Tag Archives: Bananas

Il lato oscuro di Zelig: le “vittime”

29 Nov

zelig-black

Questo articolo fa parte delle celebrazioni per i 20 anni di Zelig, del quale la cosa più interessante è indubbiamente il lato “nero”. Il 1° dicembre inizia la prima delle quattro puntate di Zelig Evento, ma questo non è interessante (il prossimo comico è… eccetera, eccetera). Il lato “dark” è una creazione originale dei leader Gino Vignali e Michele Mozzati (Gino & Michele) cui i quadri minori si sono adeguati. Per comprendere questo post occorre aver letto: I comici trattati come bambini…Cosa significa trattare i comici come bambini? Significa nascondere delle informazioni, tenerli all’oscuro, a volte mentire apertamente allo scopo di ottenere qualcosa da loro.” E aver letto anche Il lato oscuro di Zelig: cattiveria o necessità di management? “Ai comici Zelig venivano somministrate dosi di dolore e sofferenza inutili, inutili poiché non servivano a migliorare lo show, piuttosto sembravano inflitte senza uno scopo pratico”.

LE VITTIME il sistema Zelig, basato su tre pilastri (1. Tenere le persone nel mistero, 2. Indurre frenesia produttiva, 3. Infliggere sofferenza emotiva non necessaria) provocava delle vittime. Era inevitabile. Qualsiasi sistema ne crea un certo numero. Però ci sono delle caratteristiche che sono tipiche della vittima zelighiana:

  • Può essere un bravo comico oppure un comico improbabile, non importa. 
  • Deve avere l’ansia di raggiungere ciò che non raggiungerà mai.
  • Deve starci male, essere sottoposto a periodici up and down di umore.
  • Deve tornare periodicamente, seguendo certi input che gli vengono dati.

La vittima può uscire per certi periodi dal suo status, ricaderci ogni tanto o non caderci più (in alcuni casi, andarsene gli risolve la crisi e spalanca le porte al successo personale). La vittima può anche andare in televisione (a sprazzi) ma ciò, strano a dirsi, lo vittimizza ancora di più. I casi peggiori, ovviamente, sono quelli cronici.  La Direzione Artistica ha già deciso che non punterà su di loro, ma li guarda agitarsi, dibattersi anche per lunghi periodi (anche per 10 e più anni) senza intervenire. Anzi, la Direzione Artistica sembra fare il necessario per spingere quelle persone verso lo status di vittima cronica.

Requisiti: per fare sì che il “mercato delle vittime” prosperi occorre non provare empatia verso le persone. L’ideale sarebbe percepirle come sagome di cartone intercambiabili. Se ci fosse empatia ci sarebbe rispetto e ognuno riceverebbe le informazioni giuste (tu ci interessi, tu no, tu torna tra un anno, tu farai 5 puntate, tu 10…) e ognuno potrebbe metabolizzare i dati di fatto. La vittima invece è costretta a metabolizzare le false speranze. La dirigenza sublima tutto ciò nell’aggettivo “stronzo”. Essere “stronzi” è qualcosa di cui in fondo ci si compiace, anche se potrebbe nascondere (non lo sapremo mai) una cattiveria d’animo molto meno simpatica. Continua a leggere

Zelig, prossimamente al cinema

23 Ott

Coming Soon

Zelig ha sempre avuto un rapporto difficile col cinema, diversamente da Colorado che suddivide il proprio fatturato tra trasmissione tv e incassi al botteghino (spesso con attori provenienti dalla trasmissione). Il colpo di fulmine non è mai scattato, fin dal deludente La Grande Prugna, passando per le prestazioni così, così di Ale e Franz, per la sostanziale fuga di Checco Zalone dallo staff autorale zelighiano (vedi regia di Gennaro Nunziante), fino all’insuccesso di Giovanni Vernia che ha bloccato una possibile serie di collaborazioni proprio con la Colorado Film. 

Peccato, il cinema poteva essere una “valvola di sfogo” poteva costituire un “piano b” all’ormai stanco cabaret televisivo di prima serata. Questo a livello produttivo, per gli autori, per i comici. Però, mai dire mai. Non è detto che il gigante ferito non si rimetta in piedi e inneschi nuove energie. Sul sito di Zelig Bananas, infatti, c’è una sezione cinema (vedi qui) su cui campeggia la scritta “Coming Soon” che vorrebbe dire “prossimamente”.

Sì, ma prossimamente cosa? Un progetto coi comici Made in Zelig? Un sunto di tanti anni di arte comica masticata e assimilata fino a capirci qualcosa? Del film o dei film “coming soon” Zelig si sa poco. Secondo un lettore del blog, Bananas sta interagendo con la Lumière Film di Lionello Cerri, l’Anteo di Milano, eccetera e che ci sarebbe qualche copione in preparazione. Mistero…

Ananas Blog (Long May You Run)

scoop certo, anzi probabile, anzi gossip

28 Feb

La seguente notizia è frutto di voci non controllate, di gossip quasi allo stato puro.  Però va riportata perché un senso ce l’ha, non sembra campata per aria, anzi. Sarebbe stata detta da un alto dirigente di Zelig – Bananas, captata da un autore Zelig e, si sa, gli autori parlano, parlano, parlano (scrivessero ogni tanto).

Insomma, la notizia è questa: è stato chiesto a Claudio Bisio di condurre la prossima edizione di Zelig in prima serata (cosa che si sapeva già) e lui avrebbe risposto chiedendo un “cifrone esagerato”, di quelli che spari quando vuoi farti dire di no perché non sei interessato. Ovviamente l’effetto finale è stato: niente Claudio Bisio.

La cosa, appunto, non è campata per aria perché Claudio Bisio tornando a Zelig si “deprezzerebbe” artisticamente, rifacendo cose già viste, in un contesto che non attira più il pubblico di una volta. I cavalli di ritorno di solito funzionano poco. Anche se il cifrone di cui si parla potrebbe essere un modo per tirare sul prezzo e portare a casa più soldi possibile. Ma il ritorno di Bisio sarebbe un segnale di debolezza: non ce l’ho fatta a sfondare in altri contesti (cinema e teatro) e torno  a farmi una “pera di ascolti e di cachet”.

Su Zelig grava il flop di Zelig Uno e una inondazione di puntate di Colorado e Made in Sud da qui all’estate (quasi una trentina) che altro non sono che Zelig di serie B o C. Insomma, comunque il pubblico arriverà all’autunno 2014 con i varietà comici che escono loro dalle orecchie.

Che fare? Iniziare a togliere il piede dall’acceleratore o rilanciare con un’altra alluvione di puntate? Intanto gli autori parlano, parlano, parlano…

Ananas Blog

Area Zelig: la carica dei format

19 Set

Area ZeligLa 27esima stagione di Zelig Cabaret, presso la sede storica di viale Monza 140 – Milano, apre con una sorta di rilancio creativo: saranno avviati diversi laboratori tematici, che andranno ad affiancare le registrazioni di Zelig One (ex Zelig Off), oltre al tradizionale Laboratorio Artistico, Zelig Hard e Zelig in English e a una programmazione di comici principalmente Zelig/Colorado (vedi programmazione). Vediamo quali sono questi progetti/laboratori pilota (Carla, il laboratorio di satira, ha invece concluso la sua esperienza):

LE SCEMETTE – “Una sketch comedy italiana nata dagli autori Giovanna Donini e Marco del Conte, che vuole rappresentare in modo satirico e grottesco la vita quotidiana delle donne, sfruttando stereotipi e archetipi fissi nel tempo e rappresentandone vizi e virtù… Sono sette donne e compongono il cast fisso: Rossana Carretto, Alessandra Ierse, Laura Magni, Cinzia Marseglia, Viviana Porro, Nadia Puma e Alessandra Sarno.”

PSYCO – “Ideato dall’autore televisivo Renato Trinca, il laboratorio Psyco porta con sé l’idea di fare della satira sulla Continua a leggere

tornano Ale & Franz con Buona la Prima!

11 Mag

buona la primaDomenica 19 e lunedì 20 maggio, sul palco di Zelig, viale Monza 140 Milano, ci sono le prove aperte, in previsione delle riprese della nuova serie di Buona la Prima, con Ale & Franz, lo show-sitcom basato sull’improvvisazione (vedi sito AreaZelig), già andato in onda dal 2007 al 2009. Assieme ad Ale & Franz ci saranno il bravissimo Alessandro Betti e Katia Follesa, l’unica conduttrice comica che nell’ultimo anno abbia fatto vedere qualcosa di interessante. Ci sarà anche la new entry Maurizio Lastrico (anche qui ottima scelta).

C’è da augurarsi che le prove aperte non vengano usate per far girare comici (che vengono a loro spese, davanti a un pubblico pagante) che poi si illudono di essere presi in tv, ma che poi vengono lasciati fuori (ci hai aiutato a testare il format, ma adesso ciao). Certe abitudini sono dure a passare.

Buona la Prima ha avuto dei risultati buoni, ma è stata penalizzata dall’inserto pesante di tutti il mondo “vip farlocco italico Mediaset”, che non fa ridere e rappresenta solo se stesso. Basti citare le seguenti guest: Laura Barriales, Anna Falchi, Emilio Fede, Melita Toniolo, Elisabetta Canalis, Magda Gomez, Alena Seredova, Paola Barale, Marco Mazzocchi, Lucilla Agosti, Marco Materazzi, Belen Rodríguez, Mauro e Mirco Bergamasco (i rugbisti sono diventati pop), Giorgia Palmas, Sandro Piccinini, Cristina Chiabotto, eccetera eccetera.

Una simile zavorra abbatterebbe qualsiasi share, anche quello del Commissario Montalbano.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Comici travolti dallo Tsunami Beppe Grillo?

23 Feb
Siamo il cabaret, il potere non ci teme...

Siamo il cabaret, il potere non ci teme…

Mi chiamano addirittura al mattino prestissimo per lamentarsi del fatto che, guardando Facebook, sembra che un sacco di comici stiano diventando degli attivisti del Movimento 5 Stelle. “Ma se in questi anni se ne sono stati sempre zitti verso il potere, tutti lì a strisciare per fare tv, a censurarsi da soli, per non rompere le scatole a nessuno, nella speranza di arricchirsi” è il corollario dell’invettiva. Torno a dormire una mezzora poi mi alzo e accendo il computer. Sì, in effetti sembra così. Qualche onda dello tsunami grillino sembra arrivata anche nel mondo del cabaret.  

Per esempio il comico di Zelig Giancarlo Kalabrugovic ha messo nella copertina del suo profilo Facebook la foto del “Mandiamoli tutti a casa” e nela foto del profilo il logo dell’M5S. Con tutto l’affetto del mondo verso questo simpatico comico, ma si potrebbe obiettare che portare per anni un personaggio fatto di tormentoni, giochi di parole, rumori di scooter, imitazioni di Continua a leggere

di quale Fantozzi sei?

11 Gen

Gino Vignali è: il Visconte Cobram

il Gran Mascalzon Visconte Cobram

Il microcosmo che ruota attorno a Zelig, a volte sembra un misto tra Fantozzi e Kafka (con spruzzate di Truman Show). Se vogliamo parlare dell’aspetto fantozziano, sicuramente ci sono i Megadirettori Galattici, i Filini entusiasti organizzatori di tragico lavoro gratuito, i Calboni (sottomessi, ma forti coi deboli, che se sono a “capocordata” scaricano su quelli che stanno sotto), c’è qualche signorina Silvani, eccetera eccetera.

Così risulta chiaro che Gino Vignali, il Capo Decisionista di Bananas Zelig, assomiglia molto al famosissimo Visconte Cobram, leggendaria figura di cattivo di “Fantozzi contro tutti”.

Il Visconte Cobram, da giovane mediocre ciclista Continua a leggere

Zelig Off, puntata numero 7

12 Dic

Zelig Off, buona la settima

Ieri sera si è consumata la settima puntata di Zelig Off, la “trasmissione  purgatorio” che più di ogni altra ha consumato la vostra creatività e vi ha resi insicuri e Zelig dipendenti (una settimana fa eri pronto, adesso non sei più pronto, devi fare un altro anno di laboratorio…). Ma bando alle ciance, vediamo i contenuti:

Rita Pelusio, lancia gli interventi a schiaffo con “è arrivata la Giovanna”, “Momento di utilità sociale”, sembra la versione femminile del Ghirlanda (Beppe Ferrara) di Colorado. Non è un clone, ma quasi (sono le scelte artistiche inesplicabili del gruppo creativo più insicuro della Terra). Bear Teddy raggiunge un buon numero di puntate. Andrea Carlini a schiaffo (viene detto il nome, addirittura pronunciato in modo chiaro!).

I Sequestrattori con le differenze Continua a leggere

la supercazzola autorale

30 Nov

Tognazzi e la supercazzola

Un documento sensazionale, che tutti devono conoscere!

8 Ott
Scrivo questo post in uno stato di tensione intollerabile.
Non chiedetemi come, ma qualcuno mi ha fatto pervenire un documento segreto, che nessuno avrebbe dovuto vedere.
Si tratta delle istruzioni che Bananas srl ha consegnato al suo legale e che descrivono, nel dettaglio, il tipo di trattamento da riservare ad Ananas Blog.
Forse oggi è possibile rendere pubblici certi documenti, domani non si sa…
ATTENZIONE: IL SEGUENTE DOCUMENTO, PER I SUOI CONTENUTI BRUTALI, POTREBBE URTARE FORTEMENTE LA VOSTRA SENSIBILITA’. FATE CLICK QUI IN BASSO, PER VEDERLO, IL BLOG DECLINA OGNI CONSEGUENZA POSSA CAPITARVI.

guarda il documento segreto

Ora vado a trasferirmi all’estero.

L’Amministratore di Ananas Blog (è un lavoro pulito,ma qualcuno lo deve fare)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: