Tag Archives: Sorrisi & canzoni

Zelig fa muro contro Vanessa Incontrada!

19 Lug

Su Sorrisi & Canzoni tv, l’ultima Corea del Nord italiana recita la solita poesia mandata a memoria: “va tutto bene, è tutto meraviglioso, chi si lamenta ha qualcosa di sbagliato”.

Zelig risponde alle accuse di Vanessa Incontrada usando quel Sorrisi & Canzoni diretto da Alfonso Signorini, uno degli Spin Doctor di Silvio Berlusconi, scelta che la dice lunga sulla natura zelighiana. Signorini è noto per “pettinare” le notizie, renderle Silvio Compatibili (vedi famosa intervista a Ruby).

Leggi l’articolo su TvBlog: Il cast di Zelig su Sorrisi contro l’Incontrada: “Mai discriminata”

Apre il fuoco Michele Mozzati: “Escludo in modo assoluto che ci siano state pressioni sulla sua maternità e sul suo peso. Forse c’è una sua sensibilità particolare rispetto a Zelig, che si riflette nelle interviste in un’immagine del programma molto lontana dalla realtà…”

Poi, in ordine di importanza parla Giancarlo Bozzo, con uno sbiadito messaggio burocratco: “La decisione di cambiare la conduzione di Zelig è dovuta soltanto a un necessario rinnovamento che ci ha visto, con Vanessa, d’accordo sia per la sua carriera, sia per il futuro di Zelig”.

A SEGUIRE:

‘Anche Katia & Valeria si accaniscono, dicendo che per il loro lavoro di comiche “di solito non si viene giudicate fisicamente, problema che forse Vanessa sente di più”. E Teresa Mannino dice di non aver mai visto maschilismo a Zelig e che “Vanessa forse sente di più il problema perché, pur essendo una brava attrice, fondamentalmente è una bella donna”. Con omertà chiosa: “Oppure ha avuto screzi con qualcuno della produzione, escluderei il cast. Ma non ne ne ho mai saputo niente”.’

‘E infine Giovanna Donini, unica autrice donna del cast, confessa: “Le sue parole mi hanno stupita. Le battute in scena sui chili di troppo erano da copione. Dietro le quinte non ho notato nessun accanimento e conoscendo gli altri autori sono portata a escludere che Vanessa non sia stata riconfermata per via della maternità o del peso”.’

Insomma, un bel fuoco di fila a difesa totale del fortino zelighiano, scaricando ogni colpa su chi si lamenta. Cose già conosciute, ridicole nel loro conformismo.

Zelig dovrebbe dedicare meno tempo ad aggredire i critici e più tempo a fare pulizia interna (vedi liberatorie farlocche, Enpals non versata, lavoro non retribuito, eccetera).

La Redazione di Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

PS: l’intervento di Giovanna Donini che nega ci sia maschilismo a Zelig, preceduta dalla dicitura “unica autrice donna” è uno raro capolavoro di umorismo involontario.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: