Tag Archives: Contratti

Partirà Central Station 3, speriamo che…

10 Dic
Central Station so cool

Partirà una nuova edizione di Central Station, la trasmissione più cool del panorama comico italiano. I provini si terranno il 13 e 14 dicembre presso il Teatro Blu di Milano, in via Cagliero 26…

… Come se, dopo l’abbuffata di laboratori, provini ed esposizione televisiva che c’è stata nel corso degli ultimi anni, ci fosse ancora bisogno di fare provini. Ormai chi frequenta l’ambiente dovrebbe conoscere a memoria  le caratteristche di tutti i comici sulla piazza, anzi dovrebbe essere in grado di recitare il loro repertorio al contrario, stando a testa in giù mentre con una caviglia fa ruotare un anello da giocoliere.  

Però non facciamo polemiche, in bocca al lupo perché il progetto prosperi e si espanda.

Avevamo dedicato un post ad alcuni comportamenti non proprio trasparenti della precedente edizione (leggi Le strane convocazioni di Central Station). Così ci auguriamo che nel futuro:

1) non si vedano più i contratti/porcata che recitano: “farai delle puntate ma non ti diciamo quante”, autentica mancanza di rispetto dell’artista e modo squallidissimo di tenerlo sotto pressione emotiva.

2) che le convocazioni non vengano fatte a pochi giorni dalla registrazione, spesso obbligando il comico a chiamare lui. La cosa, nella precedente edizione, ha toccato effetti addirittura peggiori della famigerata usanza Zelig della convocazione al Giovedì per registrare al lunedì, autentico strumento di controllo emotivo bananiano che tanto dolore ha provocato alle persone.

3) che non sia un laboratorio per Colorado mascherato da trasmissione indipendente (fatto col “dinero” di Telecom, cioè di un’azienda concorrente a Mediaset, ma si sa, siamo in Italia…). Che quindi non ci sia il meccanismo per cui chi è stato preso per Colorado si sa già in anticipo, mentre chi non interessa “vince” una stagione di laboratorio Colorado a proprie spese, pur sapendo che non verrà preso.  

4) che il giorno di registrazione non sia al venerdì, giorno caldo per il live. Vabbè che il mestiere del comico sta diventando un dopolavoro, che gente interna alla produzione ignorava che il venerdì è giorno forte per il live, però sarebbe uso registrare le cose comiche inizio o metà settimana.

5) che ci sia un piano di produzione in cui uno sa quando registrerà, così si tiene libero per quei giorni e quando non registra si può fare gli affari suoi (che la vita è breve e Central Station non può sequestrarti per mesi).

Se si eviteranno queste cose allora andrà tutto bene. Altrimenti si diffonderà l’idea della “ciulata”, dei giochi già tutti fatti, dello sfruttamento, eccetera, eccetera.

La Redazione di Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: