Tag Archives: Fausto Solidoro

La puntata 12 di Zelig 2012

14 Apr

La puntata numero 12 (per quel che vale la numerazione: per esempio la puntata finale è stata registrata prima della 13esima e della 14esima) ha totalizzato 4.734.000 telespettatori, in risalita rispetto alla settimana precedente. Esaurito Frizzi, da venerdì prossimo se la vedrà con Carlo Conti (il biscotto prevedeva ascolti trionfali contro avversari deboli, forse riusciranno comunque a riportarli sui 5 milioni).

Vediamo a grandi linee i contenuti: apre la Cortellesi con una freddura davvero ghiacciata (mi sono riposato a casa – allora sei in una casa di riposo)  Stefano Bellani, Simone Barbato (il più amato, questa volta senza bis), Bertolino con qualche battuta sulla Lega (materiale già invecchiato dai recenti avvenimenti) e poi il vintage della parodia dei milanesi e dei call center, Giorgio Verduci che canta (novità). I Boiler (con Cinelli rimasto appeso).

I Pali e Dispari, Rocco il Gigolò (in promozione col libro edito da Mondadori), Fausto Solidoro il cui minutaggio scende da 7 a 4 minuti (probabile taglio di montaggio, ma sempre con conduzione alla “allunga il brodo”), Gioele Dix incazzato contro i writer (trovato lo spunto per altri 30 pezzi?), I Senso D’oppio…

Manuel Chuparosa – Paolo Casiraghi. Finalmente Paola Cortellesi viene lasciata da sola senza la ridondante presenza di Bisio… è la prima volta… nooooo, entra Bisio travestito da Chuparosa, manco stavolta si sono fidati! I Sagapò, che chiudono con la finta interrogazione con risposte stupide (forse per infarcire di battute un pezzo in cui il Gino non crede?), Andrea di Marco, poi balletto con Simone Barbato protagonista.

Gli Emo (che provano a uscire dai soliti tormentoni e interagiscono con un giocatore di rugby), Torna Diego Parassole, uno dei nostri migliori monologhisti, con un pezzo tratto dal suo spettacolo sulla green economy, Leonardo Manera – Batista, Paola Cortellesi canta (quindi si rianima) centone Cristina Aguilera: bel pezzo. Paola torna in stand by. Max Pisu in versione papà, Bellani.

Bove e Limardi killing me softly, Salvatore Marino, l’ottimo Antonio D’Ausilio (dal 15 al 20 al teatro Pier Lombardo di Milano), esordio assoluto di Alessandro Serra, da Roma, con le domande deficienti! Chiusura in gloria con canzone da arrivederci (goodbay, goodbay)… Pezzo migliore della serata: I Pali e Dispari.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Fausto Solidoro e il brodo allungato (come invecchiare gli esordienti)

15 Mar

Fausto Solidoro, il provinante surreale, personaggio tra i più riusciti e amati di Zelig Off, sta facendo alcune puntate in prima serata. Il suo destino, assieme a quello di altri esordienti, sembra essere quello di un invecchiamento precoce, che uccida la freschezza della novità.

Per esempio, nei pezzi del bravo Francesco Damiano, sappiamo che, a un certo punto, la mamma di Giallorenzo abbandonerà il minore per fare sesso con un extracomunitario (come se fosse un tormentone che il pubblico aspetta con ansia). Oppure Manuel Chuparosa (Paolo Casiraghi) verrà sodomizzato a tradimento da un gay famoso… (allora meglio le vecchie sane barzellette sulle corna).

A parte queste osservazioni semiserie, nei casi sopraccitati c’è una serializzazione già quando uno è ancora agli inizi.

Fausto Solidoro, nell’ultima puntata (guarda video del 9 marzo) ha subìto un “trattamento” Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: