Archivio | Zelig prima serata RSS feed for this section

Zelig, ultima puntata 2014

12 Dic
i telespettatori sono fuggiti in quella direzione

i telespettatori sono fuggiti in quella direzione

L’ultima puntata di questa strana 18esima stagione di Zelig, andata in onda l’11 dicembre 2014, ha realizzato 3.806.000 spettatori e uno share del 16,04%. Conduzione Alessia Marcuzzi (fresca sposa) e Raul Cremona. Ospiti Aldo Giovanni e Giacomo (in promozione col film di Natale) che verranno usati il più possibile e Mario Biondi. Qui il live su Tv Blog. Alessia e Raul iniziano con animazione sul pubblico, parte una clip del 1996, il primo minuto della prima stagione, entra Giovanni Storti che ripete la gag di allora. Paolo Arcuri a schiaffo. Maurizio Lastrico definito dalla Marcuzzi il più figo di tutti, con rime natalizie e scioglilingua.

Aldo Giovanni e Giacomo: sketch sui chirurghi, guest Gianluca De Angelis. Speed date con Marta e Gianluca (“Sei sadomaso?” “No, altoatesino”, “Il Camerun è tra il bagnum e il salottum”), guest Marcuzzi, Cremona. I Senso D’Oppio visual. Viene annunciata Sconsolata ed è un colpo durissimo: “Le mail sono anche le toil, a Mikonos nessuno mi conos 😦 l’irf, l’irpef, l’herpes, l’autoscazzo, la disinformatica 😦 touch screen: uno tace quando scriv, Wi Fi vuoi fai ciò che vuoi 😦 Cosmopulita, l’amore è eterno finché è duro.” Chiusura col consueto momento poetico. Continua a leggere

Zelig, la puntata del 4.12.2014 con Vernia e Capotondi

5 Dic

Speed Vernia Capotondi

La puntata 9 di Zelig, del 4 dicembre 2014, ha realizzato 3.611.000 telespettatori e uno share del 15,23%. Per la prima volta senza avere contro la fiction ammazza ascolti, della suora,  di Rai 1 (che ieri sera era in replica). Conduzione: Giovanni Vernia e Cristiana Capotondi. Ospiti: Gabriele Salvadores, in promozione all’interessante film fantasy “Il Ragazzo Invisibile”, Rocco Hunt e Francesco Renga. Qui su Tv Blog il live della puntata. Demasiado Corazon poi interazione tra conduttori (giovani e carini, puntano sulla tenerezza). I Beoni a schiaffo (battuta sull’onestà degli iuventini in area di rigore). Giuseppe Giacobazzi, monologo sulla rivista Men’s Health.

Paolo Arcuri a schiaffo (“E con le mani amore…” “Me so’ sempre trovato meglio”). Nuzzo e Di Biase a letto col tablet: “Mio marito è un pezzo di merda” (fischiano le orecchie a qualcuno NDR). Torna Giovanni Vernia in versione Johnny Groove, la Capotondi gli fa da spalla, interazione con Gabriele Salvadores e con tutto il pubblico (soggettiva schizzata di ciò che inquadra Salvadores con un I-Phone). I Senso D’Oppio col visual. Bonaria presa in giro di Vernia verso la Capotondi che sarà il leitmotiv della serata, assieme al concept: “Oh come siamo carini”. Continua a leggere

Zelig del 27.11.2014 con Hunziker, Forest e Gigi D’Alessio

28 Nov

Hunziker Mr Forest

La puntata di Zelig del 27 novembre 2014 ha totalizzato 3.700.000 telespettatori e uno share del 14,87%. Conduzione Michelle Hunziker e Mr Forest, ospiti Gigi D’Alessio, Nino Frassica e, clamoroso, Angelo Pintus stella di Colorado. In fondo neppure tanto clamoroso: Pintus a breve verrà lanciato come conduttore Mediaset. Qui il live della puntata su Tv Blog. Il “varietà con ospiti” va avanti. Chi ha vissuto gli anni d’oro del varietà a cavallo tra i ’60 e i ’70 non può che immalinconirsi. Da settimana prossima su Rai 1 non ci sarà più la fiction sbanca ascolti della suora.

Inizio con ben oltre 20 minuti di ritardo. Hunziker e Mr Forest (vorrei avere 2 lingue per limonarmi da solo) subito Gigi D’Alessio. Si cerca l’inizio scoppiettante di battute e gag visive di Mr Forest a getto continuo, tentando (forse) di fare la puntata record. Antonio D’Ausilio che fa un monologo su Gigi D’Alessio (per catturare il pubblico di Made in Sud dovrebbe fare battute meno “alte”, urlare di più e con più chiuse in napoletano stretto), pezzo sostanzialmente figlio di chi non ama la napoletanità (Gino e Michele e tutta la piramide autorale). Continua a leggere

Gigi, Gino e Michele (e io, tra di voi…)

25 Nov
Gigi Gino e Michele

da Facebook

Cosa succede a Zelig? La parata di vip di cui è infarcita l’ultima stagione, poteva non andare al recupero di qualche spettatore di Napoli e della Campania, strappandolo a Made in Sud? Questa foto presa da Facebook è un documento sensazionale. Chi è il cantante che inizia per Gigi (ma non finisce per Ross) tra Gino e Michele? Perché i due sembrano fingere di non conoscerlo? Ananas Blog è riuscita a captare il dialogo telepatico tra il Mozzati e il Vignali e ve lo ripropone.

MICHELE – Oh Signùr, sun chi col Gigi D’Alessio, io che sono un fan del Roberto Vecchioni e di tutta la poetica tardo milanese cantautorale, che affonda le radici anche nella tradizione, a partire da La Balilla, passando per il Nanni Svampa, i Gufi, Iannacci che poi sfocia in Luci a San Siro, il Re non si diverte, Canzone per il Sergio e per la Laura, Samarcanda…

GINO – Michele, potresti almeno evitare di fare l’aria schifata? Non la facevi dal 1987 quando quella tipa si rivelò un travestito… Tu c’hai sempre il sorriso bonario anche quando lo metti in quel posto a qualche comico minore mentre ci bevi una birra e lo illudi su cose che non si realizzeranno mai.  Continua a leggere

Zelig del 20.11.2014 con Teresa Mannino e Gerry Scotti

21 Nov
il bacio saffico è servito (Raùl Boooooooova)

il bacio “saffico” è servito (Raùl Boooooooova)

La puntata di Zelig del 20 novembre 2014 ha totalizzato 3.565.000 telespettatori e uno share del 14,86%, in flessione rispetto a alla settimana scorsa. Conduzione Teresa Mannino e Gerry Scotti, ospiti Paola Cortellesi e Raul Bova (in promozione col film “Scusate se esisto”) Linus e il rapper Shade. Qui il live della puntata su Tv Blog. Si inizia col bacio tra Scotti e la Mannino (in abito bianco sfolgorante con spacco sulla schiena, ottima forma fisica) che tenta di emulare quello tra Baudo e la Littizzetto. Poi lei chiede a Gerry di salutare tutti i parenti siciliani (c’è tutto un mondo dietro ciò: “Oh, vengo dalla provincia, oh guardate faccio tv coi personaggi famosi, oh, sono siciliana…”).

Paolo Arcuri a schiaffo. Ale e Franz i due anziani (perché strisci i piedi, hai le scarpe in pitone?) con guest Gerry Scotti che lo scambiano per Paolo Bonolis, poi la gag si trasforma in un quiz (tanto per dire: “Oh, siamo nazional popolari, guardateci, che arriveranno tante cose nazional popolari”.). Antonio Ornano che parla dei figli con grande energia anche se poi, all’osso, è un solito monologo di cabaret. I Beoni a schiaffo. Continua a leggere

Zelig del 13.11.2014 con Ficarra e Picone e Ilary Blasi

14 Nov
la bizzarra anteprima scalda pubblico (com'è anni '50 Valentino Picone vestito da presentatore!)

la bizzarra anteprima scalda pubblico (com’è veeeeecchio Valentino Picone vestito da presentatore!)

La puntata di Zelig del 13 novembre 2014 ha totalizzato 3.890.000 telespettatori e uno share del 15,92%, si tratta del record stagionale. Conduzione di Ficarra e Picone con Ilary Blasi, ospite Elisa. Qui il live su Tv Blog. Inizio con quasi 20 minuti di ritardo, ma prima la bizzarra anteprima dei conduttori che fanno “scalda pubblico” con l’inizio tagliato (imparassero la regia da Made in Sud, almeno). Ficarra e Picone tentano di darsi un brio rispetto ai loro tempi dilatati e surreali (come settimana scorsa Ale e Franz) arriva Ilary preceduta da battute sarcastiche. I Beoni a schiaffo. Andrea Perroni i romani ai concerti. Tra il pubblico Mario Biondi.

Mr Forest, col gioco di magia + battute + battute laide (comprese le allusioni a “leccare e ingoiare”); Giuseppe Giacobazzi con un monologo vintage sulla Diane; Ale e Franz coi due anziani, uno lentissimo (ti han legato le scarpe tra di loro? Se fai una rapina in banca, quando esci l’euro è fuori corso) guest Valerio, un boy scout 50enne; Paolo Arcuri a schiaffo. Ilary bersaglia Ficarra. Continua a leggere

Zelig la puntata del 7.11.2014 al venerdì con Ale e Franz e Ambra

8 Nov

Ale e Franz e Ambra

La puntata di Zelig del 7 novembre 2014 ha totalizzato 3.065.000 telespettatori e uno share del 12.23% (qui il live su Tv Blog). Conduzione Ale e Franz e Ambra Angiolini, con ospiti speciali Enrico Ruggeri, Alessandra Amoroso e Nino D’Angelo, più le pallavoliste azzurre Cristina Chirichella, Noemi Signorile e Valentina Diouf. In onda eccezionalmente il venerdì per far dire: vabbè, le abbiamo provate tutte. Che sia arrivato il momento di chiudere la baracca e/o di trasferirla tutta in seconda serata?

Inizio con ben 18 minuti di ritardo, Ale e Franz tentano di darsi un brio rispetto ai tempi dilatati e surreali della loro comicità, Ambra tenta di darsi brio, I Beoni a schiaffo (sarebbe interessante sapere quanto rende in termini di serate e cachet, ai Beoni, il fare Zelig NDR) Mr Forest con la consueta accoppiata battute a raffica e gioco di magia (sarebbe interessante capire quale sia la necessità di Mr Forest di fare un’ennesima puntata di Zelig NDR), Maurizio Lastrico che fa un monologo sulla crisi ma girato verso il due di picche femminile (TFR: Trattativa per Fare Rapporto, gli impianti foto vulvaici). Marta e Gianluca col dating (“Piacere, Camilla e tu?” “Tegolino”), guest Ale e Franz. “Siamesi? Sono più di sei mesi…” (Made in Sud docet?) + Ambra. Continua a leggere

Zelig, la puntata del 30.10.2014 con Morandi e Geppi Cucciari

31 Ott
un evidente gap di vitalità artistica

un evidente gap di vitalità artistica

La puntata 4 di Zelig, del 30 ottobre 2014, a conduzione Gianni Morandi e Geppi Cucciari, ha totalizzato 3.757.000 telespettatori e uno share del 15,77% col record stagionale. Qui il live su Tv Blog.  Parte l’anteprima e Geppi (in forma fisica e in promozione col musical La Famiglia Addams) fa subito una battuta su Morandi rimbambito 😦  poi si collegano via telefono con Albano, ma la regia bastarda taglia la gag mentre il cantante di Cellino San Marco sta ancora parlando. Dopo Demasiado Corazon Geppi fa subito una battuta su Morandi anziano, poi una battuta sulle mani grandi 😦 poi fa una battuta su un titolo di canzone (La Fisarmonica). Morandi va sul pubblico e canta “Vita” rianimando la scena. I Beoni a schiaffo. Morandi cita la copertina di “Una donna per amico”, Geppi non raccoglie, tenta una battuta, ma non arriva.

Ale e Franz i due anziani, Morandi fa la guest rimanendo se stesso, con grande naturalezza, Paolo Arcuri a schiaffo, torna il Duo Idea che rende un omaggio a Gianni Morandi che si unisce a Il Coccodrillo Come Fa, cantata come Uno su Mille (divertente), Geppi fa battute su Morandi anziano (usi ancora il fonogramma) poi si parla di M. su Facebook tentando di perculare le foto, altre  battute su M. anziano (prende medicinali per la memoria), Giovanni Vernia imita Mika con guest di Enzo Paci come tutor, poi cantano “Si può dare più relax”. Continua a leggere

Zelig, la puntata del 23.10.2014 con Brignano e Gerini

24 Ott
prima inquadratura: una mano su una tetta (metafora del rapporto con lo spettatore?)

prima inquadratura: una mano su una tetta (metafora del rapporto con lo spettatore?)

La puntata 3 della 18esima stagione di Zelig, 23 ottobre 2014, ha totalizzato 3.382.000 telespettatori e uno share del 13,71%, in risalita rispetto a settimana scorsa, ma inferiore alla puntata d’esordio. Conduzione di Enrico Brignano e Claudia Gerini. Guest di Claudio Bisio che è in promozione col film “Confusi e Felici”. Qui il live su Tv Blog.

Si comincia con 14 minuti di ritardo. Ma la prima inquadratura era dietro le quinte: Brignano tocca una tetta alla Gerini (cominciamo bene). I Beoni a Schiaffo; Andrea Perroni i romani ai concerti, con la guest di Federico Zampaglione (marito della Gerini) che imita anche Califano. Quartetto romano sul palco. Perroni imita Brignano. Pajata per tutti. Zampaglione fa un po’ di autopromozione ai suoi concerti. Il romano Paolo Arcuri a schiaffo. Mr Forest che fa un lungo gioco, tenta di prendere in giro Brignano, ma la cosa gira un po’ a vuoto, viene accolta con un misto di fastidio e indolenza romana, con un sottofondo di “Io vengo dalla scuola di Gigi Proietti, tu no”. Continua a leggere

Zelig, perché non chiamare le “seconde linee”?

18 Ott
 (dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

(dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

L’edizione numero 18 di Zelig sembra avviata a una sorta di tonfo clamoroso. Allora perché non fare una cosa brillante, cioè dare più spazio e/o richiamare le “seconde linee zelighiane”? Sembrerebbe ormai quasi chiaro che la conduzione coi vip che ruotano appesantisce tutto. Sembrerebbe quasi inutile l’ennesimo passaggio tv di Bertolino, Vergassola, Gene Gnocchi e company (non ne hanno bisogno). Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: