella dicotomia tra essere umano e animale. Insomma, ci sono tutti gli elementi narrativi classici armonizzati con grande sapienza.

Il progetto è una storia parallela, composta di 4 video pubblicati sulla pagina UFO presenta Winter, in cui si mischiano stili diversi: fumetto, fiction, musica rap, fantasy, per raccontare cosa succeda a un gruppo di ragazzi “catturati” dalla lettura di Winter:

L'immagine d'anteprima del video

Fai click su qualunque punto dell’immagine per andare al video

Il primo video vede protagonisti Davide Colavini, Claudio Savina e il giovane rapper Desa, che viene proiettato in un non luogo da cui non sapremo come e se riuscirà a uscirne. Che cosa rappresenta? Forse la linea d’ombra che divide l’infanzia dalla vita adulta oppure la barriera oltre cui si realizzano le fantasie? Continua a leggere

una canzone con un messaggio di pace e fratellanza

11 Feb

In periodo sanremese, quando persino Aldo Giovanni e Giacomo tornano al passato e ripropongono lo sketch “Pdor, figlio di Kmer della tribù di Instar” torniamo indietro nel tempo, presentando la  arabeggiante Halle Masille, “Canzone registrata dalla Molto Recordings nel 2004 e sigla della trasmissione “Space Girls” su Happy Channel condotta da Omar Fantini. Autori Roberto Gavelli e Arnaldo Mangini.” I tempi non erano ancora avvelenati dalla arabo fobia e dalla profugo fobia come adesso e si poteva cantare liberamente così:

Il testo è significativo  e lo riportiamo in versione integrale:

Halle masille mahalle, Halle ma ho ci ci

Halle massille mahalle, Halle massille ma hell

Halle masille mahalle, Halle ma ho ci ci

Halle massille mahalle, Halle massille ma hell

halle halle halle, sille sille sille, halle, massille mahaillew

Halle halle halle, sille sille sille, istoillemahallemailiew!

Halle halle halle, sille sille sille, halle maissille mahalleiwskey

Halle halle halle, sille sille sille

Istoillemahallemastrotaaa

(x 2)

(in un punto imprecisato, dipende dalla sensibilità soggettiva, la canzone dovrebbe sprigionare una sensazione di datteri appena colti NDR). Segui Arnaldo Mangini su Facebook

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

Filippo Giardina intervista su futuro e stand up comedy

8 Set

GiardinaEcco un’interessante intervista video che ho fatto a Filippo Giardina, fondatore di Satiriasi e sicuramente la persona che più ha contribuito a portare la stand up comedy in Italia. Lo spunto per l’intervista nasce anche dai temi trattati nel seguente post di Ananas: leggi qui, in cui si parlava della necessità di sdoganare un po’ tutti i generi che fanno da corollario alla stand up (serie tv, sitcom, show, cinema, eccetera). Filippo era in ottima forma, sprizzante ottimismo condito da quella sottile patina di antipatia che lui stesso si vanta di possedere. Qui sotto il video (visibile anche direttamente su Youtube).

Una breve sintesi: Giardina ipotizza che andremo verso una comicità essenzialmente stand up, così come avviene negli altri paesi, mentre a mano a mano le “parrucche e i travestimenti” si vedranno di meno. Anche se il comico cabarettista avrà sempre una sua filiera lavorativa in contesti come, per esempio, le piazze, le convention, gli eventi, cose che non verranno in conflitto con la stand up. C’è un invito all’autoproduzione: il comico deve mettersi a lavorare (scrivere, produrre, creare, proporre). In un periodo di crisi come l’attuale si aprono delle praterie, poiché è risaputo che “c’è penuria di contenuti”.

Come esempio di pessima comicità video viene indicata la parodia che è un modo di usare idee altrui. Differenza tra cabaret e stand up? Chi fa stand up mette i suoi monologhi su Facebook orgoglioso di metterli. L’epic fail della satira italiana è avvenuta con l’editto bulgaro berlusconiano che ha estremizzato le cose (comici che fanno informazione, giornalisti alla Travaglio che fanno i battutisti). La satira deve prendersi meno sul serio. Il fatto che il crollo di realtà come Zelig portino a milioni di euro in meno nell’ambiente? Occorre un cambiamento: ci vogliono prime serate rinnovate con meno comici. Se fai una trasmissione con 40 comici e 3 minuti a testa il comico non conta niente e viene maltrattato. Invece in tutto il mondo l’intrattenimento è trainato dai comici in fatto di scrittura, creatività, interpretazione. L’Italia è rimasta così indietro che si aprono molte opportunità.

Messaggio finale: lavorate, scrivete, provate, create.

Roberto Gavelli Amministratore di Ananas Blog

le prove generali di I REC in LOVE

17 Apr
Peo Fallarino (Michael) e Clara Campi (Jessica)

Peo Fallarino (Michael) e Clara Campi (Jessica)

Il progetto I REC in LOVE, la sitcom patrocinata da Ananas Blog, con alcune significative innovazioni tecniche di linguaggio, sta procedendo. Ieri, giovedì 16, si sono tenute le prove generali, mentre la registrazione della pilota è prevista lunedì 11 maggio. I giovani protagonisti sono Peo Fallarino (Michael), Clara Campi (Jessica), Gloria D’Osvaldo (Daniela) + alcune guest di peso. Regia e produzione esecutiva: Namas. Location: Monza.

Gloria D'Osvaldo (Daniela) qui con Peo Fallarino (Michael)

Gloria D’Osvaldo (Daniela) qui con Peo Fallarino

C’è una quarta protagonista, questa volta non umana, cioè una fotocamera Reflex della Canon, che viene manovrata in continuazione poiché, come dice a un certo punto dello script Jessica, se la camera è accesa e uno entra nell’inquadratura è come se “avesse firmato la liberatoria”.

la crew aspetta che la "quarta protagonista" sia pronta

la crew aspetta che la “quarta protagonista” sia pronta

Ananas Blog (Bisognerebbe imparare come si sta al mondo, ma è molto meglio combatterlo)

sitcom Ananas: cercasi Daniela (non disperatamente)

16 Mar

 

un viso ipotetico di Daniela (dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

un viso ipotetico di Daniela (dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

Come succede a molti processi creativi, il progetto I REC in LOVE, la sitcom innovativa patrocinata da Ananas Blog sta prendendo un vento favorevole che ne sta velocizzando la preparazione. Da poco c’è stata la scelta dei due giovani protagonisti (leggi qui) vale a dire Clara Campi (Jessica) e Peo Fallarino (Michael) e l’individuazione del regista, il giovane e dinamico Namas. Tutti a bordo convinti dell’unicità dell’operazione, nata dalla necessità di sprovincializzare la creatività italiana. Tra gli interpreti manca una “casella” importante, la figura di Daniela, una ragazza sui 22 anni, che collabora coi due protagonisti nel loro lavoro di videomaker. Già ma chi è? Continua a leggere

la sitcom I REC in LOVE: scelti i due protagonisti

12 Mar

Due mesi fa veniva lanciato su Ananas Blog un “provino online” (che non doveva essere un trucco per acchiappare click) ma allo scopo di reperire i due protagonisti del progetto di sitcom I REC in LOVE (leggi qui il post). L’obiettivo finale è di sperimentare nuove forme di linguaggio in un settore (la sitcom) che potrebbe garantire tante opportunità sia creative che di lavoro, ma che in Italia è ridotto quasi a zero.

TRAMA – Jessica e Michael condividono lo stesso appartamento, inizialmente da amici. La sitcom inizia proprio dopo la loro prima notte d’amore. Sono colleghi, stanno lavorando a diverse produzioni video, come il clip di “Tofu Dittatura” dei fantomatici What-a-Fuck o il documentario “La vita segreta dei ragazzi oscuri”. La loro storia è contenuta tutta in una “memory card”.

un frame dal provino di Peo Fallarino

un frame dal provino di Peo Fallarino

I protagonisti sono stati individuati in Peo Fallarino e Clara Campi

Un frame dal provino di Clara Campi

Un frame dal provino di Clara Campi

Peo e Clara hanno la faccia giusta e quella freschezza e quell’entusiasmo che sono indispensabili a un progetto simile. I prossimi gradini sono quelli di completare il cast e di organizzare le riprese della puntata pilota.

Golden Globe, stiamo arrivando! # Dai che sprovincializziamo l’Italia!

Ananas Blog (Bisognerebbe imparare come si sta al mondo, ma è molto meglio combatterlo)

I provini per I REC in LOVE, sitcom “patrocinata” da Ananas Blog

16 Dic

 

dal sito di immagini gratuite Pixabay.com

dal sito di immagini gratuite Pixabay.com

Ananas Blog è sempre attenta alle innovazioni creative, visto che viviamo in un’Italia in cui la creatività comica sta viaggiando da tempo nel suo periodo più oscuro. A tal proposito, l’amministratore di Ananas sta lavorando a un progetto di sitcom dal forte contenuto innovativo. Si tratta di I REC in LOVE, che racconta le vicissitudini di una coppia di giovani videomaker. Ci sono alcune novità di linguaggio che non anticipiamo, sicuri (per il momento) di arrivare per primi anche rispetto agli “ammericani” (sssssh).

Per individuare la coppia di protagonisti con cui verrà girata la pilota, viene messo in atto un “provino online”, con caratteristiche “etiche” e a “chilometro zero”. Perché sottoporre i provinanti a durissime trasferte e a “mezze giornate” in cui se ne starebbero ammucchiati come bestie?  Soprattutto, perché usare i video dei provinanti per implementare format e portali che poco o niente hanno a che fare con il progetto vero e proprio? (vedi certi “Uffici Facce” NDR). Continua a leggere

Fuga di Cervelli: il trailer del film

8 Nov

E’ uscito il trailer di Fuga di Cervelli, di Paolo Ruffini, pellicola coprodotta dalla Colorado Film, che cerca di sommare i comici di Colorado (con l’aggiunta di Olga Kent) alle star di Youtube Frank Matano e Guglielmo Scilla. L’uscita è programmata per giovedì 21 novembre 2013. Ecco il trailer:

Difficile valutare qualcosa da un video di 2 minuti. sembrerebbe un mischione tra la goliardia di Amici Miei virato in chiave giovanile (c’è pure il paralitico sessuomane tipo conte Mascetti, del capitolo terzo); la trasferta inglese da parte di chi non sa la lingua (I Don’t Speak English dei Fratelli Vanzina), i giovani italiani buffi nel paese straniero (tipo Vacanze in America sempre dei Vanzina), ma anche di tanti cinepanettoni; la Patatona straniera e il Continua a leggere

Ananas Blog va in vacanza

26 Lug

l'Amministratore è già al mare...

l’Amministratore è già al mare…

E’ tempo d’estate, in cui la gente è meno connessa al computer e in cui tutte le produzioni comiche languono.

Ci rivediamo i primi di settembre, con tante novità e la realtà comico italiana raccontata nei dettagli.

La crisi c’è, ma la ripresa potrebbe essere (come sempre) dietro l’angolo. Combattere il declino è doveroso in tutti i settori anche in quello periferico del cabaret.

A tal proposito, il modo migliore di congedarsi è con un messaggio positivo.

Infatti ci è venuto a trovare Luciano Meringa, poeta della quotidianità, che ci ha voluto regalare il seguente aneddoto:

Ananas Blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: