Tag Archives: Matteo Marini

Matteo Marini: ulteriori elementi di discussione

26 Ott

Archivi misteriosi, abbandonati a sé stessi

La versione di Matteo Marini su Zelig Off

23 Ott

Ci è arrivata la precisazione di Matteo Marini sul tema sollevato dalla puntata di Zelig Off del 20 ottobre 2010. La pubblichiamo subito. (Redazione di Ananas Blog)

Ho notato che la mia vicenda ha alzato un bel vespaio e ci tengo molto a precisare alcuni punti.

Per cominciare voglio dire che le somiglianze tra il mio personaggio e quello interpretato da Cinelli su Zelig Off dello scorso mercoledì sono, a mio parere, decisamente palesi.

Nel secondo anno del laboratorio Zelig di Rimini, oltretutto, il mio personaggio parlava in dialetto umbro stretto, esattamente come il calciatore Gioacchino, ho anche dei filmati che lo provano.

Detto questo vorrei puntualizzare che non è assolutamente mio interesse buttare fango su colleghi o sul programma Zelig in quanto tale, perché se avessi frequentato i laboratori di Colorado e la stessa cosa fosse accaduta in quel programma o su un qualsiasi programma della rai, non sarebbe cambiato niente.

Io sono decisamente arrabbiato perché dopo anni di lavoro vedo improvvisamente la copia del mio personaggio andare in onda su Zelig Off, dopo che io, da diverso tempo, ci sto lavorando proprio all’interno dei laboratori Zelig.

Se i Boiler Project non avevano mai visto prima il mio personaggio, c’è il caso che qualcuno glielo abbia suggerito, fingendo di inventarlo di sana pianta e in ogni caso, e questo secondo me è il punto fondamentale, chi di dovere doveva intervenire e far presente che esisteva già qualcuno che stava rappresentando da anni un personaggio troppo simile a quello, come risulta evidente anche dalle riprese delle serate dei laboratori che dovrebbero essere viste dagli autori.

Se le nostre idee non sono tutelate dall’interno, allora mi viene da pensare….noi nei laboratori che cosa ci stiamo a fare?

Vi ringrazio se vorrete pubblicare questo commento come mio chiarimento personale in mezzo a tutto il polverone

 Matteo Marini

Il caso di Matteo Marini e la necessità di fare chiarezza

23 Ott
Matteo Marini al lab di Rimini

Il caso di Matteo Marini (documentato nel post del 21 ottobre) ha “incendiato” il web e ha “terremotato” le pagine di Ananas Blog che è arrivato a toccare la bellezza di 2.024 contatti in due giorni! Il caso consiste in:

a) Un presunto plagio (difficile da dimostrare, sembra più LO STESSO FORMAT con “parole diverse”)

b) UN INTERVENTO A GAMBA TESA in cui un pezzo portato avanti per 2 anni nei laboratori Zelig (finalizzati a Zelig Off) è stato “BRUCIATO” dalla messa in onda a Zelig Off di un pezzo simile.

c) Una cocente DIMOSTRAZIONE di come il lavoro dei comici nei laboratori Zelig sia POCO CONSIDERATO O IGNORATO DEL TUTTO.

Per fare chiarezza abbiamo deciso di andare alla fonte, chiedere lumi a Bananas, azienda nota per la ritrosia (forse perché nessuno le fa mai domande direttamente!). Il primo tentativo di “abboccamento” l’abbiamo provato via posta elettronica. Ecco il testo della mail:

    … Ananas Blog ha documentato il caso di Matteo Marini (link) e la sua lamentela su un presunto plagio (e una sicura somiglianza) tra il pezzo che porta da 2 anni al laboratorio Zelig di Rimini e il pezzo dei Boiler (Andrea Gioacchino) andato in onda a Zelig Off il 20 ottobre.

Riteniamo che sia comunque ingiusto far fare sacrifici enormi a un comico e poi portare in scena un pezzo simile, fatto da altri (al di là della sicura buonafede dei comici).

In nome di trasparenza e correttezza, e per dare una risposta all’indignazione di molti, chiediamo:

1) Qualcuno, a parte l’autore dello Zelig lab di Rimini, era a conoscenza del pezzo di Matteo Marini?

2) Le registrazioni dello Zelig Lab di Rimini, relative a Matteo Marini, sono mai state visionate dal direttore artistico?

3) Le registrazioni dello Zelig Lab di Rimini, relative a Matteo Marini, sono mai state visionate da Gino & Michele?

4) Se la risposta ai punti 2 e 3 è sì, allora perché si è deciso di mandare in onda un pezzo simile?

5) Se la riposta ai punti 2 e 3 è no, allora a cosa serve fare 2 anni di laboratorio, se chi decide ignora il lavoro dei comici?

Attendiamo con fiducia un chiarimento.

Bene, le domande sono state fatte. Seguiremo l’andamento della cosa da qui in avanti.

La Redazione di Ananas Blog

 

Un caso di possibile plagio a Zelig Off

21 Ott
Andrea Gioacchino a Zelig Off

Ci è stato segnalato un caso che sta provocando un’ondata di indignazione sulla rete. Ieri sera a Zelig Off è andato in onda un pezzo (l’intervista al calciatore Andrea Gioacchino – Gianni Cinelli + voci fuori campo di Andrea Paniate e Federico Basso) molto simile a quello che da un po’ di tempo Matteo Marini  sta portando avanti col personaggio di John Bazzucone (guarda video). Lo scandalo è soprattutto che Matteo lo sta facendo da due anni proprio al Laboratorio Zelig di Rimini, realtà che serve a preparare i comici a Zelig Off, le cui registrazioni video vengono (o dovrebbero essere) visionate dagli autori Zelig! I quali non potevano quindi non sapere! Inoltre il pezzo di Marini “è stato messo per la prima volta su youtube nel 2007…è stato sul canale GXT di sky per molto tempo”.

Ora vediamo le similitudini: 1)  i due parlano con accento del centrosud, con un tono simile, stesso tipo di pause, stesso tipo umorismo surreale. 2) il “format” è praticamente lo stesso. 3) Gioacchino/Cinelli a un certo punto parla in terza persona e Matteo Marini ha un intero pezzo su questo (guarda il video).

LA NATURA DELLO SCANDALO

Ci sono alcuni elementi scandalosi in questa vicenda:

1) Se l’autore del Laboratorio Zelig di Rimini (Paolo Uzzi) o l’autore che visiona i video dei laboratori Zelig (che quindi conosce tutti i pezzi) è  anche autore del pezzo di Andrea Gioacchino saremmo di fronte a un caso di plagio o di copia e incolla o comunque di pessima correttezza.

2) L’uscita di questo pezzo a Zelig Off  brucia televisivamente tutto il lavoro fatto da Matteo Marini in questi anni. E pensare che ai laboratori si va per fare pezzi che siano televisivi e che abbiano possibilità di andare in tv.

3) L’autore che segue il laboratorio di Rimini partecipa anche alle riunioni e alle prove di Zelig Off, ha sicuramente visto in anticipo un pezzo simile a quello fatto a Rimini, allora perché non è intervenuto a tutelare Matteo e il suo lavoro?

4) Mettiamo che nessuno conoscesse il pezzo di Matteo Marini. La cosa sarebbe ancora più scandalosa: a cosa serve allora fare dei pezzi ai laboratori Zelig, investire tempo e denaro, se poi il tuo lavoro viene ignorato e  qualcuno fa qualcosa di simile al posto tuo?

Il caso è grave, come è gravissima la scarsa trasparenza con cui viene gestita l’intera operazione laboratori Zelig. Che fine fanno le registrazioni? Chi le vede? Dove vengono archiviate? Non siamo più disposti a passare sotto silenzio queste gravi carenze e questo poco rispetto verso il lavoro altrui.

La Redazione di Ananas Blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: