Tag Archives: Comici

… cosa aspettate ad agire?

11 Lug
La desertificazione era prevedibile (dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

La desertificazione era prevedibile (dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

Ricevo l’ennesima lamentazione sul lavoro che non c’è. Assisto all’ennesima lamentazione pubblica sul lavoro che non c’è. Vengo a conoscenza dell’ennesima situazione precaria o disperata, anche (o soprattutto) per il lavoro che cala sempre di più.

“Ci sono poche serate” è il succo del discorso, anche se c’è poco in generale. Ma le serate sono il motore di tutto. Alla fine si va in televisione per quello, no? Sono la benzina nel motore del comico.

Rispondo, commento, considero che l’attuale situazione era facilmente prevedibile già quattro anni fa, in pieno delirio comico cabarettistico. Aggiungo che certe situazioni sono state anticipate da Ananas Blog, scritte, analizzate, alla nausea. E’ innegabile, sono cose risapute, non c’è alcun compiacimento. Manco l’antipatia del “Io l’avevo detto”. Continua a leggere

Annunci

le regole di Facebook per aspiranti comici

17 Dic

social-network-76532_640

Ogni comico deve saper usare Facebook nel modo corretto. Questo popolarissimo social network, può essere un importante strumento di promozione personale. Inoltre può “posizionare” l’artista nel ruolo esatto che gli compete. E’ importante, allo stesso modo, non commettere errori grossolani. Vediamo quindi le regole basilari:

FOTO COI VIP#

il comico che si imbatte in un vip durante una registrazione televisiva o anche uno spettacolo dal vivo o altro evento deve far sapere la cosa alla “community dei comici”  seguendo questi accorgimenti:

– E’ assolutamente sconsigliato pubblicare un album intero. La foto col vip dev’essere singola. Al limite si possono postare due foto, non di più.

– La foto deve avere una definizione bassa, leggermente sgranata. Impostate la camera del cellulare al massimo su 3 megapixel, per dare l’idea della casualità, del “passavo da qui”.

E’ assolutamente vietato taggare Continua a leggere

C Factor: il talent per comici, su Rai 1

25 Lug

Ananas Blog è quasi in vacanza, comunque vale la pena di segnalare la preparazione di “C Factor – non ci resta che piangere”, un talent per comici che andrà in onda tra dicembre e gennaio, su Rai 1 (leggi articolo su TvBlog), con 4 puntate di prova condotte da Gabriele Cirilli. La formula sarebbe quella dei “tre giurati” (uno sarà Carlo Conti) come x-factor, the voice e Italia’s got talent.

‘I concorrenti saranno scelti (i provini sono già iniziati) “soprattutto con i video mandati via web. E poi in giro per l’Italia nelle piazze”. L’intento del comico, diventato popolare con il tormentone ‘Chi è Tatiana?’, è il seguente:

“Mi piacerebbe davvero offrire un’occasione a chi ha talento. Ogni giorno ricevo decine di lettere di ragazzi che mi chiedono consigli su come cominciare, su cosa fare per avere successo. (…) Bisogna studiare. Molti hanno una visione un po’ distorta, non bastano tre minuti a Zelig. Quello, al massimo, può essere un punto di partenza.”‘

La difficoltà di conoscere i provini è il “punto dolente” della comicità italiana. In un passato sondaggio di Ananas Blog, le informazioni sui provini erano state considerate al primo posto da “ciò che ci si aspetta dal web” (vedi articolo). Ovviamente sui provini di C Factor non si sa molto ;).

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Carletto Bianchessi: le cose belle della vita

30 Mag

Bianchessi!Carletto Bianchessi ha pubblicato il nuovo video sul canale Youtube Inno alla Vita, dal titolo “Le cose belle della vita”. Soffuso di luce quasi spirituale, Bianchessi regala col suo modo sempre originale alcuni suggerimenti su come affrontare  al meglio la giornata.

Si parte dagli scenari bucolici di campagna, il rapporto con la natura, per finire tra la folla che, in qualche modo, va aiutata a essere più consapevole.

Ecco il video, ovviamente imperdibile:

Carletto Bianchessi Inno alla Vita fa parte del Video Blog Project. Il Video Blog Project è un aggregatore di contenuti video. Diventerà un magazine di comicità utile.

Suggeriamo anche le recensioni libri di Roberto Mercadini.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Carletto Bianchessi – Inno alla Vita, è tra noi!

11 Apr

fa

E’ appena stato aperto il clamoroso canale YouTube “Carletto Bianchessi” (Inno alla vita),  gradino d’inizio del Video Blog Project, progetto voluto da Ananas Blog. Bianchessi è il primo perché serve un grande comico per avviare qualcosa di innovativo. Egli proporrà il suo “Inno alla Vita” fatto di filosofia fulminea, consigli quotidiani, punti di vista surreali, sorretto da una simpatia travolgente che, non per questo, rinuncia alla profondità di pensiero. Tenterà di insegnarci che la vita va affrontata con energia e vitalità.

Vai al canale YouTube Carletto Bianchessi Inno alla Vita.

Lo sbarco dei comici nel mondo degli youtuber è un passaggio obbligato, data la potenza di questo mezzo espressivo e (in parallelo) il restringimento della visibilità televisiva. Naturalmente occorre adattarsi alla specificità di YouTube e dei social network a esso correlati.

Aprendo il canale YT “Inno alla Vita” parte in automatico il video promozionale: un vertiginoso e sensazionale piano sequenza casalingo, spettacolare antidoto alla banalità della routine domestica. (Vedi il video di presentazione canale YouTube). Poi c’è il primo video tutorial: consigli su come iniziare la giornata.

Guarda il video “consigli su come iniziare la giornata”.

Fan Page Facebook: www.facebook.com/carlettobianchessi

Bianchessi, da grande comico quale è, forte di una carriera di 30 anni, ha saputo reinventarsi, lasciando da parte il repertorio per tentare di comunicare qualcosa di personale al pubblico. Ovviamente arriveranno altri video, a cadenza settimanale o quasi. Un ringraziamento speciale va allo YouTuber Mannes Chiarini che sarà parte integrante della produzione.

Sulla natura del Video Blog Project, le sue finalità, il modo in cui intende operare, tutte queste cose verranno chiarite piano piano. E’ comunque un gran giorno ;).

Roberto Gavelli Amministratore Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Comici travolti dallo Tsunami Beppe Grillo?

23 Feb
Siamo il cabaret, il potere non ci teme...

Siamo il cabaret, il potere non ci teme…

Mi chiamano addirittura al mattino prestissimo per lamentarsi del fatto che, guardando Facebook, sembra che un sacco di comici stiano diventando degli attivisti del Movimento 5 Stelle. “Ma se in questi anni se ne sono stati sempre zitti verso il potere, tutti lì a strisciare per fare tv, a censurarsi da soli, per non rompere le scatole a nessuno, nella speranza di arricchirsi” è il corollario dell’invettiva. Torno a dormire una mezzora poi mi alzo e accendo il computer. Sì, in effetti sembra così. Qualche onda dello tsunami grillino sembra arrivata anche nel mondo del cabaret.  

Per esempio il comico di Zelig Giancarlo Kalabrugovic ha messo nella copertina del suo profilo Facebook la foto del “Mandiamoli tutti a casa” e nela foto del profilo il logo dell’M5S. Con tutto l’affetto del mondo verso questo simpatico comico, ma si potrebbe obiettare che portare per anni un personaggio fatto di tormentoni, giochi di parole, rumori di scooter, imitazioni di Continua a leggere

Quanto vale la Siae di Colorado?

12 Set

Eva Kant e Diabolik fanno l’amore sotto un mucchio di bollettini Siae

L’indiscrezione che Pino e gli Anticorpi quest’anno non facciano Colorado per aver chiesto una percentuale di Siae (proposta rifiutata), è interessante. Ma anche se non fosse vero, non risulta comunque che Colorado abbia mai pagato la Siae a chi andava in video (ovviamente qualsiasi precisazione o smentita è sempre gradita).

I comici (o chi per loro) sono virtualmente proprietari al 100% del materiale che portano in televisione, visto che gli autori (per stessa ammissione ingenua di molti di loro) si limitano a “spostare qualche virgola”, “dare qualche suggerimento”.

Cerchiamo di focalizzare le cifre, cioè quale sia l’ammontare della presunta “Siae negata”. Partiamo da un dato: i diritti Siae vengono calcolati secondo un valore base al minuto di 200/220 euro.

(E’ d’obbligo una precisazione: stiamo parlando di qualcosa che Continua a leggere

Colorado: alcune anticipazioni sul cast

10 Set

scene così non ne vedremo più?

La nuova edizione di Colorado (lunedì 17 settembre la prima puntata) si presenta con alcune novità interessanti. E’ stato rinnovato quasi del tutto il gruppo autorale con l’arrivo di un nuovo capoprogetto: Dario Viola, uomo di tv, e meno di cabaret. Significativo l’approdo di Beppe Tosco (autore della Littizzetto e di tutta la saga di  Convenscion), nome di peso che dovrebbe garantire una comicità più tradizionale (Colorado Reconvenscion?).

E’ difficile parlare del cast proprio per la presenza di una quantità notevole di artisti che sono “sacrificabili” (leggi post sull’argomento). Molte persone coinvolte potrebbero fare poche puntate, potrebbero essere tagliate all’ultimo momento. Questo crea una grossa nuvola di vaghezza, in cui parlare del cast diventa un tabù; che provoca affermazioni generiche tipo: “quest’anno avremo una quarantina di volti nuovi”

Comunque anticipiamo qualcosa: tra i Top Player significativo il ritorno del grande Stefano Chiodaroli col personaggio del panettiere; tornerà anche Fabrizio Casalino che tanta gloria ha saputo raccogliere in passato. Dopo le canzoni è approdato al monologo di satira e pare sia convincente; ritorno per altri 2 veterani, Bianchi e Pulci, coi personaggi dei due politici e anche per Rita Pelusio (è arrivata la Giovanna già rodato a Zelig Off) e Dario Cassini.

E’ confermato Marco Bazzoni (nonostante un lungo travaglio e molte perplessità, riproporrà Baz), DJ Angelo, Pucci, I Fichi D’India, I Gem Boy, Angelo Pintus, I Panpers… Invece I Turbolenti sembra si presenteranno con pezzi singoli, quindi abbandoneranno per il momento gli sketch di gruppo (quello degli angeli dev’essere sembrato poco convincente).

Pino e gli Anticorpi non ci saranno poiché, a quanto pare, non hanno trovato l’accordo economico (detto in italiano popolare: si sono ligati sui soldi NDR). Sembra che Pino e gli Anticorpi abbiano commesso l’eresia di chiedere una percentuale sulla Siae.

Altri veterani: Didi Mazzilli, Andrea Viganò (con la sua comicità visual) Max Pieriboni e Gabri Gabra.

Del lato napoletano si sa della conferma di Gino Fastidio, Enzo & Sal e dei Malincomici e della presenza di Barbara Foria; Peppe e Ciccio (esordienti) sul lato romano si punta molto su Michela Andreozzi (già del duo Gretel & Gretel) che recita simulando una paresi da botox. 

Una novità assoluta sarebbe la presenza di alcuni veterani del cabaret (è un po’ il segreto di Pulcinella), ma su questo è meglio attendere, della serie “finché non vedo, non esiste”.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Specchietti per le allodole, vip e agenzie

13 Mag
Un recente servizio de Le Iene, condotto da Gabriella Germani, ha preso di mira una di quelle agenzie o pseudo agenzie che mettono, sul loro sito, comici e vip di cui non hanno la rappresentanza, fenomeno a dire il vero abbastanza diffuso. Tanto che suona un po’ finto lo stupore assoluto della Germani e dello stesso Brignano. (guarda il video de Le Iene).
Enrico Brignano, poi,  fa una cosa molto grave: invita il manager in questione a darsi fuoco, che in un periodo di suicidi d’imprenditori, suona davvero lugubre e fuori luogo. Comunque sul tema abbiamo chiesto l’opinione di un organizzatore esperto come Mauro Giorcelli:

“Già venti/trenta anni fa c’erano in giro parecchie agenzie che offrivano tutto lo scibile del cabaret allora imperante, e guarda caso tutti i “menù” esordivano con Beppe Grillo (allora il più appetibile, che invece era trattato esclusivamente dal suo manager Cencio). A ruota seguivano Greggio, Beruschi, Teocoli, Boldi, Faletti, Zuzzurro & Gaspare, Braschi, Salvi, ecc. Praticamente, per quanto riguarda il cabaret il giochino è iniziato subito dopo l’affermazione di Drive In e non ha mai smesso.”

Anche se poi, Giorcelli fa presente che potrebbe esserci la convenienza che questo sistema sia una “forma di pubblicità”.

“Lo strano è che i singoli artisti (soprattutto i più recenti, la cui notorietà è dimostrato non dura molto) coinvolti in simili offerte fittizie, raramente smentiscono, forse nella speranza che la citazione del loro nome e foto in simili elenchi possa costituire comunque una sorta di pubblicità gratuita (fonte anche di serate ottenute con un intermediario NDR). Oppure, se smentiscono, aspettano di farlo in maniera più eclatante e scoppiettante (in video, ad esempio) di quella ottenibile mediante l’invio di una normale (ma troppo silenziosa) lettera contenente una diffida legale.
Il gioco era (e credo sia tuttora) molto semplice:
1) ti prospetto nomi famosi come specchietto per le allodole;
2) se proprio li vuoi davvero, contatto il manager o l’agenzia ufficiale e concordo il prezzo (senza tante difficoltà da parte loro, perchè a tutti interessa più vendere il prodotto senza preoccuparsi troppo di dove si esibirà, piazza, palasport, discoteca, pizzeria o pollaio che sia), e ci aggiungo la mia percentuale;
3) se i nomi famosi sono soltanto lo specchietto suddetto, come per miracolo salteranno fuori i nomi di cabarettucoli d’accatto con alle spalle qualche passata in tivù, anche soltanto a schiaffo.”

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Zelig, la carica dei 76

21 Apr

La follia Zelighiana: esplosione del numero dei comici e delle “comparsate” televisive.

Scopo finale? Inflazionare il mercato, abbassare la qualità, rendere tutti precari, raschiare il fondo del barile e poi venderlo (sia il fondo che il barile).
Complimenti, davvero…

L’ultima edizione di Zelig detiene un record particolare: il numero clamoroso di comici buttati dentro, ammassati come le acciughe, della serie “una prima serata non si nega a nessuno”. Risultati? Abbassamento della qualità, crollo verticale del valore di un’apparizione televisiva, sovraffollamento quasi impossibile da gestire.

Tutto questo come se ci fosse un futuro che non c’è più. Come un governo che, poco prima delle elezioni, distribuisce più regalie possibili e alimenta speranze che andranno deluse, la dirigenza Zelig sembra decisa ad allargare sempre di più la propria base di “fedeli”… Forse qualcuno è sfuggito al calcolo, qualcuno esordirà nelle ultime 2 puntate… Quota 80 è a portata di mano!

Proviamo a contarli. Cominciamo dai gruppi: I Sagapò (3), Senso D’oppio (2), Duo Idea (2), Pali e Dispari (2), Mancho e stigma – Emo (3), I Boiler (3), Bove e Limardi (2), Ale & Franz (2), Nuzzo e di Biase (2), Hansel e Pretzel (2) La Ricotta (3) … e qua siamo a 26…

Poi ci sono gli “esodati” da Zelig Off: Fausto Solidoro, Andrea Carlini, Annamaria Chiarito, Francesco Damiano, Alessandro Serra, Paolo Casiraghi, Salvatore Marino, Johan Peter Sloan … e siamo a 34…

A seguire gli esperti: Antonio D’Ausilio, Simone Barbato, Lella Costa, Bertolino, Mr Forest, Raul Cremona, Gioele Dix, Gene Gnocchi, Giovanni Vernia, Maurizio Lastrico, Kalabrugovic, Antonio Ornano, Rocco Barbaro, Diego Parassole, Daniele Raco, Andrea di Marco… e siamo a 50…

Poi i “forzati dell’intervento a schiaffo”: Rocco il Gigolò, Verduci, Stefano Bellani, Paolo Labati … e siamo già a 54…

A seguire una pattuglia di Senatori: Leonardo Manera, Max Pisu, Claudio Batta, Fabrizio Fontana, Cirilli, Sgrilli, Cevoli, Giacobazzi, Migone, Annamaria Barbera, Marco Marzocca, Marco della Noce, Antonio Cornacchione, Teresa Mannino… e si raggiungono i 68…

Poi in ordine sparso: Andrea Sambucco, Claudio Lauretta, Cinzia Marseglia, Marco Guarena, Ennio Marchetto, Alessandro Siani, Massimo Bagnato, Antonio Albanese… e siamo già a 76 (compresi i marchettoni cinematografici)…

Come se ci fosse un futuro prospero per tutti (invece stanno preparando la miseria, tranne che per pochi)

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: