Tag Archives: Rai 2

Il ritorno di Daniele Luttazzi in TV?

4 Gen

Daniele Luttazzi (da: biografie online)

Notizia davvero clamorosa con cui si è aperto il 2019, vale a dire il possibile ritorno di Daniele Luttazzi in TV, precisamente su Rai 2. La cosa è stata resa pubblica dalla conferenza stampa (vedi qui) del neo direttore Carlo Freccero (sotto la cui precedente direzione lavorò anche l’amministratore di questo blog, nel lontano anno 2.000). 

“Ci siamo incontrati, c’è in vista un progetto per l’autunno. La satira libera è un’altra caratteristica del servizio pubblico ed è finita l’epoca di Berlusconi e di Renzi.”

Chi segue questo blog sa bene quanto sia stato auspicato il rientro di Daniele Luttazzi sui palcoscenici che gli competono. Per tre semplici motivi: 1) le censure appartengono, come detto da Freccero, a un’epoca che ormai non esiste più. 2) I presunti casi di plagio, al di là di come la si pensi, non costituiscono un motivo di emarginazione o di ostracismo. 3) Daniele Luttazzi può piacere o meno, ma è innegabile che sia una spanna sopra quasi tutti.   

Facciamo un breve riassunto: già nel gennaio 2013 pubblicavamo il post Daniele Luttazzi assolto da ogni accusa di plagio, in cui si elencavano una serie notevole di “ruberie” avvenute nel mondo della comicità senza che nessuno battesse ciglio (Visto e considerato che: nel mondo della comicità il concetto di plagio e di copia è sostanzialmente nullo, frutto questo di una legislazione assente e di una consuetudine inveterata…). Ergo, Luttazzi meritava l’assoluzione piena a prescindere da colpe presunte o reali.

Nel marzo del 2015 veniva pubblicato il post Svelato il complotto ai danni di Daniele Luttazzi, che partiva dal fatto che Luttazzi fosse indagato per frode fiscale (poi assolto). Da lì si prendeva spunto per evidenziare una “congiura del silenzio” facile da spiegare: il nostro eroe stava bene lì dove stava. “Dove Luttazzi? Cosa sta facendo? Non sarebbe il caso tornasse in scena? Se fai queste domande a qualche collega o presunto tale, l’impressione è che tutto si risolva con “un’alzata di spalle”, anzi c’è quasi come un muro di gomma. E’ brutto dirlo, ma Daniele Luttazzi fa comodo lì dov’è. Un concorrente in meno.”

Insomma, l’accusa di frode fiscale era un ulteriore motivo per sancirne l’indegnità, mentre magari il sentimento dell’ambiente (che è sempre molto competitivo) era quello del “ma sì, un rivale di meno”.  

Il 22 aprile 2016 usciva il post: Urge il ritorno immediato di Daniele Luttazzi!!! Scritto in seguito a un clamoroso caso di plagio passato in tv in prima serata (pari, pari da George Carlin e Sergio Viglianese) senza che ci fosse alcuna conseguenza, anzi, con la promozione in finale dell’autore dello scippo. Era un ulteriore prova della non colpevolezza di Luttazzi.

Continua a leggere

Annunci

Clamoroso! La stand up in prima serata su Rai 2 con Giorgio Montanini

25 Ago

La notizia è ancora ufficiosa, ma circola da giorni nei corridoi televisivi, quindi si può dare per certa. Il tutto è all’interno di un importante cambiamento nei prossimi palinsesti televisivi. Molto infatti si è parlato del passaggio alla Rai dell’inviato storico de Le Iene,  Enrico Lucci che farà parte della trasmissione NEMO, il nuovo programma di informazione di prima serata di Rai 2 (leggi qui post su Davide Maggio) che è una delle novità principali della nuova stagione:  

Enrico Lucci

Enrico Lucci (immagine da Davide Maggio)

“…il nuovo programma di inchieste di Rai2 ideato da un altro nome allievo di Davide Parenti, Alessandro Sortino. Il programma spedirà i suoi inviati per l’Italia e per il mondo a caccia di storie fuori dall’ordinario…”

La news che ci riguarda è che a far parte integrante e presenza fissa del cast sarà Giorgio Montanini. Ovviamente si immagina, come minimo, con dei monologhi stand up. L’evento è uno di quelli che segnano una novità importante, quasi epocale. La stand up di tipo anglosassone (quindi quella che non parla di suocere, traffico, fidanzate rompicoglioni, voli low cost e Ikea) sdoganata in Italia dal gruppo di Satiriasi fondato da Filippo Giardina, era sempre rimasta relegata alla seconda serata, anche su Comedy Central (o con esperimenti non riusciti come #Aggratis).

Giorgio Montanini

Giorgio Montanini a Nemico Pubblico terza stagione

Nemico Pubblico è quasi sempre iniziata a orari impossibili, in estate, laddove anche facendo un buon risultato di share ti seguono in 3/400 mila (per carità, buttali via…). E’ vero che lo stesso Montanini fece due aperture a Ballarò, ma qui si tratterebbe di andare in onda per un’intera stagione, dall’autunno fino a primavera inoltrata e in prima serata, con una visibilità infinitamente superiore.

Il vantaggio potrebbe essere di lasciar perdere le parolacce, autentica fobia per la censura tv ed “equivoco principale” di chi critica la stand up, di concentrarsi sui concetti e sui paradossi (che, a dire il vero, sono quelli più trasgressivi) dovendo poi marcare stretto ciò che succede sull’attualità in Italia e nel mondo. Come potete constatare, adesso che lo sapete, la notizia è notevole ed è di quelle che potrebbero costituire un punto di svolta.

Suggerirei a questo punto di non personalizzare la cosa (su Montanini) e di prenderla, invece, come un salto di qualità per l’intero movimento stand up italiano, come qualcosa che stimoli a creare nuove opportunità. Che sia d’esempio a ognuno per osare, lavorare duro e realizzare cose interessanti, a fronte di un mondo cabarettistico televisivo oramai in crisi profonda di contenuti e di credibilità.

Ananas Blog

Sorci Verdi recensione prima puntata

6 Ott
un emozionato J-Ax

un emozionato J-Ax

Il late show Sorci Verdi, condotto da J-Ax, su Rai 2, nella puntata di esordio ha totalizzato 485.000 spettatori e uno share del 5,51%. Qui la puntata per una settimana su Rai Replay. Vediamo cosa è successo: J-AX inizia con un monologo autoironico e con una battuta sulla Rai berlusconizzata, il leitmotiv della serata sarà l’autoironia. Sigla. Presentazione della band a ritmo di musica e qui J-Ax va meglio. Paolo Jannacci. Battute sul nuovo DG Campo Dall’Orto che viene da MTV. “Chi ha soldi per le produzioni non sa niente di cosa è successo dopo il 1973”: sketch su Breaking Bad che diventa una banale fiction all’italiana. Con Michela Giraud. “Ma c’è ancora la Rai?” dicono i sorci/pupazzi che paragonano gli scarafaggi ai capistruttura. J-Ax rincara la dose dicendo che i limiti imposti sono così tanti che è come fare un film porno senza le scopate (leitmotiv ripetuto quasi ossessivamente: la Rai fa schifo, noi pure, però siamo trasgressivi, ma ci sono pochi soldi, come se fosse una sorta di esorcismo). Continua a leggere

Sorci Verdi: J-Ax farà lo stand up comedian?

7 Set
J-Ax (da leonardo.it)

J-Ax (da leonardo.it)

E’ annunciato il format Sorci Verdi, un late show condotto dal rapper J-Ax che, da lunedì 5 ottobre su Rai 2, dovrebbe alternare interviste a monologhi (si presume) di comicità di stampo anglosassone (come fa notare un articolo su tvzap). La cosa si inserisce forse in un quadro più ampio, come trattato nel post Il futuro della stand up comedy italiana. Questa forma di comicità è stata sdoganata, si sta diffondendo, spesso viene usata un po’ fuori contesto come se si dovesse obbedire a una parola d’ordine. Vedi i monologhi di Fabio Fazio a Che tempo che fa e quelli di Paolo Ruffini nell’ultima edizione di Colorado.

Allo stesso modo il monologo tradizionale, cabarettistico e barzellettaro, in paragone sta risultando obsoleto (cosa resa evidente coi comici ospiti all’ultimo Sanremo). Detto questo, nella trasmissione Sorci Verdi (come scritto in un articolo di Grazia Sambruna su TvBlog) si evince che in studio sarà presente Paolo Jannacci a guidare una band dal vivo più dei muppet denominati appunto Sorci Verdi, che tra gli ospiti ci saranno Cochi e Renato e che è atteso un monologo di apertura di J-Ax.

Molta carne sul fuoco e molte tematiche coinvolte: la stand up comedy, l’eterno confronto coi late show anglosassoni, la seconda serata comica di Rai 2 che stenta sempre a decollare.

Ananas Blog

Ombrelloni di seconda mano

26 Ago
le due immagini di copertina: bella ragazza in costume a sinistra, grafica a destra

le due immagini di copertina: bella ragazza in costume a sinistra, grafica a destra

Ombrelloni è la sitcom estiva di Rai 2 che va in onda in strisce quotidiane alle 21.05 da lunedì a venerdì (vedi puntate su Rai.tv). Nelle comunicazioni ufficiali viene presentata come la prima sitcom in costume, cosa propriamente non vera. E’ noto che da un anno (primo caricamento su Youtube il 5 luglio 2012) è stata prodotta Bagnini (vedi canale Youtube), che ha totalizzato quasi 70.000 visualizzazioni e che è passata anche su Italia 2 (aprile 2013). Le due sitcom sono simili (nella seconda ci sono i 2 bagnini come protagonisti) a partire dal titolo costituito da un solo “sostantivo” per arrivare alle tematiche, ma questo è probabilmente dovuto al fatto che le situazioni da spiaggia si assomigliano tutte (quelli che ci provano con la bellona, le regole del playboy, eccetera).

Rai 2 si vanta di aver prodotto la "prima sitcom in costume"

Rai 2 si vanta di aver prodotto la “prima sitcom in costume”

Ombrelloni è prodotta da Rai Fiction e ideata dall’artefice di Boris, Luca Manzi, anche se nella sitcom non c’è traccia dell’irriverenza di Boris. Anche gli ascolti non sembrano aver riscaldato lo share. Tra gli interpreti Karin Proia e Michela Andreozzi. Bagnini, invece, è il tipico prodotto indipendente realizzato con passione e col sogno di  fare una propria sitcom. L’ideatore è il giovane comico toscano – pratese Ciccio Toccafondi. Nel cast Stefano Martinelli, Sergio Forconi, Katia Beni, la Miss Toscana Federica Bertolani, e Sylvie Lubamba con la guest di Luca Calvani.

Cosa succede quando hai realizzato una tua sitcom che ha avuto dei riscontri buoni e, mentre stai cercando di farle fare un salto di qualità, arriva la “corazzata Rai 2” con qualcosa di simile? Che il tuo prodotto rimane in secondo piano, rischia di essere bruciato da chi ha una forza mediatica infinitamente superiore. Inoltre l’effetto psicologico può essere devastante.

Ci si chiede se Ombrelloni sia stata realizzata dopo aver “visto” Bagnini. In tal caso sarebbe un furto d’idea, con la malafede della dichiarazione che si tratti della prima sitcom in costume. E’ invece più probabile che la sitcom di Rai 2 sia stata fatta ignorando l’esistenza di Bagnini. Questo è comunque poco serio, vista la pretesa di Ombrelloni di essere, oltreché televisiva,  anche web series e  chi si occupa di web series dovrebbe conoscere il format di Ciccio Toccafondi visto che se ne è parlato negli spazi specializzati (uscì anche un articolo sul noto magazine Visionaryweb).

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

#Aggratis!, la puntata del 19 giugno 2013

20 Giu

Raffaella Fico ad AggratisLa puntata del 19 giugno 2013 di #Aggratis! ha totalizzato 652.000 telespettatori, per uno share del 3,52%, anticipata d’orario poiché su Rai 1 a mezzanotte l’Italia calcistica sfidava il Giappone di Zaccheroni. Vediamo i contenuti: questa volta Max Tortora fa Celentano in video (ah ah); sigla, fingono di condurre Simone Montedoro, Raffella Fico e Federico Russo, poi Canino, Francini, Delogu, Stockolma ballano Dancing Queen degli Abba; puntata dedicata alla tv; video con la Francini fiction parodia di Pupetta; di nuovo Celentano Tortora che fa Rugantino in romanesco; Fabio Canino intervista la Fico.

Video con Filippo Giardina che fa il piacione; parodia The Voice, il concorrente è Rosanna Cancellieri; Max Paiella, in promozione a “Paiella tutto compreso” che andrà ogni sabato mattina alle 8 su Raio 2 a partire da luglio; video con Pietro Sparacino imbianchino pittore; guest Chiara Galiazzo che canta “Vieni con me”; saluti alla Raffa che ha compiuto 70 anni, in suo onore la Galiazzo chiama una persona dall’elenco; il Twitter Thon è dedicato a Scialpi; il pedalatore misterioso è Tiberio Timperi; Video con Giorgio Montanini, cui è concesso di fare addirittura un monologo (breve): su Balotelli e il razzizmo: Balotelli è un bianco. Altro ospite musicale, il trio  elettro pop Power Francers con “Io Vorrei”. Sigla. Annientamento monologhi riuscito. Stop.

Puntata rivedibile su Rai.tv.

Ciao Scialp!

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Fabio Canino a Tv Talk: su #Aggratis!

9 Giu

Fabio Canino a TvTalkSabato 8 giugno (ieri) Fabio Canino è stato ospite di Tv Talk su Rai 3 per parlare anche di #Aggratis! (vedi puntata su Rai Replay). La trasmissione, tra l’altro, è stata spostata al mercoledì, sempre in seconda serata verso le 23.45. Canino ha detto una cosa interessante e anche un po’ discutibile (nel video a partire dal minuto 1.31.30 circa):

“… abbiamo scelto questo gruppo di comici, Satiriasi, che fanno una comicità stand up comedian come in America, e agli inizi ne abbiamo messi tanti, presi dall’entusiasmo, e forse il pubblico non era pronto, non era pronta la televisione italiana o abbiamo sbagliato, per cui li abbiamo diluiti e adesso funziona di più…”.

Si potrebbe obiettare che la “normalizzazione” dei monologhisti non ha portato a un miglioramento per quel che riguardi gli ascolti e la trasmissione è rimasta felicemente ancora al non andare in nessuna direzione (cosa che a Tv Talk è stata giudicata un pregio). Forse si è voluto dare la colpa alla presenza in massa di stand up comedian, dopo che erano stati reclutati in massa. Ma che dietro ci sia la diffidenza cronica che la tv ha verso il monologo allo stato puro?

E quelli di Satiriasi che dicono? ieri sulla pagina Facebook di Filippo Giardina è andato in scena uno psicodramma: sono volati gli stracci tra Giardina, Giorgio Montanini, Francesco de Carlo, una faida dovuta a contrasti sul modo di fare tv, col gruppo Satiriasi ormai a pezzi, ma… era tutto uno scherzo. Avevano un momento d’ozio e si sono divertiti a fare ‘sta goliardata. Bravi! bella roba!

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

la puntata di #Aggratis! del 4 giugno 2013

5 Giu

AggratisLa puntata di #Aggratis! di martedì 4 giugno ha totalizzato 234.000 telespettatori e uno share del 3,30%. Vediamo i contenuti: aprono ancora i Gemelli Siamesi che vengono “sparati” da Fabio Canino. Ospite Jane Alexander; Video che riproduce la famosa scena della doccia di Psycho, solo che Chiara Francini viene uccisa da Equitalia (produzione che si è mangiata i cachet dei comici, poi pagati a punti Siae); parodia di The Voice: il concorrente è Gianluigi Paragone; video parodia del Commissario Montalbano, con Sergio Friscia, direttamente da Tintoria (produzione che si è mangiata… eccetera).

Luciano Lembo a schiaffo su Canino, poi fa un monologo sul rapimento della moglie; secondo video di Montalbano (guest Gianluca Ansanelli e il bravissimo Rosario Terranova); Paragone + Francini cantano “Non amarmi”; Twitter Thon su Valerio Merola; Giorgio Montanini, preceduto da un video, monologo sul declino culturale (2ooo anni fa Aristofane…); Malika Ayane che sussurra in falsetto “Che cos’hai messo nel caffè” di Riccardo del Turco; Mauro Fratini video in cui spaccia libri; l’anonymus è Giampaolo Morelli in promozione col libro “7 ore per Continua a leggere

#Aggratis! la puntata del 28 maggio 2013

29 Mag
Frankenstein Alba

Frankenstein Alba

La puntata di #Aggratis! del 28 maggio 2013 ha realizzato 351.000 telespettatori e uno share del 4.20%. Dopo il rimbalzo della scorsa settimana, un calo. Vediamo i contenuti: la sigla con omaggio a Little Tony (cuore matto); Ema Stockolma e Andrea Delogu si chiedono come mai in trasmissione non ci siano battute sessiste, non sembrano neanche italiani (altra frecciata a Made in Sud, dopo quelle di settimana scorsa?); aprono anche questa volta i Gemelli Siamesi poi La Francini e Canino che tentano di creare un vip Frankenstein (prima in bianco e nero, poi col Time Warp) alla fine di ‘sto citazionismo cinematografico arriva Alba Parietti (non si esce dal compiacimento vipparolo di serie b anni ’90).

Divertente video “Miss Crisi” dove la Francini bamboleggia in ambienti operai e protestatari; Giorgio Montanini monologo sulla crisi (Cracco o stai in tv o apri un ristorante); una delle gag meno riuscite: il pedalatore misterioso; il TwitterThon su Irene Pivetti; video Cina Città, il cinema italiano comprato dai cinesi (rifanno il sorpasso, produzione che forse si è “mangiata” il Continua a leggere

La prima puntata di #aggratis

1 Mag

 

Stockolma, Francini e Delogu

Stockolma, Francini e Delogu

La prima puntata di #Aggratis, l’atteso nuovo programma comico satirico di seconda serata di Rai 2, firmato Gregorio Paolini, con la presenza tra l’altro dei comedian di Satiriasi, ha realizzato 427.000 telespettatori e uno share del 4,22%. Questo impone alcune riflessioni, che saranno fatte in coda al post. Vediamo prima i contenuti: c’è lo Studio 1 di via Teulada 66, occupato da una specie di gruppo di precari e un clima da budget ridotto. Conducono Chiara Francini e Fabio Canino, sullo sfondo due DJ-Vocalist paralizzate dall’emozione: Eva Stockolma e Andrea Delogu (una donna, una persona totalmente adorabile).

Pietro Sparacino si esibisce in un monologo one-liner di stampo anglosassone (una battuta e via, tanti monologhi iniziati e mai finiti) “Ali uomini piace la vagina, ma hanno il pene, alle donne piace il pene, ma hanno la vagina … gli unici normali sono i Gay…”. Le battute sono belle; un rugbista viene messo a pedalare per produrre elettricità; è il turno di Velia Lalli, una ragazzona piena di grinta (prima dell’11 settembre delle mie chiappe, voglio che qualcuno si giri per strada a guardarmele); viene presentata Stazzitta, una star di Twitter; Sergio Viglianese fa il lavoratore Rai; Ardone Peluso e Massa – cantanti gospel (San Gennà pensaci tu); Canino lancia il Twitterthon per salvare i Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: