Ananas Blog va in vacanza

26 lug

una foto, uno stato dell'anima...

una foto, uno stato dell’anima…

Ananas Blog chiude i battenti e se ne va in vacanza fino a fine agosto/inizio settembre (dipende da un po’ di cose).

L’Amministratore è già “partito per le spiagge” come si può dedurre dalla foto qui accanto, nonostante la stagione sia spesso fredda e piovosa, ma qualche ora di sole si riesce sempre a rubare.

Questa volta si può annunciare che riapriremo col botto, felici di stupirvi. Poi vedremo se sarà la vita stessa, coi suoi colpi di scena, a stupirci una volta di più. Verrà fatto comunque di tutto per creare novità positive.

Per il resto, buone vacanze a tutti!!!

Ananas Blog (Long May You Run)

Stand Up Comedy: la settima e ultima puntata

22 lug
BtGUWO8CMAE2nah

un ospite particolare tra il pubblico della settima puntata (da Twitter)

Lunedì 21 luglio è andata in onda la settima e ultima puntata di Stand Up Comedy, il gruppo Satiriasi su Comedy Central. Intanto si attendono altre news. I comedian di Satiriasi sono molto richiesti. Sono riusciti a sdoganare la comicità Stand Up sulla tv italiana e, in generale, si spera che siano in arrivo grossi cambiamenti anche in altri settori. Per esempio c’è da sdoganare la “sitcom scritta bene e recitata bene” operazione che meriterebbe un Premio Nobel qualsiasi (anche per la chimica). Qui su Twitter le battute migliori.

Vediamo brevemente i contenuti della puntata che ha avuto tra il pubblico Serena Dandini (in altre registrazioni si è visto Enrico Brignano): questa volta la conduzione è affidata a Giorgio Montanini che poi parla della realtà paragonata ai film porno, del dito nella prostata e del cunnilinguo alla Gattuso (tanta generosità e poca qualità); Mauro Fratini discetta di dolore e morte  e poi su Gesù che a un certo punto era morto, ma non proprio, perché ogni tanto tornava a trovare gli amici e del brivido del “Arieccolo!”; Velia Lalli si inerpica nel concetto sociologico che per una donna sui 40 anni, i 20enni sono teneri, affettuosi, romantici, in parole povere scopano meglio. I 40enni maschi sono come il Nokia dopo che hai provato l’Iphone e non torni più indietro.

Pietro Sparacino ci racconta delle pippe e della loro infinita capacità di giocare con la fantasia (sono addirittura meglio di Photoshop), è libertà e creatività, ci si può fare dal sedere della “pubblicità di Roberta” al Gabibbo; Saverio Raimondo (ora su Radio 2 con la trasmissione quotidiana Stand Up) parla della sua fobia per gli italiani, partendo dallo strepitoso incontro con una rumena che l’ha stuprato; Francesco De Carlo con un pezzo surreale sul linguaggio, l’uso della virgola, le vocali, le consonanti: la H è muta, serve a solo a farci atterrare gli elicotteri sopra; chiude Filippo Giardina, fondatore di Satiriasi che si toglie la grande soddisfazione di prendersela con il pubblico, accusato di essere in crisi per la sua totale incapacità di giudizio, per colpa sua sono state prodotte le peggio cose.

Bene, finisce un’avventura splendida e innovativa, ma potrebbe essere solo l’inizio…

Ananas Blog (Long May You Run)

Salviamo la Corte dei Miracoli!

21 lug
il logo dell'evento

il logo dell’evento

Chi è Renato Converso? Che cos’è la Corte dei Miracoli? Il primo è un cabarettista di lunga esperienza, “maestro” di tanti altri che sono cresciuti grazie anche a lui; il secondo è un locale storico di Milano, palestra per molti talenti comici, di cui proprio Renato è stato ed è l’animatore.

Giunge notizia che la Corte dei Miracoli sia a rischio chiusura per motivi che possono sembrare quasi evidenti: è in corso la tendenza dei locali (cioè gli unici luoghi in cui la comicità possa davvero crescere) a scomparire. Milano è stata particolarmente colpita negli ultimi 15 anni.

Renato Converso ha lanciato la seguente iniziativa: Un MIRACOLO per La Corte dei Miracoli Cabaret di Renato Converso
CARI AMICI che avete riso e vi siete emozionati per 30 anni anni insieme a noi. AIUTATECI a tenere in VITA questo piccolo grande TEATRO non politicizzato e aperto a tutti che ha aiutato a crescere grandissimi artisti Con un piccolo contributo potete SALVARCI” (qui la pagina Facebook).

Ananas Blog appoggia pienamente il progetto, senza entrare troppo nel merito: c’è una persona che ha dato “tanto” e che sta chiedendo “qualcosa”. Oggi stesso, in quanto amministratore del blog, aprirò il portafogli e farò una donazione. Invito anche gli altri a fare altrettanto. Qui le istruzioni:

“Basta recarsi in una tabaccheria/lottomatica e fare la vostra LIBERA OFFERTA sul NUMERO DI CARTA della Corte dei MIRACOLI (riferendo il codice fiscale qui sotto riportato)
PostePay n°: 4O23 6OO9 O177 31O3
CF: CNV RNT 52A01 H579 S”

Roberto Gavelli Amministratore di Ananas Blog (Long May You Run)

ci manca gente tipo Lena Dunham

18 lug

Si avvicina la pausa estiva in cui Ananas Blog andrà in pausa per un mese/40 giorni. Si chiude una stagione interessante in cui, forse, si sono gettate le basi per una serie di cambiamenti. Complice una crisi devastante, complice il fatto che c’è chi sta innovando davvero. Certo, siamo in ritardo come sempre, caratteristica in generale diventata cronica nel nostro paese.

Così guardi sempre con un po’ di stupore al mondo anglosassone e ti chiedi, per esempio, com’è possibile che là ci siano personaggi come Lena Dunham, (qui Wikipedia), 28 anni, taglia dal 48 al 50, regista, attrice e sceneggiatrice (stica…) artefice della serie di successo Girls, di cui è protagonista, sceneggiatrice e produttrice esecutiva (da noi abbiamo i “capiprogetto assemblatori”).

Qui sotto il suo intervento al David Letterman Show, in cui si può notare la personalità vibrante e la grande simpatia, oltre a certi aspetti nevrotici del suo carattere che lei è riuscita a trasformare in “racconto”:

Ecco, in Italia mancano tante cose, tra cui gente come Lena Dunham o strutture che consentano alle nostre Lena Dunham di emergere.

Ananas Blog (Long May You Run)

La sesta puntata di Stand Up Comedy su Comedy Central

15 lug
i 7 comedian di Satiriasi in "Stand up Comedian" su Comedy Central... so Cool!

i 7 comedian di Satiriasi in “Stand up Comedian” su Comedy Central… so Cool!

Lunedì 14 luglio è andata in onda su Comedy Central la sesta puntata di Stand Up Comedy, il gruppo Satiriasi “nudo e crudo” in tv. La puntata è la penultima, intanto stanno già partendo altri progetti, proprio ieri Saverio Raimondo ha esordito con la trasmissione quotidiana Stan Up su Radio 2. Vediamo i contenuti della puntata (qui i tweet delle battute migliori).

Questa volta conduce Mauro Fratini, il lato colto e saggio di Satiriasi che si inerpica su concetti arditi e poi chiude coi racconti evangelici (Non raccontate a nessuno di quello che avete visto.“Chi cazzo ci crederebbe, Gesù, la cosa più normale è la nuvola che parla!”); Saverio Raimondo sugli animali domestici raffrontati ai coinquilini (Gli esseri umani: i peggiori animali domestici che io conosca. E chi ha un coinquilino sa di cosa parlo). Continua a leggere

e se ci fosse qualcosa per cui dire “wow, figata!”?

14 lug
(dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

(dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

Anticipiamo qui un progetto di cui in qualche modo si sta già parlando a cui si sta lavorando: la creazione di una realtà di stand up comedian in Romagna, sul modello (e si spera con la benedizione) del gruppo romano di Satiriasi, che è diventato fenomeno sia di culto che televisivo. Location in Romagna ma che vada ad attirare anche “energie” delle zone dal centro al nord al nordest.

Riguardo al progetto verranno pubblicate le “specifiche” a mano a mano che le novità procederanno. Ma i punti fermi sono chiari. In primo luogo un attenersi al manifesto di Satiriasi (vedi qui) o comunque a una dichiarazione d’intenti similare. La creazione di un gruppo fisso di comedian, un lavoro di scrittura ex-novo, il tentare di cambiare pelle  superando le “scorie cabarettistiche” televisive (la cosa più difficile). Si crea un gruppo e il gruppo lo si porta avanti condividendo gioie e dolori e, se finisce in tv, ci finisce nella sua interezza.

Se siete interessati fatevi vivi. C’è una discriminante, però: bisognerebbe partire con un “Wow, figata, dai, facciamolo, io ci sono!”. Questo vale per molte cose. La negatività ci ha divorato come un cancro, noi, il nostro ambiente, l’Italia intera come paese. 15 anni di cabaret televisivo, poi, ci hanno devastato l’anima. Arriva un tempo in cui bisogna azzerare tutto e caricare le batterie. La comicità e i progetti innovativi hanno  una cosa in comune: necessitano di grande energia. Altrimenti il percorso diventa davvero difficile.

Oppure si accoglie il suggerimento che alcuni danno di reclutare solo gente di 20 anni. Comunque una cosa è certa: wow, sarà una figata! State connessi e attenti alle news…

Ananas Blog (Long May You Run)

… cosa aspettate ad agire?

11 lug
La desertificazione era prevedibile (dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

La desertificazione era prevedibile (dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

Ricevo l’ennesima lamentazione sul lavoro che non c’è. Assisto all’ennesima lamentazione pubblica sul lavoro che non c’è. Vengo a conoscenza dell’ennesima situazione precaria o disperata, anche (o soprattutto) per il lavoro che cala sempre di più.

“Ci sono poche serate” è il succo del discorso, anche se c’è poco in generale. Ma le serate sono il motore di tutto. Alla fine si va in televisione per quello, no? Sono la benzina nel motore del comico.

Rispondo, commento, considero che l’attuale situazione era facilmente prevedibile già quattro anni fa, in pieno delirio comico cabarettistico. Aggiungo che certe situazioni sono state anticipate da Ananas Blog, scritte, analizzate, alla nausea. E’ innegabile, sono cose risapute, non c’è alcun compiacimento. Manco l’antipatia del “Io l’avevo detto”. Continua a leggere

alla ricerca e alla scoperta di Gianfranco Marziano

9 lug
Gianfranco Marziano

Gianfranco Marziano

Succede che un giorno, dopo aver pensato di averle viste tutte, ti imbatti in Gianfranco Marziano da Salerno. Qualcuno posta su Facebook il link di un articolo, in fondo al quale si parla di questo personaggio in termini quasi di mitizzazione e allora ti viene subito la curiosità di saperne di più. Chi mai te l’ha fatto fare!  Scopri che le cose non saranno più le stesse, hai trovato un nuovo modo di ridere, di pancia, anche in maniera talvolta “stupida”. Marziano ha una pagina Facebook, ma la sua pagina Wikipedia è stata cancellata più volte (qui la discussione).

Su internet si trova un sacco di materiale suo, Youtube ne è piena. La produzione di Gianfranco Marziano varia tra canzoni, libri, reading, poesie Haiku, parodie, monologhi, performance live, jam session di chitarra, eccetera, eccetera. Ma il punto è che si tratta di un pazzo vero, al contrario di alcuni “grandi” che farebbero anche cose simili: Tony Tammaro che è un personaggio fittizio e soprattutto Checco Zalone che nella vita di tutti i giorni è un ragazzo posato e gentile. Checco Zalone fa tutto per piacere e ci riesce, fa solo ciò che funziona. La battuta dissacrante è studiata per essere a rischio zero. Continua a leggere

Stand up Comedy, la puntata 5 su Comedy Central

8 lug

10402427_10152478477440549_6108573583575985913_n

Lunedì 7 luglio 2014 è andata in onda la quinta puntata di Stand Up Comedy, il gruppo Satiriasi su Comedy Central. Mentre la rivoluzione stand up è iniziata, si rincorrono notizie di un sempre maggiore interessamento verso i 7 ragazzi di Satiriasi: confermata la seconda stagione di Nemico Pubblico su Rai 3, con Giorgio Montanini (e Filippo Giardina e Francesco de Carlo), parte la trasmissione di Saverio Raimondo su Radio 2… eccetera, news destinate a infittirsi in controtendenza con la crisi del settore, è inevitabile. Qui il Twitter delle battute migliori. Vediamo i contenuti della puntata:

Alla conduzione questa volta Saverio Raimondo che inizia con rudimenti di sesso orale col microfono. Poi parla di satira e della necessità di farsi censurare per essere famosi (Il problema della satira in Italia è che non c’è più censura) ma lui non ce l’ha fatta neanche con la battuta: “Papa Ratzinger in Africa aprì all’uso del preservativo, ma aprì troppo e gli si è rotto”; Pietro Sparacino parla di religione con gli insegnamenti che la maestra fanatica religiosa gli dava alle elementari (Se ti comporti male vai a bruciare all’Inferno. Ho fatto preparare il vestito per il mio funerale: ignifugo!). Continua a leggere

La Cresta dell’Onda web series post “Kamikazen”

7 lug

Girando per Facebook trovi sempre cose interessanti, per esempio il progetto di web series “La Cresta dell’Onda” con Diego Parassole e Claudio Batta, con la guest di Margerita Antonelli e la partecipazione di Manuele Laghi (dei Tracataiz). Parassole e Batta sono due comici che hanno passato il loro momento di gloria televisivo, il primo vive di ricordi e staziona sul divano, il secondo si è riciclato come rappresentante di sanitari. Insieme tentano di rientrare nel giro che conta. Qui il trailer, coi sottotitoli in inglese:

“La Cresta dell’Onda” oltre a raccontare un situazione molto diffusa nell’ambiente, sembra essere un “Comedians” 30 anni dopo, cioè quello spettacolo teatrale che poi diede vita al film “Kamikazen – ultima notte a Milano”, epopea recentemente ricordata dal Premio Gianni Palladino (leggi qui). In quel caso i comedians si affacciavano alle sirene del successo televisivo, qui il successo televisivo c’è stato ed è già passato. I tempi sono questi, purtroppo.

(Qui la pagina Facebook del progetto) “Scritto da: Adriano Roncari e Ruggero Melis” “La Cresta dell’Onda è l’idea di un gruppo di ragazzi,Giovani professionisti dell’audiovisivo e studenti della scuola civica di cinema di Milano. 6 puntate da 10 minuti per raccontare la storia di due comici famosi, ormai allontanati dalle stanze del successo.”

Ananas Blog (Long May You Run)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 95 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: