Tag Archives: L’Espresso

La provocazione di Filippo Giardina (e il vuoto delle “battute basiche”)

26 Feb

 

Cominciamo da un post “shock” di Filippo Giardina (fondatore di Satiriasi) su Facebook in data lunedì 23 febbraio (leggi qui) che riportiamo integralmente:
“Per tanti anni la comicità italiana e’ stata tenuta in ostaggio da pochissime persone ricche e potenti.
Zelig e Colorado hanno plasmato le coscienze comiche di milioni di Italiani, trasmettendo e fortificando tutti i più beceri luoghi comuni.
Poi e’ nata Satiriasi.
Oggi si fanno programmi televisivi di stand-up comedy, workshop di stand-up comedy e programmazioni di stand-up comedy.
Capisco che in un mondo di invidiosi e individualisti, sia difficile ammettere quanto Satiriasi abbia cambiato la storia della comicità italiana, ma dovreste farlo lo stesso.
Perché la storia di satiriasi e’ una bella storia.
E’ la storia dei poveri che vincono sui ricchi, e’ la storia del lavoro serio che vince sull’approssimazione ed è la storia della qualita’ che vince sulla mediocrità.
“In Italia non si può fare niente vanno avanti solo i raccomandati…”
Ma tu la conosci Satiriasi?
Stasera alle 23 su Comedy Central (canale 124 Sky) c’è la quarta puntata di una storia italiana bella e pulita.
Che Dio vi fulmini!

Ovviamente la cosa ha scatenato un dibattito furioso, su Facebook e fuori. Continua a leggere

La vignetta del momento: mai nato?

24 Gen

In seguito a un recente articolo di Riccardo Bocca su l’Espresso, dal titolo “Zelig è  morto, Gaber no“, Marco Mengoli suggerisce che non ci sia stata alcuna nascita…

Listener

E se la “mancata nascita”, l’atroce delusione per la “comicità tradita” trasformata in un “supermarket delle risata”, non sia dovuta anche all’accumulo di comportamenti come quello denunciato in questo video? (di cui abbiamo parlato nel post precedente) Ananas Blog

 

 

Zelig visto da sinistra: un articolo condivisibile su l’Espresso

7 Feb
Paolo Migone, approdato alla satira?

Zelig, pur reggendo sul piano degli ascolti, sta registrando da tempo una débacle comunicativa. Non solo le shockanti accuse di Vanessa Incontrada sull’ambiente maschile e maschilista: Aldo Grasso si è reso conto di quanto sia invecchiato il format; Michele Santoro ha addirittura creato il neologismo “zelighizzato” come paradigma di conformismo e mancanza di coraggio (leggi articolo). Su Ananas Blog, poi, sono apparsi i primi racconti del poco onorevole dietro le quinte della cosiddetta “fabbrica commerciale di pezzi televisivi”.

Intanto Bananas srl, in stato di semi confusione, sta cercando di mettere il bavaglio a tutto ciò che succede nei laboratori, tramite un medioevale articolo 3… Recentemente è uscito un articolo condivisibile, scritto dal giornalista de L’Espresso Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: