Tag Archives: I Soliti Idioti

la Hit Parade della Tristezza (ottobre)

16 Ott

La  Hit Parade della Tristezza premia quei vip comici che, giunti a popolarità, si vendono male, monetizzano facendo robe tristi. Vedi hit parade agosto e hit parade settembre. Vediamo subito la vetta della classifica, in cui giganteggia incontrastato:

1# Giorgio Panariello campagna Wind.

Panariello ScaleImbattibile per tristezza. Lo spot Wind si rinnova col battutone “Mecalli?”, “No, Richter”, “Scusi ho sbagliato scala”, con Giorgio Panariello sempre ingrugnito per via della modestia di ciò che deve recitare. La monetizzazione è importante, non bisogna rimanere indietro rispetto ad altri Vip avidi di denaro, ma qui siamo al livello zero della recitazione.

Incredibile, Panariello legge il gobbo perfino quando deve salutare i fan di Wind (vedi video, dal secondo 15 circa)

2# Luciana Littizzetto spot Vodafone (la Foca).

Vodafone LittizzettoDopo l’orso – Abatantuono e il pinguino – Elio, adesso c’è lo spot Vodafone con la foca doppiata da Luciana Littizzetto. Vediamo una specie di Tom Cruise che deve salvare una foca incatenata a una bomba.

Lucianina (come dice Fabio Fazio) in questo spot sale di un’ottava sopra i suoi toni già striduli, trapanando le orecchie più sensibili. Ovviamente, non si ride.

3# il merchandising de I Soliti Idioti.

soliti idiotiTra le mutande Basile (in offerta col 40% di sconto) e le prime camicie di flanella, nelle corsie dell’abbigliamento low budget dei Bennet continuano a campeggiare le t-shirt de I Soliti Idioti.

Little Brittain de noatri? Si sono mai viste le magliette di George Carlin in un 7-eleven store? L’Italia non è un paese per trasgressivi…

Ananas Blog

La Hit Parade della Tristezza (settembre)

14 Set
La Hit Parade della Tristezza premia quei vip comici che si sono “svenduti male” e che quindi provocano un effetto tristezza. Nel bel mezzo del mese di settembre escono clamorosamente di scena Elio e le Storie Tese con la pubblicità Vodafone del Pinguino Pino. Hanno ricevuto molte testimonianze di stima, a prescindere dai loro spot. Altri hanno segnalato Aldo Giovanni e Giacomo col loro “slapstick” un po’ sottotono, ma attualmente non sono in video (altrimenti sarebbero al top). Invece balza prepotentemente al primo posto:
Kyoto scaccia Kyoto, cosa si fa per campare!

Kyoto scaccia Kyoto, cosa si fa per campare!

1# Giorgio Panariello con la campagna Wind.

Sul primo spot gravavano la modestia delle battute tipo: “Tuo nipote naviga molto?” “Hai voglia, tutte le domeniche va all’Elba” e la stanchezza della recitazione, tanto che su questo battutone grava il dubbio che sia stata detto usando il “gobbo” (Panariello sembra proprio che legga qualcosa, forse un foglio scritto dall’autore col pennarello indelebile su un foglio A4). Qualcuno ha fatto notare il messaggio diseducativo: viene scavalcata con grande maleducazione una signora anziana.

Ma il secondo spot è ancora Continua a leggere

YouTube batte TV al botteghino?

20 Mar

il film d’esordio di Giovanni Vernia, “Ti stimo fratello”, sta ottenendo risultati un po’ deludenti: stroncato dalla critica (come lo stesso protagonista ha raccontato a Le invasioni barbariche, su La7); dopo 2 settimane è piazzato al sesto posto del box office con 1.759.253 euro (dato da ComingSoon.it), in ribasso rispetto alle aspettative (e al gran numero di copie). Qualche amico del blog lo ha visto e l’ha trovato non male (anche se ha rifiutato di recensirlo, non si sa perché).

Ti stimo fratello, però, sembra essere arrivato con almeno un anno di ritardo. Non solo le carriere zelighiane sono molto usuranti (perché ripetitive fino all’ossessione), ma lo stesso format televisivo, proprio quest’anno, ha imboccato un declino poderoso (leggi articolo). Inoltre al cinema c’è stata l’onda lunga de I Soliti Idioti, film che ha sbancato, modellando il gusto dei “ggiovani” su: volgarità demenziale senza vergogna.

I Soliti Idioti, format minore cui nessuno credeva, ha avuto un fortissimo rilancio su YouTube ed è finito nelle sale cinematografiche a “furor di teen-ager”. Questa settimana ha esordito anche Guglielmo Scilla (nella foto) col film “10 regole per fare innamorare”, altro fenomeno cresciuto sul web. Scilla, campione di contatti con willwoosh, ha realizzato la web serie “Freaks”, è approdato a Radio Deejay e al cinema.

Il film di Vernia, invece, nasce dalla joint venture tra Colorado e Bananas, cioè da gente coi Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: