Tag Archives: Soci Bananas

I motivi per cui Aldo Giovanni e Giacomo dovrebbero…

3 Dic
Aldo Giovanni e Giacomo

Il Blog ha riassunto il “lato oscuro” delle politiche di Bananas s.r.l. e pubblicato un elenco dei “soci famosi”. Dando per scontato che questi soci non siano a conoscenza del sopraccitato lato oscuro, stiamo ipotizzando, per ognuno di loro, i motivi di un eventuale disagio.

Dopo aver parlato degli ipotetici motivi di disaccordo di Lella Costa, Enrico Bertolino, Paolo Rossi, passiamo ad Aldo Giovanni e Giacomo (Cataldo Baglio, Giacomino Poretti, Giovanni Storti) che hanno complessivamente il 3% delle quote di Bananas srl.

1) Come per gli altri c’è un motivo principale: quelle di Bananas sono politiche poco trasparenti, non molto corrette, che tendono a creare una precarietà diffusa e inusuale.

2) Aldo Giovanni e Giacomo hanno fatto una lunga gavetta, ma in un periodo in cui c’erano alternative, in cui per esempio Mai Dire Gol poteva fare da traino alla grande popolarità, al contrario della situazione attuale in cui si pensa che, se stai sulle scatole a Zelig e non hai i pezzi per Colorado (o viceversa), sei finito.

3) E’ difficile immaginare Aldo Giovanni e Giacomo che non danno certezze ai loro collaboratori, che tengono i loro colleghi “sulla corda” per anni e anni senza dare loro risposte. Probabilmente non  farebbero mai cose simili, la ditta di cui sono soci però lo fa. E’ la famosa empatia di cui in questi anni sembrano scomparse del tutto le tracce.

Tutto qui? Sì tutto qui… ed è sufficiente.

Operazione Trasparenza: è una sorta d’inchiesta che vuole cercare di far luce su uno dei luoghi più misteriosi del mondo dello spettacolo: Zelig/Bananas (o se preferite Area Zelig 51). In questo caso si tratta di informare i soci “vip” delle politiche più nascoste di Bananas. In seguito cercheremo di intervistarli uno a uno per conoscere la loro opinione a riguardo.

LEGGI: La mail informativa inviata ai soci Bananas:

All’attenzione di …

Le inviamo questa lettera in quanto socio di Bananas s.r.l.

Ananas Blog (www.ananasblog.wordpress.com) blog di analisi del “sistema comicità” italiano, ha condotto una serie di inchieste Continua a leggere

I motivi per cui Paolo Rossi dovrebbe…

25 Nov

Paolo Rossi

Il Blog ha riassunto il “lato oscuro” delle politiche di Bananas s.r.l. e pubblicato un elenco dei “soci famosi”.

Dando per scontato che questi soci non siano a conoscenza del sopraccitato lato oscuro, stiamo ipotizzando, per ognuno di loro, i motivi di un eventuale disagio.

Dopo aver parlato di Lella Costa, ed Enrico Bertolino, passiamo a Paolo Rossi (che ha un consistente 9% di quote in Bananas s.r.l.). Per quali motivi potrebbe dissociarsi dalle politiche aziendali bananifere?

1) Come sempre perché si tratta di metodi poco trasparenti e non particolarmente virtuosi. Questo è sempre il motivo principale.

2) Vogliamo rievocare i valori della sinistra? In questo periodo gli elenchi di valori in tv fanno anche 10 milioni e passa di spettatori (vedi il successo di Vieni via con me).

3) Paolo Rossi è un grande attore e magari non approva il lavoro di uccisione della professionalità provocato dall’eccesso di laboratori e di lavoro gratuito.

4) Paolo Rossi ha condiviso con altri attori spettacoli collettivi, quando avrebbe potuto fare dei recital “sottofondo di chitarra e voce” e guadagnare molto di più, da solo.

L’Amministratore di Ananas Blog Roberto Gavelli

I motivi per cui Lella Costa dovrebbe disapprovare…

17 Nov

Il Blog ha riassunto il “lato oscuro” delle politiche di Bananas s.r.l. e pubblicato un elenco dei “soci famosi” (vedi link). Ovviamente molti di questi non partecipano alle decisioni, ma possono partecipare agli utili che sono anche frutto di quelle decisioni.

Dando per scontato che questi soci non siano a conoscenza del sopraccitato lato oscuro, proviamo a ipotizzare, per ognuno di loro, quali potrebbero essere i motivi di un eventuale disagio.

Cominciamo da Lella Costa (2% di quote): perché dovrebbe disapprovarne certi eccessi della politica aziendale di Bananas s.r.l.?…

1) In primo luogo perché quelli di Bananas nei confronti della “forza lavoro” sono metodi non propriamente corretti e non proprio trasparenti. QUESTO È IL MOTIVO PREDOMINANTE SU TUTTI GLI ALTRI.

2) Lella Costa è una donna di sinistra, e tra i valori della sinistra ci sono il rispetto dei diritti (su cui Bananas ha un’idea alquanto approssimativa, visto che pratica uno sfruttamento della manodopera gratuita che è inusuale e su larga scala).

3) Lella Costa è una donna impegnata socialmente (attiva anche a sostegno di Emergency) e quindi dovrebbe provare empatia verso gli attori comici trattati da Zelig come carne da macello e privi di diritti, situazione infinitamente peggiore rispetto alla normale precarietà del mondo dello spettacolo.

4) Lella Costa è sicuramente attenta ai diritti delle donne (segnalo il reading “Femminile e Singolare”… Racconti di donne, impegno civile di cui sentiamo l’urgenza) mentre Bananas, nel “buio dei laboratori” riserva un trattamento marginale alle donne, messe quasi in un ghetto e sottoposte a un trattamento autorale quasi sempre al maschile (vedi la testimonianza illuminante contenuta in Una mail da Giulia Ricciardi).

5) Lella Costa è una persona sincera e trasparente. La vedo poco compatibile caratterialmente con l’usanza di occultare la verità, tenere la gente “sulla corda” e non dare mai risposte.

L’Amministratore di Ananas Blog Roberto Gavelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: