Tag Archives: Nemico Pubblico

Nemico Pubblico la puntata del 3 luglio

5 Lug

Giorgio Montanini

Domenica 3 luglio su Rai 3 in seconda serata c’è stata la terza puntata di Nemico Pubblico (399.000 spettatori e il 3.96% di share) con Giorgio Montanini a cui è legato un fenomeno strano: alcuni commentatori del blog (che riflettono probabilmente un sentimento diffuso) lo ricoprono di insulti. La cosa è talmente esagerata che rischia di sortire l’effetto opposto. Il nucleo di tutto è il negazionismo, lo sparare a zero su Montanini che, può anche non piacere, ma qualcosa di importante è innegabile stia facendo. E’ possibile che tutto questo nervosismo sia un indice della crisi del cabaret tv, reduce dall’esperienza umiliante di Eccezionale Veramente e triturata dall’attesa di cosa decideranno quelli di Colorado. La negazione di Montanini servirebbe a dire che siamo tutti nella stessa barca fatiscente e che non ci sono vie d’uscita.

Apertura a Francesco Capodaglio. Montanini che ha incontrato un prete senza vocazione. Sei un prete, nun magnà, sei obeso, fai un sacrificio. Invece per servire Dio: non scopa. Candid Camera col barbone rovinato dalle banche. Montanini: ogni volta che vedo un barbone in strada, lascio sempre dei soldi. Lascio solo due euro, dovrei dare 100 euro al giorno, sarebbero soldi sottratti al gioco d’azzardo, droga, puttane. Sitcom Reparto maternità (con Francesco de Carlo e Daniele Fabbri): il figlio che potrebbe essere gay, arriva il Papa in visita. Montanini limona a bocca aperta una 18enne! Ospite Francesco Montanari (il libanese) Romanzo Criminale è stato venduto in tutto il mondo. Come mai I Cesaroni non va in Francia? Un attore scarso che odi? (Montanini suggerisce Raul Bova).  Contro ospite Graziano Scarabicchi. Musical coi Bugiardini: mi hai accoltellato il cuore. Francesco de Carlo si innamora di un’assassina di quelle famose in tv. Monologo conclusivo. Se il prete fosse umile, quando ti confessi ti direbbe: io non so niente, sono stato solo in seminario. Ma come tutti quelli in divisa si monta la testa. Come l’ausiliario del traffico.

Ananas Blog

Nemico Pubblico, la prima puntata della stagione 3

13 Giu

Giorgio Montanini a Nemico Pubblico

Domenica 12 giugno verso mezzanotte su Rai 3 è iniziata la terza stagione di Nemico Pubblico di Giorgio Montanini, supportato da Francesco De Carlo e Daniele Fabbri. La terza stagione tenta un salto di qualità inserendo una sitcom vera e propria e un musical satirico, oltre ai monologhi di Montanini e alle candid camera (ridotte a una a puntata). 522.000 telespettatori, per uno share del 5.68%. Vedibile su Rai Replay. Vediamo cosa è successo: inizia con Francesco Capodaglio comico che fa le aperture a Montanini, quest’ultimo si produce in un monologo su come parlare di droga alla figlia: esempio degli animali come per il sesso. Gli uccelli mangiano le bacche alcoliche, le renne i funghi allucinogeni.

Candid camera: banchetto con la proposta di vendere le armi al supermercato (la pistola la devi avere come le sigarette). Monologo seconda parte: gli esseri umani si drogano perché la vita è una rottura di coglioni. 99,9% degli italiani è tossico di qualcosa, l’unico che non si droga non lo conosci perché non ha amici. Sitcom al reparto maternità (“pensavo di chiamarlo Tinder” “grande applicazione”). Nella zona stand up c’è ospite Pupo. Scambio di battute (tu sei il nostro Jim Morrison) ospite non famoso: Alfonso Moscato cantautore.

Il musical (col gruppo de I Bugiardini): De Carlo in una manifestazione scopre il passato di giovane idealista song writer e un futuro da anziano intollerante e sclerotico. Canzone: “più cresci e più diventi di destra, la vita è proprio fatta così, vivrai di cinismo e di qualunquismo”. Monologo finale: i calciatori ignoranti che invocano Dio. Se segni in fuorigioco contro l’Atalanta non puoi nominare il Padreterno. In contrasto dev’esserci il diritto a bestemmiare se vai a sbattere con la macchina. Se Dio si preoccupasse davvero della bestemmia Toscana e Marche sarebbero già rase al suolo. Fine Pupo canta una sua canzone dall’ultimo cd.

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

Giorgio Montanini: a ruota libera (su GQ)

7 Giu
Giorgio Montanini

Giorgio Montanini (da GQ)

Giorgio Montanini si sta preparando all’esordio della terza stagione di Nemico Pubblico, su Rai 3 a partire da domenica 12 giugno, dalle 23.30. Ci saranno anche i comedian Daniele Fabbri e Francesco De Carlo. La trasmissione si presenta interessante, con alcune novità di peso (un musical satirico e una vera e propria sitcom), come apprendiamo dalla lunga intervista rilasciata da Giorgio alla prestigiosa rivista GQ: “Qualcosa di mai visto. Non è la fotocopia di tanti format ma un contenitore evoluto che potrebbe essere tranquillamente adatto alle tv americane.” Invitando alla lettura completa, segnaliamo alcuni passaggi in cui il nostro comedian non le manda certo a dire. Per esempio sullo stato dell’arte comica:

“Mi limito a fare quello che negli Stati Uniti fanno da 50 anni o che in Inghilterra hanno già fatto i Monty Python. Non ho inventato nulla. È l’Italia molto indietro. Se la comicità in Italia non cambia immediatamente registro sparirà perché non vorrà vederla più nessuno, tranne chi va in vacanza alla Valtur e accetta come comici gli animatori da villaggio turistico. La comicità è un’arte e ha la stessa dignità della musica, del cinema e della letteratura.”   Continua a leggere

Una stroncatura di Sorci Verdi da Filippo Giardina

7 Ott
un momento di autocompiacimento di J-Ax

un momento di autocompiacimento di J-Ax

Filippo Giardina ha postato su Facebook una stroncatura di Sordi Verdi con J-Ax late show andato in onda lunedì su Rai 2 (leggi qui), compito lasciato a lui poiché Ananas Blog sta attraversando una fase più “democristiana”. Occorre precisare che Giardina ha tutti i titoli per criticare visto che: A) è stato il principale artefice dello sbarco in Italia di una certa stand up comedy cui anche Sorci Verdi si ispira. B) è stato tra gli autori di un prodotto simile e più riuscito: Nemico Pubblico con Giorgio Montanini.

Giardina autocompiaciuto di se stesso ;)

Giardina autocompiaciuto di se stesso 😉

Insomma i titoli per parlare ci sono. Curiosamente Filippo aveva appena stigmatizzato i limiti di un certo tipo di parodia, molto presente in Sorci Verdi.

Questo e altro in questa intervista video.

Voilà il testo integrale della critica: Continua a leggere

Nemico Pubblico l’ultima puntata della stagione 2

29 Giu
Giorgio Montanini giunto al traguardo delle 8 puntate

Giorgio Montanini giunto al traguardo delle 8 puntate

L’ultima puntata della fortunata seconda stagione di Nemico Pubblico, con Giorgio Montanini, su Rai3, ha fatto 320.000 spettatori e uno share del 3,91%. Rivedibile per una settimana qui su Rai Replay. Vediamo i contenuti: monologo “per natura non è che sia un cattolicone… ho desiderato migliaia di donne d’altri… nomino spesso il nome di Dio invano, più spesso a ragione”. Paragone tra la fede in Dio e quella in sé stessi. Candid Camera: Giorgio, con alcuni complici, va a Tarquinia ad annunciare la costruzione di una discarica, in una rovente assemblea cittadina. Lo scherzo è preceduto da una serie di comunicati stampa fake, per “far cadere in trappola” cittadini e amministratori.

Filippo Giardina chiude la serie di pensieri paradossali e controcorrente intervistato dal giornalista di Mediatrends America Roberto Neyra Montoya, sulla natura umana:  il male nasce dal fare figli, sono lo strumento per smettere di amarsi, tutto per un esserino privo di carattere e di intelligenza, che distruggono la vita dei genitori in cambio dell’illusione narcisistica del non morire mai. Il genere umano non ha più nulla da dire, come Alberto Sordi che alla fine finì a fare film con Valeria Marini. Monologo: non possiamo avere fede in noi stessi, raccontata attraverso la storia dei Beatles e del batterista Pete Best che li lasciò in cambio di un posto sicuro (ndo vai co’ sto sottomarino giallo?). Rindo Starr ha avuto solo bucio del c**o. Continua a leggere

Nemico Pubblico puntata del 14 giugno 2015

15 Giu

Montanini last

La puntata 6 di Nemico Pubblico, del 14.06.2015 ha fatto un buonissimo 648.000 spettatori e uno share del 6.05%. Erroneamente era stato scritto che fosse l’ultima, ma sono 8. Qui su Rai Replay visibile per una settimana. Monologo su Roma città incazzata, che se arriva l’Isis je fanno un mazzo così. E’ un reparto d’oncologia all’aperto. Invece la provincia marchigiana: dolore, frustrazione, droga e mignotte. Candid camera: discriminare i grassi perché rovinano il nostro paese: il movimento anti obesità. Ciccione vergognati. Tu mangi io pago (ahahah!). Filippo Giardina intervistato da Nanako Yamamori giornalista di Nippon Tv sul maschilismo, che è colpa delle donne. Cita il “se non ora quando” dove il femminismo divideva le donne in superiori e inferiori. Le donne dovrebbero spogliarsi, ci vorrebbe la giornata integrale del nudo femminile. Le donne di mafia vestono castigate.

Monologo: una ragazza bella come te a Roma sgomita, spera di rimorchiare un 50enne pelato. In provincia, invece, le brutte se la tirano. Così vai a prostitute. Nelle Marche ci vuole niente a fare l’attore. Candid camera: la figlia dice ai genitori di essere incinta, il padre è un libico con famigliari arabi che non parlano italiano. The Emoticons, la web serie animata creata da Francesco De Carlo. Monologo, sempre sul tema provincia: leggende sulla tv vista dalle Marche, dove c’è sesso, alcol e droga. La delusione quando nella sede Rai ti portano il caffè e nella bustina c’è davvero dello zucchero. L’ufficio del direttore ha un colore giallo miseria. In mensa non ci sono alcolici. Cestini con panino al salame, frittata fredda e bottiglietta d’acqua. Contro ospite Valentina Reggio, attrice, invitata a rovinarsi la carriera parlando male di una collega: Vittoria Puccini.

Ottima puntata. Questa seconda serie sta suscitando anche diverse critiche, da parte degli addetti ai lavori, sulle quali però nessuno ha avuto la voglia di imbastire una recensione ufficiale (che saremmo disposti a pubblicare molto volentieri). Anche perché esporsi fa bene, è tutta salute.

Ananas Blog (bisognerebbe imparare come si sta al mondo, ma è molto meglio combatterlo)

Nemico Pubblico, la puntata del 7 giugno 2015

8 Giu
Nemico Pubblico del 7 giugno 2015

Nemico Pubblico del 7 giugno 2015

La puntata di Nemico Pubblico, 7 giugno 2015 Rai 3, dopo la pausa di domenica scorsa per motivi elettorali, ha fatto 427.000 spettatori e uno share del 4,71%. Qui per una settimana vedibile su Rai Replay. Vediamo i contenuti: monologo sui vegani (volete fare la rivoluzione? ammazzate Francesco Amadori. La rivoluzione costa. Volete prendere il mio target? Mandatemi la più bella gnocca vegana). Candid: Giorgio finge di essere un fidanzato che si presenta ai genitori, però è agli arresti domiciliari. The Emoticons, la serie tv coi cartelli e i simboli creata da Francesco De Carlo (che non è male, dai!). Monologo sempre sul genere animalista. Degli animalisti hanno liberato degli animali da un circo, tra cui un ippopotamo.

Candid: la troupe di una finta trasmissione di Rai 1 chiede ai passanti di fare uno zingaro sinti (per far vedere che esistono zingari buoni), poiché manca l’intervistato e il collegamento sta per iniziare. Come si dice “sprovveduto” in sinti? “Sprovedutò”. Si ride molto. Il contro ospite: Gabriele Micalizzi, giornalista, fotoreporter d’assalto. Togliete il followers a Marco Travaglio che il viaggio più lungo che ha fatto è stato a casa di Santoro.

Filippo Giardina intervistato dal giornalista greco Dimitri Deliolanes sulla meritocrazia, che è il male assoluto. E’ peggio dell’eugenetica nazista. Chiunque conosce più persone stupide che intelligenti. La raccomandazione è il sistema più democratico che c’è. La raccomandazione dà speranza a tutti, anche agli stupidi. Monologo: Giorgio che rimorchia un trans in un locale di Roma.  Quello c’ha il pisello? Lo so pure io che ce l’ha. Avete più paura del ca**o che dell’Isis. Finger food, curiosità. Ma quale rivoluzione vuoi fare se ti piace solo la f**a?

Ananas Blog (bisognerebbe imparare come si sta al mondo, ma è molto meglio combatterlo)

Nemico Pubblico la puntata 4 del 24 maggio 2015

25 Mag
Giorgio si prepara a salire sul palco

Giorgio si prepara a salire sul palco

La Puntata 4 di Nemico Pubblico, del 24 maggio 2015, ha realizzato 508.000 spettatori e uno share del 5,01%. (qui su Rai Replay). Vediamo i contenuti: monologo su chi si sente superiore (Giorgio, ma tu non doni il sangue? No, c’ho l’Aids). Gli astemi si sentono migliori di me (Io mi diverto da sobrio. Sì, ma noi no con te). Candid camera: togliere i Rom dalle strade e dar loro una casa popolare (Pietro Sparacino fa Tarabash, che vive sotto Ponte Sisto). Lei signora non c’ha casa? Allora è rom pure lei. Abita a Roma ma viene dall’Abruzzo? allora è un nomade (ahahahaha!). Le reazioni della gente sono violente,  dato il tema pesantissimo, però si ride. Continua a leggere

Nemico Pubblico terza puntata 17 maggio 2015

18 Mag
Montanini contro i cani

Montanini contro i cani

La terza puntata di Nemico Pubblico, con Giorgio Montanini, annunciata come “imperdibile” dalla leggendaria Milena Gabanelli in coda a Report, ha fatto 542.000 spettatori e uno share del 5,91%. (qui visibile per una settimana su Rai Replay). Vediamo i contenuti: monologo sulla famiglia: se qualcuno aspira alla famiglia è un’idiota (sia che gli piaccia il ca**o o la f**a). Se un uomo vuol fare un figlio a 60 anni, non è istinto, è Alzheimer. Candid: un banchetto per togliere i cani da Roma, oltre il raccordo anulare (signora vada ad abitare a Tivoli. I cani sono bestie. Il suo cane non fa la cacca? Cosa c’ha un termovalorizzatore? Voi gente incivile che lordate la città più bella d’Italia). Si ride molto. Continua a leggere

Nemico Pubblico la prima puntata 3 maggio 2015

4 Mag

NP

Ieri sera, su Rai 3 dopo Report, è andata in onda l’attesa prima puntata della stagione 2 di Nemico Pubblico, di Giorgio Montanini, con la partecipazione di altri due “Satiriasi” Filippo Giardina e Francesco De Carlo. Minutaggio allungato rispetto alla prima stagione e novità interessanti. (Visibile su Rai Replay qui) Telespettatori un buon 657.000 e uno share del 6,02%. Giorgio aveva ingannato l’attesa rilasciando interviste a chiunque ed era stato al centro di un’infuocata polemica riguardante anche Enrico Brignano (leggi qui). Vediamo i contenuti:

nel primo monologo Giorgio dice la sua su Charlie Hebdo e la censura: in Italia da 70 anni possiamo dire quello che ci pare, ma ci sono persone che stanno zitte per il proprio tornaconto, per “paura di essere licenziate”. Candid Camera social: in una riunione di condominio Montanini (conciato come Er Bufalo di Romanzo Criminale) si presenta con 4 donne vestite da mignottoni (Dior, Cocò, Svetlana, Marisol) per promuovere il suo centro massaggi H 24, con evidente prostituzione notturna annessa. “La signora ha detto ‘puttanaio’, sta minacciando” (Montanini si rivela una volta di più uno che ‘tiene la faccia’ ed è perfetto nel reggere il gioco in queste candid provocatorie). Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: