Enjoy: recensione posticipata

17 Feb
Diego Abatantuono

Diego Abatantuono (immagine free)

Enjoy, nuova trasmissione comica di Italia 1, condotta da Diego Abatantuono e Diana Del Bufalo, prodotta dalla sempre verde Colorado Film, ha avuto un percorso travagliato. Dopo due puntate dagli ascolti deludenti (2 febbraio: 996.000 spettatori 4,4% di share; 9 febbraio 723.000 spettatori 3,1% di share) la decisione dello spostamento in seconda serata (ieri 16 febbraio: 414.000 spettatori, 5,31% di share). Qui la seconda puntata su Mediaset play) 

In studio Scintilla, Dino Abbrescia come capi ultras a fianco di Abatantuono. Si tratta di una gara tra due squadre di comici capitanate una da I Panpers, l’altra da Gigi e Ross. Nella squadra dei Panpers: Gianluca Impastato, Alberto Farina, Claudio Lauretta, Francesca Manzini, Marco Stabile. Nella squadra di Gigi e Ross, Vincenzo Albano, Herbert Ballerina, Barbara Foria (sempre gradita), Francesco Cicchella, Tony D’Ursi.

Ogni squadra sostiene un progetto sociale di Media Friends, la onlus promossa dal mondo RTI, Medusa film, Mondadori etc.. Ogni sfida vale 1.000 euro.  Le sfide sono a suon di gag e numeri musicali. La decisione spetta al pubblico composto da 99 persone (99 numero di profondo significato simbolico)

Qui c’è una nota di originalità, rispetto alla gara pura e semplice che aveva caratterizzato Eccezionale Veramente. C’è anche una sorta di tifo calcistico, di centro/nord contro sud, echi di Indietro Tutta, eccetera.

Quello che sembra non funzionare è proprio la gara. C’è un clima goliardico da: “siamo tutti amici, ci sfottiamo allegramente a vicenda, come essere al bar” che ammazza del tutto l’interesse per la competizione.  Inoltre la competizione stessa diventa una serie di numeri comici inseriti dentro quello che potrebbe essere un normale scalettone cabarettistico. Finito l’interesse per la gara, finito tutto.

Tanto poi (la sindrome dell’amico irlandese)…

Il fatto che Enjoy non sia andata non cambierà le cose. Un po’ come l’amico irlandese della famosa canzone di Ivan Graziani: la sua vita resterà la stessa, ritornerà in Irlanda con la sua laurea in filosofia.

La Colorado film può assorbire tutto ciò, si consolerà con la prossima edizione di Colorado, col cinema (vedi gli incassi di una pellicola come “Me Contro Te”).

La compagnia di giro  di Enjoy è composta da un nucleo di Senatori che finiranno tutti nel cast fisso di Colorado.

Abatantuono è sempre Abatantuono.

Francesca Manzini è comunque predestinata a grandi cose (per esempio condurrà Striscia la Notizia) anche Diana Del Bufalo farà cose…

Insomma, potrebbe essere il fatto di non rischiare nulla ad aver reso il format poco efficace. Chi aveva interesse a lavorare duramente sul prodotto? Nessuno, infatti.  

Ananas Blog

Una Risposta to “Enjoy: recensione posticipata”

  1. Roma febbraio 23, 2020 a 9:05 am #

    Per lunghi tratti e abbastanza a lungo quasi ai limiti dell’inguardabile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: