Tag Archives: Adriano Celentano

Un Sanremo “Fantastico”

20 Feb

Morandi Canalis vs De Niro

La riuscita edizione di Sanremo 2011 a tratti, in certi passaggi, ha ricordato l’indimenticabile Fantastico 8 con Adriano Celentano (correva l’anno 1987), la trasmissione che ruppe tutti gli schemi del sabato sera televisivo.

Fu il Mistero Buffo del varietà e, non a caso, prese i complimenti da parte di Dario Fo.

Ci furono le pause, le prediche, l’invito a scrivere “La caccia e contro l’amore” (“è” senza l’accento) sulle schede elettorali, il famoso monologo sui Figli della Foca, l’invito a spegnere la tv per 5 minuti, cosa che fecero in 8 milioni, eccetera, eccetera.

A Sanremo ci sono state situazioni anomale per quel tipo di evento, come per esempio la satira di Luca e Paolo, mentre in Fantastico 8 l’eccezione era la regola.

Se Benigni ha catturato 19 milioni di telespettatori con 50 minuti di monologo sull’inno nazionale, Celentano fece di meglio: mandò in onda lo shockante monologo di Franca Rame sullo stupro che inchiodò al video 12 milioni di telespettatori (guarda il filmato). Un autentico cazzotto nello stomaco…

Nelle gaffe di Morandi c’è qualcosa dell’anticonformismo assurdo con cui Celentano intervistava gli ospiti. Prendiamo il bellissimo nonsense nell’intervista di Morandi e della Canalis a Robert De Niro (nel video al minuto 8.13):

Morandi dice: «A me piace moltissimo Taxi Driver.» Poi si rivolge alla Canalis per chiedere la traduzione in inglese: «Come si dice Taxi Driver?»

E la Canalis: «Taxi Driver».

Sublime! Fa il paio col capolavoro di Celentano, che mentre intervistava la cantante Apollonia le disse:

«Tu Habla espanol?»

«Sì»

E lui, indicando uno dell’orchestra «Anche quello lì!» (Ah! Ah! Ah!)

Da ricordare anche la strepitosa, lunghissima, incongruente intervista ai Bee Gees (guarda il video) in cui ci sono perle di questo tipo:

(Celentano porgendo il microfono a Barry Gibb) «Questo serve per parlare».

Oppure: «Vorrei sapere una cosa: chi di voi è Gees?»

Oppure, (indicando Barry Gibb): «È il barbone quello che canta?»

Presentando Terence Trent D’Arby lo chiamò Tri Trac Trullallà.

Insomma, anche se fu criticato ferocemente, uno degli show più belli di tutti i tempi…

Celentano intervista i Bee Gees

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: