Tag Archives: Saturday Night Live Italia

il Saturday Night Live con Claudio Bisio!

11 Gen

Bisio si accinge a un’altra fantastica avventura umoristica

La notizia è che si sta preparando una versione italiana del leggendario Saturday Night Live, col volto di Claudio Bisio, ovviamente per i canali Sky cui il popolare attore è legato contrattualmente. Le premesse sarebbero di fare sul serio rispetto ai tentativi del passato, un po’ sottotono (leggi per esempio qui) risalenti a 5/6 anni fa.

La coproduzione sarebbe affidata alla FTM Entertainment di Fatma Ruffini, e una delegazione autorale produttiva è alla sede del SNL a New York per farsi spiegare bene come fare.

A tal proposito giunge a fagiolo un post di Andrea Boin, già capo progetto di Colorado, con la foto qui a fianco (click sull’icona per l’immagine originale) pubblicato su Instagram (qui) con un testo significativo:

“Rockfeller Center. 54esimo piano. Alla NBC. Da quelli che fanno il Saturday Night Live. Quello vero. Quelli bravi. Sogno.”

Detto questo sembra che Bisio voglia lavorare con energie fresche e che a tale scopo si stiano facendo provini a manetta presso gli studenti della Paolo Grassi di Milano. Nessun autore Zelig risulterebbe convocato. Aggiornamento: del progetto potrebbero far parte anche Alessandro Betti ed Ale di Ale e Franz (come si legge qui) a meno che non siano a New York per turismo…

UN PROBLEMA SERIO (si consiglia il ricovero in…)

L’adattamento del SNL giungerebbe a ruota di un altro adattamento Sky che è andato maluccio: The Comedians sempre con Claudio Bisio e Frank Matano. Uno dei motivi della scarsa riuscita è stato sicuramente il problema che affligge Bisio da sempre: l’overacting (cioè la recitazione forzata, esagerata, sopra le righe).

Bisio, ovunque lo metti (talent, cinema, fiction, conduzione) esagera sempre. Eppure non è sempre stato così. Quando era sconosciuto e più povero sapeva recitare coi controcazzi, come nel grande Morte Accidentale di un Anarchico di Dario Fo. 

Allora, dato che è un uomo finanziariamente ricco, prima di buttarsi nell’ennesima operazione così così, perché non ricoverarsi per qualche settimana in una clinica in cui si curi l’overacting? Come quella immaginata dai Monty Python?

L’alternativa sarebbero una valanga di smorfie…

Ananas Blog

Annunci

Ospiti di prestigio al Saturday Night Live Italia

14 Mag
Cast SNL Italia

Le nuove puntate del SNL Italia, la trasmissione che sta andando in onda su Italia 1 nel silenzio degli uffici stampa e dei blog (forse perché considerato un progetto “periferico” e super low budget), hanno inanellato una serie di ospiti niente male.

Nell’ordine: Giovanni Cacioppo, Pino Campagna, Paolo Migone, Rocco Ciarmoli (Rocco il Gigolò di Zelig), Giuseppe Giacobazzi, Laura Magni (da Colorado), Giorgio Verduci e Claudia Penoni.

Ospiti di tutto rispetto, nonostante il silenzio calato sull’operazione, nonostante i maltrattamenti che la vikinga Elenoire Casalegno distribusce (non si sa se apposta o per inclinazione naturale)  a Beppe Braida…

Ananas Blog

Una voce dal coro

9 Apr

Il Coro

 Un comico lettore del blog ci scrive da quella prima linea che è fatta di sovraffollamento, laboratori, provini, sempre le stesse facce, eccetera eccetera…

 
Leggo sempre con interesse gli articoli di Ananas. In questi mesi mi sono fatto un’idea però. Secondo me non è Zelig in sé. Secondo me è proprio l’ambiente cabaret che è marcio.
Guarda i concorsi che ti fanno fare 15 semifinali, locali che si inventano laboratori fini a se stessi e si riempiono di cabarettisti. La colpa è nostra. Gli altri sfruttano il momento storico, ma imploderà questo mondo.
 
Già nelle province remote la gente non lo segue il cabaret. Gli “schiaffi” non li capiscono e non piacciono, i personaggi strampalati tanto cari a Zelig non funzionano, la gente normale da serata vuole vedere ancora il “pezzo”. Sul posto funzionano gli “artisti locali” magari dialettali più vicini alle esigenze della gente che magari non guarda neanche Zelig.
 
C’è troppo e tutti corrono a esibirsi, il professionismo non esiste più. Guarda, io ho partecipato alla serata provini “saturday night live Italia” al teatro delle Lumache e speravo di non essere preso. Sono sempre gli stessi autori, sempre gli stessi cabarettisti, se non sono quelli di Zelig sono quelli di Colorado, sennò sono mischiati.

Basta! Ognuno si fa la sua parrocchietta e chiama gli amici anche se fanno pietà. Gira programma e ci sono sempre le stesse cose.
Almeno Gino, dico io, avrà di che rispondere a qualcuno più alto di lui immagino; almeno lui se vede qualcuno di diverso e gli piace, lo prende. Lui deve portare a casa la trasmissione, i milioni di spettatori e tutte ste balle qui, che non siamo nemmeno in grado di comprendere bene i giri.
 
Poi Bananas fa le sue scelte a prescindere dai gusti di Gino Vignali. Tanto Ormai fai una stagione e vieni cestinato che ce ne sono milioni dietro di te. La colpa è del dilettantismo dilagante stile “grande fratello” del cabaret. Hanno vinto loro. I mestieranti hanno perso. ” La mia generazione ha perso” come diceva Gaber.
 
Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

 

Base Luna versus SNL Italia

3 Apr

Su TvBlog è uscita un’interessante recensione sul mercoledì comico che vede contrapposti Base Luna su Rai 2 e il Saturday Night Live Italia su Italia 1 (leggi post):

“Base Luna è l’ennesima creatura di Marco Giusti, colui che pervade il palinsesto di RaiDue con rubriche dal sapore cult-retrò, tra un occhio ai b-movies e un altro al vintage d’autore. Per intenderci, è il papà di Stracult che negli ultimi anni ha coniugato perle d’annata e contributi radical chic di personaggi contemporanei. A Giusti piace giocare con le identità come Ozpetek al cinema: con lui il rapper G-Max diventa un conduttore-caratterista (il classico ‘tipaccio’) e ospiti come Pannofino, Arisa e Tricarico contributors fuori dal mucchio…”

“… Su Italia1, invece, va in onda un surrogato di un programma comico, talmente imbarazzante da sembrare la parodia di una situation comedy con le risatine paracule (Tutto frizzante di Boris docet). Il brutto, invece, è che ci credono sul serio. Trattasi di Saturday Night Live, lo storico marchio NBC che Italia 1 ha pensato non solo di preservare nel titolo pur nel passaggio al mercoledì, ma anche di trasformare in un lupanare catodico legalizzato.”

“…Questo programma, sin dalla partenza, è una preda per molti disoccupati a caccia di facile reintegro in tv: basti pensare che Eleonoire Casalegno l’ha spuntata sulla conduzione dopo essersi strappata i capelli con Laura Freddi.”

Apprendiamo con stupore che nel cast del SNL ci sono anche Iris Berardi e Aris Espinosa, convolte nello scandalo Ruby Gate. 

La Redazione di Ananas Blog 

Non tira più Aria Fresca…

31 Mar
G-Max a Base Luna

Ieri sera sono andati in onda i due programmi che si “nascondono” e cercano di passare inosservati, di non segnalare la loro presenza: Base Luna (solo 425.000 telespettatori, 2,31% di share) e il Saturday Night Live Italia (800.000 e 11,78%).

Base Luna, del mitico Marco Giusti, condotto da quel simpaticone di G-Max e dal grande Francesco Pannofino sembra appartenere al filone delle seconde serate comiche di Rai2 destinate a perdere.

Intanto da martedì va in onda, su Comedy Central, la terza stagione di Made in Sud, varietà comico a trazione partenopea che sta riscuotendo un certo successo. Il 6 aprile, sempre su Comedy Central comincerà Bambine Cattive tutto al femminile.

Non sono pervenute notizie di Quork, il talk show comico di La7 che non aveva demeritato, ma che non è stato confermato. Langue Geppi Cucciari. La puntata di ieri con Vincenzo Salemme è stato l’apice della confusione: come non far capire nulla all’ospite e al telespettatore.

Soprattutto non sono pervenute più notizie di Voglia di Aria Fresca, la prima serata comica condotta da Carlo Conti, di cui si è parlato dopo pochi giorni dall’apertura del blog (leggi il post) che iniziava così:

“Che la Rai abbia rinunciato per anni ad avere un varietà comico di prima serata è uno dei misteri della nostra tv…”

Dopo meno di un anno il  mistero è meno oscuro: non c’è la volontà (o la capacità) di creare una vera concorrenza. Facciamo così un pronostico. Oggi, in Italia:

a) possibilità di “morire” berlusconiani = 42%

b) possibilità di “morire” zelighiani = 58%

Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

In preparazione la nuova serie del Saturday Night Live Italia

14 Mar

Braida Casalegno

Stanno lavorando a una nuova edizione del Saturday Night Live Italia che, forse, andrà in onda su Italia 1 entro la primavera.

Punto fermo la conduzione del bravo Beppe Braida e dell’aggressiva e gambo slanciata Elenoire Casalegno.

Sul cast trapela poco. E’ probabile che si aggiungerà un maggior minutaggio ai pezzi dal vivo stile stand-up comedian.

Sicura la presenza di bellone e di pupe messe a recitare in sketch comici. Il titolo esatto del programma, infatti, dovrebbe essere “La Pupa e il Sarchiapone”.

Pare che la frase “Non ci sono soldi” detta ai comici sia quella più pronunciata. Insomma, il budget risicato è una costante, con cui fare i conti (e da tenere sempre come attenuante generica).

Poi c’è sempre l’incertezza sul cosa fare. Pare infatti che la seconda frase più pronunciata sia “Non sappiamo ancora niente”.

La Redazione di Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

Casalegno – Braida: continua il massacro!

8 Feb
 Il Saturday Night Live Italia (domenica sera 565.000 telespettarori, con un buon 11,57% di share, mentre lo Speciale ha fatto 751.000 e il 6,74%), con la conduzione Beppe Braida ed Elenoire Casalegno, sta prendendo una deriva sempre più soft pornografica (vedi post precedente sull’argomento).
La scena è questa: la Casalegno aggredisce, insulta, sovrasta fisicamente il mite Braida (come in un gioco di Dominazione/Sottomissione), il quale talvolta si fa sfuggire un sospiro (forse di autentico piacere?).
Sicuramente esiste un ribaltamento dei ruoli: di solito è il comico a massacrare di battute la bellona, a uscire vincitore da ogni scontro sul palco. Comunque non si capisce come si sia realizzato questo evidente gioco perverso, di chi sia stata l’idea, perché comunque il sottofondo erotico è evidente.
Come l’altra volta ci è arrivato un intero rullino fotografico (a cura di Alex) di scatti rubati, a testimoniare le torbide atmosfere sensuali e perverse del palco del SNL Italia. Si tratta di materiale dal forte impatto emotivo, sconsigliato alle persone timorate o troppo sensibili (fai click x ingrandire):   
 
 
 
 
 

 

I Favolosi Baker in versione sottomessa

 

Braida, mo te magno!

   
 
 

 

Il tormento e lestasi?

 

 

Più tormento che estasi...

   
 
 

 

Tipica postura da sottomissione/dominazione

 

  

Beppe Braida brutalizzato da Elenoire Casalegno?

31 Gen

Beppe Braida ed Elenoire Casalegno

Ieri sera 30.01.2011 Beppe Braida ha iniziato la conduzione del tribolatissimo Saturday Night Live Italia.

Diciamo che Braida sembra aver registrato, per il momento, dei lanci di sketch di cui si ignorava il contenuto. Insomma, lo show è sembrato un insieme di cose messe insieme con lo spago. Probabilmente è successo a causa dei troppi cambiamenti, degli sconvolgimenti del cast tra cui l’incolmabile perdita di Stefano Chiodaroli. Comunque vediamo se dalla prossima settimana le cose si assesteranno.

Beppe Braida era affiancato da una Elenoire Casalegno insolitamente aggressiva, ed è apparso subito in modalità “maschio sottomesso”. Abituato a una donna leggiadra e dalla coscia normodotata come Rossella Brescia ha mostrato segni di panico rispetto alla valchiria urlante che gli stava di fianco.

Abbiamo una documentazione fotografica del dramma che si è consumato. Dateci un’occhiata, fate click per ingrandire, ma solo se avete lo stomaco forte:

Cosa sta dicendo la Casalegno? A) Beppe, ti faccio un mazzo così B) Beppe, ti stacco il collo con queste mani

Qual è la preda e qual è il predatore?

Pure lo sberleffo col linguino!

Lottimo Braida, trafitto dallo sguardo della valchiria, abbozza una reazione

La Redazione di Ananas Blog (servizio fotografico a cura di Alex)

PS la puntata del SNL Italia ha totalizzato 741.000 telespettatori con uno share del 5,76%, mentre l’Almanacco del Gene Gnocco (iniziato una mezzoretta più tardi) 668.000 e 6,29%

Beppe Braida condurrà il Saturday Night Live Italia

24 Gen
Beppe Braida

Ieri sera è andato in onda il Saturday Night Live Italia (517.000 telespettatori, 7,62% di share), una puntata special apparentemente di repliche di sketch già visti, compreso quello famoso super sexy di Ludovica Leoni (guarda su YouTube se proprio vuoi).

Perché mandare in onda il “meglio di” quando la serie è a metà? Forse per riorganizzare uno show che ha già subito diverse tribolazioni.

Infatti, durante una pausa pubblicitaria è partito il pormo che annunciava il prossimo arrivo di Beppe Braida alla conduzione (in ticket con Elenoire Casalegno).

Beppe Braida torna alla conduzione su Italia 1 dopo aver fatto bene a Colorado, dove aveva mostrato di avere quel mestiere che si conquista con tanti anni di palco. Nicola Savino è più impacciato, si vede che gli manca la gavetta live, eppure il cambio di conduzione non ha spostato le cose o provocato un calo di ascolti.

Si sa: il messaggio dominante è che il sistema funziona indipendentemente dagli artisti, che sono intercambiabili e che se escono dal cono d’ombra dei format dominanti vengono immediatamente ridimensionati.

Comunque un in bocca al lupo a Beppe Braida che saprà certamente risollevare un po’ le sorti del tormentato Saturday Night Live Italia.

La Redazione di Ananas Blog

Riparte il Saturday Night Live Italia

30 Nov

Di Gat

E’ in fase produttiva la nuova stagione del Saturday Night Live Italia, che andrà in onda su Italia 1 in seconda serata, format sicuramente difficile visto che si confronta con una leggenda quale è l’originale americano.

Nel cast c’è la presenza di un pezzo da 90 come Stefano Chiodaroli e questa è una buonissima base di partenza. Poi ci sono Demo Mura e Carlo Pistarino (che sono anche due formidabili battutisti), Gigi Garretta, Alessandro Brunello e altri…

Il progetto prevede l’interazione con personaggi conosciuti come Walter Nudo (11.12.2010: Walter Nudo è saltato NDR), Elenoire Casalegno,  Laura Freddi, il DJ e producer Tommy Vee… Speriamo non diventi la versione comica dell’isola dei Famosi!

Il coefficiente di difficoltà è notevole. Però c’è la necessità di creare non solo il terzo polo comico, ma anche il quarto, il quinto, il sesto, eccetera. La comicità italiana è al punto creativo più basso, vige la monocoltura, e le politiche dei “grandi capi” sembrano puntare all’esaurimento della vena  senza che sia lasciato nulla per il futuro.

Così “facciamo il tifo” sperando che il SNL Italia trovi una buona formula produttiva, faccia ascolti decenti, si espanda e diventi un polo d’attrazione per comici e attori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: