RealBook la sitcom sull’invasività dei social network

1 Mar
Real Book su Rai 1 all'interno di: Top, tutto quanto fa tendenza

Real Book su Rai 1 all’interno di: Top, tutto quanto fa tendenza… e se ci chiedessero l’amicizia per strada?

Stefano Disegni, reduce dal successo di Cavalli di Battaglia su Rai 1 con Gigi Proietti, di cui ha curato assieme a Stefano Sarcinelli la parte autorale (e visto il 20 febbraio al convegno Anart su satira, televisione, censura e new media) è riuscito a realizzare una striscia video su Rai 1, dal titolo RealBook. RealBook va in onda per 10 puntate ogni sabato all’interno del magazine Top, tutto quanto fa tendenza. (guarda qui, su Rai Play la prima puntata dal minuto 27′ 40 “).

L’ora è tarda, ma l’idea è ottima e parte dal seguente presupposto: “come sarebbe la nostra vita se interagissimo come facciamo sui social media?”. Insomma cosa succederebbe se, invece che sui pc, tablet e smartphone, tutto si svolgesse nella vita reale, con le richieste di amicizia che avvengono fermando la gente per strada, i mi piace e i gruppi che si formano appena uno pronuncia un nome o fa un’affermazione. Ecco, forse sarebbe comunque invasivo, anzi così raccontata mostra come siamo invasi dai social network.

I crediti sono estrapolati dalla pagina Facebook dello stesso Disegni:

“Grazie, molte grazie a Carlo Qualchecosa De Ruggieri, Lillo, Stefano Sarcinelli, Carmen Giardina, Fabio Morici, Claudio Castrogiovanni, Antonella Aiesi, David Moscato, Marco Spagnoli, Angelo Mellone, Ludovico Di Martino e tutta la squadra, Lorenzo Disegni, bello de papa’, Margareth Bacher, Stefano Blues Bar e tutti quelli che eroicamente hanno fatto l’impresa, compreso Vicidomini Nicola che me lo sono ricordato adesso.”

 Ananas Blog

Annunci

11 Risposte to “RealBook la sitcom sull’invasività dei social network”

  1. la cOrtella esattoriale marzo 3, 2017 a 10:58 am #

    [RI-OT] Ammazza che servizio su Paolo Villaggio è andato in onda ieri su Nemo. Commovente, profondo, MAGNIFICO! non sto scherzando, andatelo a vedere se ve lo siete perso, merita davvero!

    • ananasblog marzo 3, 2017 a 11:57 am #

      crescita in ascolti: 1.174.000 spettatori, 4.7% di share

      • la cOrtella esattoriale marzo 3, 2017 a 3:53 pm #

        che sia merito dell’innesto dei TheShow direttamente da YT?

        • ananasblog marzo 3, 2017 a 4:53 pm #

          Urca teoricamente il pubblico del web non si sposta sulle trasmissioni generaliste, come approfondiremo in un’intervista che sto impaginando. L’A

          • la cOrtella esattoriale marzo 4, 2017 a 9:02 am #

            vabbè, sono cmq supposizioni, però se fosse vero allora tutta la transumanza di youtuber verso i media convenzionali, compreso il ballerino tedesco da 32 mln di click, sarebbe sciocca se non diabolica, perchè errare è umano, perseverare…. Come te lo spieghi invece quasi un punto di percentuale improvviso di Nemo? forse giovedì sera pioveva?

            • ananasblog marzo 4, 2017 a 5:25 pm #

              Non avendo visto la puntata non saprei, forse si sono un po’ “ienizzati”. L’A

  2. la cOrtella esattoriale marzo 2, 2017 a 1:45 pm #

    ok, è su FB che il video ha fatto i numeri, cioè 6,2 mln al momento attuale. Le condivisioni sono appena 90.000 scarsi, fenomeno alquanto ridimensionato per chi sa leggere i dati.

    • la cOrtella esattoriale marzo 2, 2017 a 1:47 pm #

      lo ha pubblicato qua, andava in risposta all’Amministratore piu’ sotto

  3. Sincero marzo 2, 2017 a 11:45 am #

    La sitcom sull’invasività dei social network è divertente ma fa capire bene che quando hai tanti like (mi piace), per esempio su facebook, non significa che hai fatto qualcosa di “eccezionale” ma basta dire qualunque STRONZATA che uno ti mette “mi piace”, oppure ancora peggio molti like possono anche essere comprati per dimostrare che uno che lavora in tv è più amato di altri colleghi, oppure è anche risaputo che le stesse persone si aprono numerosissime pagine facebook farlocche per aggiungere tanti like, ed è per questo che è sbagliato pensare che un programma oppure una persona dello spettacolo è più amata di un’altra vedendo il numero di “like”!
    Ad esempio: Se Gigi e Ross hanno meno Like di uno che non fa ridere e si fa vedere solo 3/4 minuti a Made in Sud oppure un Massimo Ranieri ha meno like di Gigi D’Alessio è evidente che c’è qualcosa che non va, ed anche un bambino lo capirebbe!
    Altro esempio: Se un programma su “tvzap socialscore” si trova tra i primi in classifica significa solo che più persone con facebook lo hanno votato per cui PUO’ ESSERE ANCHE UN DATO FALSO, soprattutto se nessuno dei presentatori oppure del cast del programma si trova nella classifica dei personaggi più votati (COSA MOLTO STRANA).
    I Social network oggi non servono più per mettere in contatto persone che già si conoscono e che stanno lontane, ma al contrario in genere non si conoscono, per cui i social network possono essere facilmente manipolati. E’ evidente che chi è interessato affinchè il programma e/o il personaggio vada ancora in TV, potrebbe con i social network fare in modo da mettere più like nei modi che tutti noi conosciamo e che ho elencato prima.
    Quando delle persone sono veramente brave nel loro lavoro si vede subito (ad esempio Gigi e Ross e Massimo Ranieri) e non occorre vedere i pochi like che hanno!
    Ci aspettiamo di vedere il seguito della Sitcom che è divertente ma soprattutto realista (SATIRA).
    BRAVI!

  4. la cOrtella esattoriale marzo 2, 2017 a 10:24 am #

    [OT] finito zelig qualcosa bisognerà pure inventarsi…giovanni dai!!! tre milioni di click per ‘sta roba tristerrima?
    http://video.corriere.it/giovanni-vernia-come-ballerino-spot-poi-impallina/eb206550-fe48-11e6-844d-f8ea6c2a643b?intcmp=video_wall_hp&vclk=videowall%7Cgiovanni-vernia-come-ballerino-spot-poi-impallina

    tra l’altro mi sfugge da dove saltino fuori tutte ste views, il canale YTdi vernia è piuttosto parco di visualizzazioni. Forse FB/twitter, che se passi sopra ad un video in bacheca senza guardarlo il counter lo computa ugualmente? Altrove? mah, mistero…
    https://www.youtube.com/user/giovannivernia1/videos

    • ananasblog marzo 2, 2017 a 12:20 pm #

      Allora… per esempio le visualizzazioni di un video su Facebook non si tramutano in automatico in quelle su Youtube, quindi può succedere che ci siano un botto di visual ma non sul canale YT. Vernia ha dei limiti artistici però è un ragazzo intelligente che produce molto e sta sempre sul pezzo (c’è lo spot Tim? Subito la parodia). Cosa che dovrebbero fare altri. L’A

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: