Tag Archives: Cuba

Defendemos la Tirchieria!

23 Nov

Nel 2008 l’edizione di Zelig aveva come slogan “Defendemos l’alegria” che se non sbaglio fu visto scritto da qualche parte a Cuba (paese noto per le sue simpatie democratiche).

Lo slogan profuma di quel terzomondismo un po’ fighetto, col cuore all’Avana e il conto corrente all’Unicredit (Buena VISA Social Club oppure Buena Vista Social Golf Club).

Lo slogan era (ed è) anche vagamente orwelliano dato che, causa sovraffollamento e mancanza di risposte, il morale di chi gravita attorno a Zelig è mediamente basso. Sarebbe stato più giusto e più onesto: Incrementamos la Malinconia.

Comunque, dopo aver parlato del bilancio Bananas 2008, bisogna soffermarsi su un dato di fatto: su 14 milioni 855.781 euro di fatturato, c’è un utile di 1 milione e 300.000 euro (e questo sarebbe già un motivo sufficiente per garantire a chi frequenta i laboratori un rimborso spese).

Poi ci sono quasi 10 milioni di euro (9.744.851) che vengono spesi per servizi, “comprese le prestazioni professionali dei soci.”

È un fiume di denaro che non sfiora minimamente quelli che sono i veri consulenti e i veri prestatori di servizi di Bananas srl: i comici. (Vedi articolo: la soluzione perfetta dei rimborsi spese)

C’è un gruppo di persone che fornisce per tutto l’anno una quantità di idee, di pezzi, di battute, di sketch. Lo fa gratis, anzi a proprie spese. Quasi sempre a fondo perduto. Talvolta fai per 2 anni un pezzo e poi ti ritrovi che fanno a Zelig Off qualcosa di simile, senza neanche sapere qual era il tuo lavoro degli ultimi 2 anni (com’è successo a Matteo Marini)

Queste persone in realtà appartengono a una divisione interna a Bananas (questi laboratori li consideriamo un po’ come la nostra divisione “ricerca & sviluppo, come ha dichiarato Roberto Bosatra).

Queste persone sono i veri consulenti di Bananas, sono la vera linfa di un mondo in crisi creativa, quasi incapace ormai di partorire idee proprie, che si è costruito una riserva infinita di materiale a cui attingere (che il sistema scarichi sui comici l’onere creativo è risaputo. Sul blog ci sono esempi illuminanti di questo soprattutto alla voce “testimonianze critiche verso Zelig” . Che esista una “sterilità creativa” dei vertici e degli autori è altrettanto risaputo, da chi conosce l’ambiente, ovviamente e il diritto di cronaca porta a raccontare le specificità dell’ambiente.)

Però queste persone non prendono un euro (dei quasi 11 milioni di euro tra utili e servizi!!!). Hanno solo la speranza di centrare il Superenalotto della popolarità che però, di anno in anno, ha il montepremi sempre più basso.

Allora qual è lo slogan adatto, quello più simile alla realtà? Ovviamente:

Defendemos la Tirchieria!!!

Hasta il blog siempre!

LR

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: