Tag Archives: Diego Parassole

La Cresta dell’Onda web series post “Kamikazen”

7 Lug

Girando per Facebook trovi sempre cose interessanti, per esempio il progetto di web series “La Cresta dell’Onda” con Diego Parassole e Claudio Batta, con la guest di Margerita Antonelli e la partecipazione di Manuele Laghi (dei Tracataiz). Parassole e Batta sono due comici che hanno passato il loro momento di gloria televisivo, il primo vive di ricordi e staziona sul divano, il secondo si è riciclato come rappresentante di sanitari. Insieme tentano di rientrare nel giro che conta. Qui il trailer, coi sottotitoli in inglese:

“La Cresta dell’Onda” oltre a raccontare un situazione molto diffusa nell’ambiente, sembra essere un “Comedians” 30 anni dopo, cioè quello spettacolo teatrale che poi diede vita al film “Kamikazen – ultima notte a Milano”, epopea recentemente ricordata dal Premio Gianni Palladino (leggi qui). In quel caso i comedians si affacciavano alle sirene del successo televisivo, qui il successo televisivo c’è stato ed è già passato. I tempi sono questi, purtroppo.

(Qui la pagina Facebook del progetto) “Scritto da: Adriano Roncari e Ruggero Melis” “La Cresta dell’Onda è l’idea di un gruppo di ragazzi,Giovani professionisti dell’audiovisivo e studenti della scuola civica di cinema di Milano. 6 puntate da 10 minuti per raccontare la storia di due comici famosi, ormai allontanati dalle stanze del successo.”

Ananas Blog (Long May You Run)

Momenti Vintage: InKantina (1994)

18 Apr

Dario Vergassola

Chi si ricorda di Inkantina? Varietà comico del 1994, al mercoledì su rai 2 in seconda serata, per 13 puntate (inizio 22.30, sembra un’altra epoca, adesso ci sono seconde serate che iniziano a mezzanotte e 40).

Il 1994 è un po’ la Terra di Mezzo, dopo la trafila di varietà che innovarono il cabaret in Italia (Non Stop, Drive In, La tv delle Ragazze, Avanzi, eccetera), prima della Zelig Invasion.

Un programma di Attilio Corsini, Daniele Formica e Dario Vergassola (che fungeva da capocomico e cantava anche una bella sigla “I Comici” di cui c’è ancora traccia sul suo sito ufficiale, in Mp3).

Il compianto Daniele Formica tornava in Rai dopo 4 anni parcheggiato a Mediaset in cui gli avevano fatto fare solo Il Gioco dei 9.

L’idea di base era tirare fuori i talenti comici underground appunto dalle “cantine” in cui erano relegati.

C’era Diego Parassole agli albori, c’era Federico Bianco che faceva il monologhista ed era pure bravo, c’era quella stangona sexy di Cinzia Berni, c’era l’ottimo Gino Nardella coi suoi nonsense e la comicità surreale, Antonella Mosetti coi pezzi sul Rimorchione Coatto, La Coltelleria Einstein, Giovanni Cacioppo, Niki Giustini, Franco Bracardi (gloria di Alto Gradimento, che in ogni puntata si spacciava per un comico emergente) e tanti altri.

Giustino Durano, Elio Crovetto, Gigi Bonos e Franco Girard 4 veterani del varietà, fungevano da giuria.

La canzone di Vergassola, con grande lungimiranza, recitava:

“…ormai li mettono dappertutto, danno il sapore come il soffritto, ma quanti comici…  la cosa nuova per non stare male è infilarli nel telegiornale…”

Ananas Blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: