Tag Archives: Lino Banfi

Teresa Mannino condurrà Zelig, ma sei Nostradamus?

6 Set

SE STASERA SONO QUI (BECCATI QUESTO) DOMANI ME NE VADO A CANALE 5!!!

Oggi alle 12.08, davidemaggio.it  (blog di solito ben informato)  ha dato la notizia  in anteprima che la prossima edizione di Zelig sarà condotta da Teresa Mannino, assieme a Mr Forest. (leggi post). In un  commento al post precedente, commento scritto su Ananans alle 10.03 quindi 2 ore prima, avevo ipotizzato che la Mannino si stesse preparando a condurre Zelig. Questo senza essere Nostradamus. 

LA SINDROME DELLA LONGOBARDA

Infatti il format è così inconguente e lento che sembra fatto apposta per fare pochi spettatori. Nel film “L’allenatore nel pallone”, Oronzo Canà (Lino Banfi) viene chiamato ad allenare La Longobarda con lo scopo segreto di retrocedere in serie B, poiché la serie A è troppo costosa.

Allo stesso modo “Se stasera sono  qui…” potrebbe avere le seguenti risultanze: 1) prendere i soldi da La7 2) evitare che La7 abbia un format di successo che faccia concorrenza a Mediaset 3) Evitare che La7 abbia un format comico di successo 4) usare l’esperienza di “Se stasera sono qui…” (volutamente ridotto a un work in progress) per testare la conduzione della Mannino e farla arrivare in forma alla prima serata Zelig (portando via spettatori a La7).

WILL LA7…

Alla luce di quanto detto sopra, ma quanto sono fessi quelli di La7? Cercano di diventare il terzo polo televisivo, così come Will Coyote cerca di prendere Beep Beep. A dire il vero La7 è in vendita, col piccolo dettaglio che i suoi conti sono in rosso. Ma operazioni a perdere come “Se stasera sono qui…” farebbero capire tante cose.

IL BISABBIO

Il BisAbbIo (biscotto dell’abbandono di Bisio), cioè la speranza di scatenare un interesse attorno al marchio Zelig, ha ottenuto risultati scadenti. Chi sostituirà Bisio e la Cortellesi? è una domanda che ha appassionato davvero poco, Zelig continua a essere identificato come qualcosa che ha smesso di far ridere e basta.

La nuova conduzione, se confermata (non dire Teresa finché non l’hai presa) potrebbe essere una scelta low profile, con lo scopo di puntare a un 17-18% di share e poi imbastire un BiRiSio: un Biscotto del Ritorno di Bisio, ma già allora potrebbe essere affondato tutto nella noia.

R. Gavelli Amministratore di Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: