Tag Archives: Cristiana Capotondi

Zelig, la puntata del 4.12.2014 con Vernia e Capotondi

5 Dic

Speed Vernia Capotondi

La puntata 9 di Zelig, del 4 dicembre 2014, ha realizzato 3.611.000 telespettatori e uno share del 15,23%. Per la prima volta senza avere contro la fiction ammazza ascolti, della suora,  di Rai 1 (che ieri sera era in replica). Conduzione: Giovanni Vernia e Cristiana Capotondi. Ospiti: Gabriele Salvadores, in promozione all’interessante film fantasy “Il Ragazzo Invisibile”, Rocco Hunt e Francesco Renga. Qui su Tv Blog il live della puntata. Demasiado Corazon poi interazione tra conduttori (giovani e carini, puntano sulla tenerezza). I Beoni a schiaffo (battuta sull’onestà degli iuventini in area di rigore). Giuseppe Giacobazzi, monologo sulla rivista Men’s Health.

Paolo Arcuri a schiaffo (“E con le mani amore…” “Me so’ sempre trovato meglio”). Nuzzo e Di Biase a letto col tablet: “Mio marito è un pezzo di merda” (fischiano le orecchie a qualcuno NDR). Torna Giovanni Vernia in versione Johnny Groove, la Capotondi gli fa da spalla, interazione con Gabriele Salvadores e con tutto il pubblico (soggettiva schizzata di ciò che inquadra Salvadores con un I-Phone). I Senso D’Oppio col visual. Bonaria presa in giro di Vernia verso la Capotondi che sarà il leitmotiv della serata, assieme al concept: “Oh come siamo carini”. Continua a leggere

Ruotate il cast, no, ruotate i conduttori!

14 Set
logo dal sito Area Zelig

logo dal sito Area Zelig

Lo scalettone comico, detto anche “varietà comico di prima serata” sta proseguendo nella sua spettacolare e lenta agonia. Ben determinato comunque a sopravvivere, seppur male. Allo stato attuale non ci sono segnali che riprendano Metropolis e SCQR, il sito di Comedy Central non ne dà notizia. I due format potevano passare nella “serie maggiore” così come successe a Made in Sud, nato proprio a Comedy Central, ma è probabile che si fermino qui (parte invece una versione “da prima serata” di Stand Up Comedy e una serie di puntate monografiche sui 7 comedian di Satiriasi NDR).

Colorado è inciampata nella scenografia costosissima (quella con le gambe della ballerina e i pop corn), negli ascolti modesti e nel vuoto di contenuti (turn over selvaggio). La messa in onda è prevista per gennaio 2015 per evitare la concomitanza con Zelig e, sempre per via della scenografia, verranno registrate anche le puntate per l’autunno 2015 (ah, il potere contrattuale della Colorado Film!). A ciò si aggiunge la perdita certa di pezzi da 90 come Angelo Pintus (atteso al salto di qualità come conduttore di altre cose, della serie: ora o mai più o si ritorna nel gruppone dei medio alti senza sfondare davvero).

Made in Sud (leggi l’elogio di Ananas Blog) potrebbe imboccare in questa stagione la parabola discendente. Qualche segnale c’è: le tante serate annullate questa estate per mancanza di “biglietti staccati” che è sempre il primo segnale di saturazione e di declino. Dopo una serie torrenziale di puntate quasi del tutto uguali, ci si chiede cosa andrà in onda che non sia ripetitivo e già visto e stravisto. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: